Viaggio in Marocco | Tour per famiglie speciale Pasqua

Un viaggio in Marocco per Pasqua 2018 adatto a tutta la famiglia. Un itinerario per scoprire il volto più autentico del paese ed entrare in contatto con le comunità locali, tra cooperative di donne produttrici di Argan e progetti locali. Dall'oceano passando per il deserto di dune fino alle montagne dell'Anti-Atlante.
Giorni
12
versione
Condividi!

Viaggio in Marocco | Tour per famiglie speciale Pasqua

Un viaggio in Marocco per Pasqua 2018 adatto a...

Partenze

  • 26 marzo 2018 6 aprile 2018

Un itinerario in Marocco adatto alle famiglie con bambini, con un programma che incontra associazioni di giovani, famiglie locali ospitanti, scuole e passeggiate in compagnia di asini e dromedari. Un viaggio all’insegna dell’accoglienza e della solidarietà, con  tempi equilibrati per poter conoscere sia le comunità che le bellezze naturalistiche ed artistiche che le circondano. 

Da Marrakech ci si sposterà verso villaggi fuori dai circuiti classici come ImzileneAglouFoum Zguid. Antichi villaggi di terra e paglia che si confondono con il paesaggio, in cui si può camminare solo a piedi o in groppa ad un asino. Non solo deserto roccioso ma anche passeggiate in riva all’Oceano Atlantico tra le grotte di pescatori e donne che tradizionalmente producono l’olio di argan, più a sud di Agadir. Non mancherà anche l’esperienza del deserto di sabbia, tra le dune di Erg Chegaga con i dromedari. Prima di rientrare a Marrakech, ultima tappa a Timidarte nella Valle del Draa all’interno della Kasbah e dell’oasi di palme, con il souk pieno di cultura e quotidianità.

Programma di viaggio

1° giorno – 26 marzo

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Marrakech.  Si consiglio il volo Ryanair da Bergamo 11:35 ed arrivo ore 14:15.

Arrivo ed accoglienza da parte del referente locale. Trasferimento con mezzo pubblico fino in centro città e sistemazione presso un riad della Medina.
Prima conoscenza della città con passeggiata tra i souk.

Rientro nella struttura, cena e pernottamento.
Sistemazione in camera doppia con letto aggiunto e bagno privato.

2° giorno – 27 marzo

Prima colazione e prima mattinata dedicata alla visita libera dei principali palazzi e monumenti della medina di Marrakech.

Marrakech è una delle più prestigiose e emblematiche capitali dell’antico impero marocchino. Il primo nome della città fu Marroukech (“vai di fretta”) nonostante oggi molti visitatori si fermerebbero qui per sempre, tra i suoi souk (mercato) e le stradine ombrate, bevendo thè con menta, ascoltando i suoi musicisti, osservando i suoi portatori d’acqua, scrittori, incantatori di serpenti, i portatori di buona fortuna, i venditori di bibite o i saltimbanco nella famosa e frenetica Piazza Jamaa El Fna.

Pomeriggio relax tra i souk e hammam (bagno turco).

Rientro al riad, cena e pernottamento.

Programma completo e tariffe
Richiedi un preventivo

3° giorno – 28 marzo

Prima colazione e partenza con mezzo privato fino ad Imzilen (circa 4 ore di tragitto) con pranzo lungo il tragitto.

Arrivo nel pomeriggio ad Imzilen ed incontro con l’associazione dei giovani del villaggio per l’educazione, lo sviluppo e la cooperazione.

Sistemazione in famiglia, in salottini con sofà marocchini e bagno in comune.

Cena e pernottamento.

4° giorno – 29 marzo

Colazione e visita al villaggio insieme all’associazione dei giovani. Si potranno conoscere i progetti di sviluppo (acquedotto comunitario, l’asilo, l’associazione femminile dell’olio d’argan, oltre alle attività dei giovani).

Pranzo comunitario e partenza per Aglou ( circa 2 ore di tragitto).
Arrivo nel pomeriggio ad Aglou ed incontro con la rete associativa locale.

Aglou è un comune rurale che comprende circa 30 villaggi dislocati tra l’oceano e l’entroterra della regione di Tiznit, a sud di Agadir. Vanta la presenza dell’antica moschea di Sidi Ouagag, centro di studi religiosi di prestigio.

Sistemazione in famiglia, in camera con letto matrimoniale e salottini con sofà marocchini e bagno in comune. Cena e pernottamento.

5° giorno – 30 marzo

Prima colazione e giornata di spiaggia…da Aglou Plage fino a Sidi Ifni, con la spiaggia di Legzira, con l’arco naturale sull’oceano.

