Armenia, cibo e cultura

Cibo e cucina armena

Cereali e legumi lenticchie di vari tipi, fagioli, riso con spezie

Carne e pesce carne di manzo e pesce di allevamento nelle grandi riserve nella piana dell’Ararat

Verdura molto varia e stagionale; frutta in abbondanza soprattutto albicocche, pesche e uva in estate

Frutta noci (famoso è il Pakhkavà, di noci e pistacchi), pere, melograni, fragole, l’albicocca (frutto più diffuso e ritenuto cura fondamentale contro le malattie di cuore)

Bevande sciroppi confezionati in casa, molto usato lo yogurt

Piatti tipici confezionati con il pane (lavash) sia nella versione secca che umida, involtini con le foglie di vite, kebab, polpette con lenticchie

Durante i nostri tour in Armenia e Georgia gli ospiti consumeranno cibi locali cucinati dalla padrona di casa e derivati dalla trasformazione di prodotti dell’orto e di conserve di frutta e verdura. Il pane azimo (lavash) è cotto nel forno di casa e viene consumato, a seconda dei piatti nella forma secca/croccante o morbida per accompagnare svariati ripieni.
L’alimentazione è varia e comprende cereali, legumi, carne, pesce e tutte le verdure di stagione. Ottima l’acqua in bottiglia di vetro e altrettanto gustosi i succhi di frutta naturali e le tisane a base di erbe montane. Il caffè è del tipo turco.

Che lingue parlano i popoli del Caucaso che incontreremo?

In Armenia si parla armeno, la popolazione della Georgia, invece, parla georgiano. Il russo e l’inglese sono le principali lingue veicolari in entrambi i paesi.

Viaggio in Armenia libro

Due libri consigliati per preparare e accompagnare il vostro viaggio in Armenia: Antonia Arslan, La masseria delle allodole e Franz Werfel, I 40 giorni del Mussa Dagh. Entrambi i testi parlano del genocidio armeno del 1915.

Armenia, cibo e cultura