Albania | Trekking lungo il “Sentiero del Gusto”

Un trekking del progetto “Il sentiero del gusto” il cui obiettivo è il contrasto allo spopolamento delle comunità montane nella regione alpina transfrontaliera tra Kosovo (Val Rugova) e Albania (Kelmend) attraverso la valorizzazione di produzioni tipiche, unicità eno-gastronomiche, e la promozione di percorsi di turismo sostenibile.
versione
Condividi!

Albania | Trekking lungo il “Sentiero del Gusto”

Un trekking del progetto “Il sentiero del gusto” il...

Partenze

  • 2 giugno 2017 9 giugno 2017
  • 1 luglio 2017 8 luglio 2017
  • 5 agosto 2017 12 agosto 2017
  • 2 settembre 2017 9 settembre 2017

Questo trekking si inserisce all’interno di un più ampio progetto intitolato “Il sentiero del gusto” il cui obiettivo è il contrasto allo spopolamento delle comunità montane nella regione alpina transfrontaliera tra Kosovo (Val Rugova) e Albania (Kelmend) attraverso la valorizzazione di produzioni tipiche, unicità eno-gastronomiche autoctone e la promozione di percorsi di turismo sostenibile all’interno dei territori individuati. Capofila del progetto è l’associazione Viaggiare i Balcani con cui ViaggieMiraggi ha da tempo stipulato una partnership per portare avanti percorsi di turismo responsabile nell’area balcanica. 

In Europa esistono ancora tesori da scoprire. Le Montagne Maledette, la Val Rugova o Kelmend ne sono un esempio. Un filo rosso lega queste valli da secoli, alleanze tribali e attaccamento alle montagne inviolabili, sacre e maledette allo stesso tempo. E la fatica diventa sapere, che diventa musica, leggenda ma soprattutto cibo. Oggi quel filo rosso è valorizzato ancora di più dalla rete di Slow Food, partner di questo percorso, che in queste valli ha creato alleanze con gli allevatori e gli agricoltori di montagna. Il Mishavine, la Flia e mille altri tesori del palato sono ad aspettarvi alla fine di ogni tappa nell’angolo selvaggio di un’Europa dimenticata. 

Programma di viaggio

1°giorno

Volo diretto Italia – Tirana. Trasferimento in bus a Peja (220 km da Tirana, 4 ore), Val Rugova. Subito l’ambiente si fa spettacolare e sempre più aspro, mano a mano che ci si addentra nella Gola della Rugova. Sistemazione in una delle guesthouses della rete “Green Path”.

2° giorno

Tappa dedicata alla scoperta della Val Rugova, tra le abetaie e i pascoli del monte Hajla, all’altopiano di Pepaj, e alle gole di Koshutanit, per ridiscendere al villaggio di Boge, da Osman, membro del convivium di Slow food. Osman fu uno dei primi a legarsi al progetto, e la sua famiglia si impegna a 360° nella coltivazione e nell’allevamento a km0.

Programma completo e tariffe
Richiedi un preventivo

3° giorno

Il percorso di questo giorno incontra due cristallini laghi di montagna, proseguendo poi per il passo Jelenk. Si cammina letteralmente lungo il confine Kosovo-Montenegro, su un crinale lungo e molto aereo con visione a 360° sui gruppi montuosi. Si scende poi verso la valle di Bivoliak che termina a Plav, dove i minareti si mescolano ai campanili cristiani. Pernotto.

giorno

Trasferimento in pullmino a Grbaja (1h), dove partiremo per attraversare il confine Montenegro-Albania. Splendida tappa per ambiente e tipo di itinerario. Si percorrono i vari gradi altimetrici e vegetazionali di una valle di antica comunicazione che congiunge il Montenegro con l’Albania. L’arrivo nella conca di  Lepushe cuore pulsante del selvaggio Kelmendi. E’ qui che sono concentrate le produzioni di qualità del Mireshavine, il formaggio d’alpeggio presidio Slow Food. Incontro con i responsabili di Fryma e Kelmendi, il consorzio che porta avanti i progetti  e la rete a sostegno delle produzioni locali e dello turismo sostenibile di questo angolo di paradiso incontaminato. Pernotto presso una guesthouse di produttori.