Pranzo.
Rientro nel pomeriggio ad Aglou (circa 1 ora di tragitto), cena e pernottamento in famiglia.

6° giorno – 31 marzo

Prima colazione e visita all’antica Scuola Coranica ancora attiva nella Moschea di Sidi Ouagag di Aglou.
Sosta al laboratorio di produzione dell’olio d’argan naturale di una cooperativa femminile. Pranzo con le donne della cooperativa.

Nel pomeriggio trasferimento a Tiznit per la visita alla vecchia medina e agli artigiani che modellano pezzi unici con l’argento. Tiznit è il capoluogo della regione, si trova a 100km a sud di Agadir ed ha circa 70.000 abitanti.  Conserva ancora la cinta muraria della Medina ed è la città della gioielleria in argento.

In serata rientro ad Aglou, cena con serata musicale Gnaoua e pernottamento.

La musica gnaoua è un genere musicale che affonda le sue radici nei ritmi africani più primitivi e nelle tradizioni musicali berbera e araba. Questo tipo di musica viene eseguito da un particolare gruppo etnico, gli Gnaoua appunto, che sono discendenti di antichi schiavi originari dell’Africa nera. Essi sono in prevalenza musicisti e suonatori di nacchere, chiamate qraqeb, ma anche veggenti, medium e guaritori.

7° giorno – 1° aprile

Prima colazione e partenza per Foum Zguid con tappa all’oasi di Tiout, vicino Taroudant (circa 3 ore da Aglou). Ci si inoltra nell’Oasi di Tiout, piena di palme, fino all’accampamento berbero. Pranzo e riposo nell’oasi.

Pomeriggio trasferimento a Foum Zguid (circa 3-4 ore di tragitto).
Arrivo in serata a Foum Zguid e sistemazione al villaggio Tabia, nella casa di accoglienza dell’associazione femminile. Foum Zguid è un centro amministrativo e commerciale abbastanza importante per questa regione desertica, ma si tratta di un comune disperso in numerosi piccoli douar (villaggi) disposti ai bordi di un’ampia oasi che cresce alla confluenza di tre oued (fiumi) quasi sempre secchi. La crisi idrica, che da circa 20 anni sta lentamente riducendo l’oasi, ha causato una fortissima emigrazione da questi villaggi che, esempi della tipica architettura rurale del deserto in terra cruda e paglia, sembrano silenziosi castelli di sabbia sul punto di sgretolarsi per l’azione erosiva del vento e l’abbandono.

Cena e pernottamento.
Sistemazione in camera quadrupla con bagno in comune.

8° giorno – 2 aprile

Al mattino prima colazione, conoscenza con l’associazione femminile che produce cous cous e artigianato locale.

Trasferimento al villaggio Smira e passeggiata con gli asini fino all’oasi, con pranzo. A Foum Zguid le associazioni femminili sono molto diffuse per l’alta percentuale di uomini emigrati al nord del Paese o all’estero che ha causato la riorganizzazione dei villaggi da parte delle donne. Le associazioni danno l’opportunità di resistere senza abbandonare la propria terra e cercando di dare un futuro migliore ai propri figli.

Nel pomeriggio visita alla cooperativa che produce tappeti con simbologie berbere.
Rientro a Tabia, cena e pernottamento.

9° giorno – 3 aprile

Prima colazione e partenza per il deserto di dune, Erg Chegaga, con jeep (tragitto di circa 3 ore di pista). Soste lungo il tragitto, tra cui il “lago” Iriki. Nel periodo di siccità e caldo, la zona crea il tipico effetto “miraggio”. 

Pranzo pic-nic lungo il tragitto.

Nel pomeriggio arrivo al bivacco e passeggiata sulla grande duna per ammirare il tramonto.
Cena e pernottamento al bivacco, in tende beduine con materassi e bagni in comune.

10° giorno – 4 aprile

Sveglia presto per non perdersi l’alba dalla grande duna. Rientro al bivacco e colazione. Passeggiata con i dromedari tra le dune di sabbia.

In tarda mattinata partenza per Timidarte passando per Zagora. (circa 2 ore di jeep e 1 ora e mezza circa di minibus per Timidarte).
Pranzo a Zagora.

Arrivo nel pomeriggio a Timidarte, sistemazione nella kasbah, in camera famiglia, cena e pernottamento.

11° giorno – 5 aprile

Colazione e tappa al souk settimanale di Timidarte.
Partenza verso Marrakech (circa 6-7 ore di percorrenza compreso pranzo lungo il tragitto). Durante il percorso pranzo e sosta allo ksar di Ait Benhaddou a pochi km prima di Ouarzazate, la Hollywood marocchina. Patrimonio dell’umanità, negli ultimi decenni lo ksar di Ait Benhaddou, fatto di terra scura e paglia, è divenuto una naturale scenografia per diversi film tra cui “Il gladiatore”.