5°giorno

Lepushe, con la sua verde conca aperta tra meravigliose montagne e i suoi pascoli, merita un ballo insieme a noi. Un percorso ad anello che tocca tutte le sue bellezze e i suoi tesori, celati per secoli e rimasti immutati come ormai da nessuna altra parte d’Europa possiamo trovare. Ci nasconderemo nelle sue foreste e percorreremo le creste delle sue montagne, visiteremo le malghe e ci attarderemo con i pastori assaggiando la mishavine fresca (il formaggio d’alpeggio, Presidio Slow Food) e sorseggiando grappe di erbe. Rientro e pernottamento presso una guesthouse di produttori di mishavine.

6°giorno

Tappa dedicata al massiccio che domina il Kelmendi. La salita da Lepushe non è impegnativa e ormai la “gamba” c’è. Arriveremo a metà giornata sul monte Berizdhol che domina le tre valli del Kelmendi (il Vermosh a nord, a est Lepush e a sud Tamara). Lunga discesa fino al grazioso paesino di Nikci con i suoi mulini ad acqua ancora funzionanti. Pernotto presso guesthouse.

7°giorno

Comoda passeggiata lungo il torrente a chiusura dell’intero trekking. Giungiamo a Tamara, centro amministrativo e porta del Kelmendi, e festeggiamo con una giostra di sapori al Ristorante di prodotti locali Buke, Kripe e Zemer (Pane, Sale e Cuore), sostenuto dalla rete di Slow Food e dall’Alleanza dei Cuochi di Albania. Pernotto in guesthouse.

giorno

Colazione e trasferimento all’aeroporto di Tirana (3h30′).

Note di viaggio

Questo trekking è proposto in collaborazione con Viaggiare i Balcani. Il programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. I pernottamenti sono previsti in guest-house e rifugi; i trasferimenti in pulmino e fuoristrada.

Nessuna vaccinazione obbligatoria. Obbligatorio il passaporto con validità residua di almeno tre mesi. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il trekking è accompagnato da una guida alpina certificata (D.A.V)

Livello di difficoltà

Difficoltà E/EE.  I pernottamenti sono previsti in guest-house e rifugi; i trasferimenti in pulmino e fuoristrada. Serve spirito di adattamento e una buona resistenza fisica poiché si camminerà dalle 6 alle 8 ore al giorno (105km a piedi in tutto).

Dislivello a piedi in salita: circa circa 5.100 metri; dislivello a piedi in discesa: circa circa 5.300 metri.

Altezza massima raggiunta: Monte Berizhdol 1979/Tamara 302.

Per il trekking bisogna munirsi dei seguenti materiali: Scarpe da montagna, scarpe da tennis, giacca antivento, zaino da 55-65 L, una borraccia (1L/1,5L).

Quando

Il presente itinerario è indicato nel periodo tra giugno e settembre.

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Gruppi dalle 6-16 persone quota 610 euro

Gruppi 4-5 persone quota quota 710 euro

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Guida (istruttore di alpinismo)
  • tutti i pernottamenti
  • tutti i pasti
  • trasferimenti in loco
  • trasporto bagali sommeggiato (cavalli) durante il trekking*

Se il gruppo non desidera il trasporto bagagli sommeggiato la quota viene stornata di 30€ a persona

Il costo totale espresso non comprende:

  • Volo da e per Tirana / Pristina
  • Assicurazione base (l’Assicurazione medico bagaglio fornita ha un massimale di 5000 euro per le spese mediche e 500 euro per il bagaglio) per chi lo desiderasse si possono fare preventivi con massimali più alti
  • cartine e mappe
  • spese personali, extra, e quanto non indicato nelle voci sopra specificate

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Per info e prenotazioni contattare Luca Lietti al numero 347 4422478 oppure via mail luca.lietti@viaggiareibalcani.net

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di minimo 4 e massimo 16.

Altri tour Albania dal nostro catalogo