Si attraverserà l’Alto Atlante fino al passo di Tichka a 2.260 metri, per poi riscendere verso Marrakech.

Arrivo in serata e sistemazione presso un riad del centro.
Cena e pernottamento.

12° giorno – 6 aprile

Colazione, tempo libero e in base all’orario del volo, trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori. Obbligatorio il passaporto con validità minima di 3 mesi dalla data di rientro. Ogni bambino deve avere il proprio passaporto.

Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio è accompagnato da un referente locale, parlante italiano, della Rete Mediterranea per lo Sviluppo e l’Economia Sociale la quale comprende diverse associazioni marocchine ed italiane tra cui l’Associazione di migranti marocchini SopraiPonti di Bologna.

Livello di difficoltà

Gli spostamenti previsti sono di media-lunga durata (dalle 2 alle 7 ore circa). Le sistemazioni sono presso famiglie locali, con sofà marocchini e bagni in comune, tranne 3 notti in hotel con camere e bagni privati. Sarà necessario un buon spirito di adattamento. Munirsi di sacco a pelo estivo e asciugamani. Non adatto a bambini sotto i 3 anni.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org.

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 12 giorni

Voce Quota individuale
4 persone 7 persone 11 persone
Quota viaggio adulto € 1370 € 1080 € 940
Quota viaggio bambini 4-11 anni € 910 € 620 € 480
Quota viaggio bambini 3 anni gratuito gratuito gratuito

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filodirettoassistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo ed incontro pre e post-viaggio
  • 5 pranzi e 11 cene incluse bevande non alcoliche
  • 11 pernottamenti in strutture locali con colazione
  • trasporti interni con mezzo privato incluso autista e carburante (tranne primo e ultimo giorno con taxi a Marrakech)
  • vitto, alloggio e compenso del referente locale per 12 giorni di affiancamento (parlante italiano)
  • contributo per l’affiancamento delle associazioni locali
  • contributo gruppo musica gnaoua
  • escursione al deserto di dune con jeep 4×4 e dromedari
  • quota progetto

Il costo totale espresso non comprende:

  • volo aereo* per Marrakech a/r e tasse aeroportuali (acquistabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi )
  • visita guidata e ingressi palazzi/musei Marrakech
  • i pranzi non indicati nella quota comprende (media di circa 5-8 euro a pasto a persona)
  • supplemento pernottamento in camera singola
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio dirham/euro
  • assicurazione annullamento acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza
  • eventuali supplementi di carburante o di tasse aeroportuali
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Tour Marocco

  • Marrakesh: visita ai principali palazzi e monumenti della città antica, passeggiate tra i Souk (mercati)
  • Aglou: visita all’antica moschea di Sidi Ouagag e alla sua scuola coranica attiva, relax in spiaggia
  • Tiznit: visita alla città antica e alle botteghe d’artigiani che lavorano l’argento
  • Legzira: spiaggia con arco naturale sull’oceano
  • Foum Zguid: visita all’oasi e ai villaggi in cui producono henné, datteri, cous cous e tappeti
  • Erg Chegaga: dune di sabbia con bivacco e dromedari
  • Oasi di Tiout: bivacco berbero tradizionale nell’oasi di palme
  • Timidarte: oasi di palme, Kasbah e souk hebdomadaire
  • Ksar di Ait Benhaddou: visita alla città fortificata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità

Marocco Turismo

  • Momenti di scambio con associazioni locali e cooperative
  • Incontro con le associazioni di donne che hanno dato vita a produzioni d’artigianato locale
  • Visita alle coltivazioni di datteri, orzo ed henné
  • Incontro con l’associazione di giovani che ha favorito l’avvio di un asilo e dell’acquedotto

Marocco informazioni

  • Moneta: Dirham marocchino
  • Fuso orario: GMT+1
  • Passaporto: necessario, con una validità residua di almeno tre mesi
  • Visto d’ingresso: non obbligatorio
  • Vaccinazioni obbligatorie: non obbligatorie

Marocco quando andare, periodo migliore

  • Il Marocco ha un clima mediterraneo sulle coste, desertico nelle zone interne, continentale sulle montagne più alte.
  • Le coste atlantiche godono di un clima particolarmente mite dove gli inverni assomigliano a mezze stagioni e le estati sono piacevolmente calde e soleggiate.
  • Sulle coste mediterranee il clima è tipico mediterraneo, con inverni miti e moderatamente piovosi, che assomigliano a quelli della costa atlantica, ed estati calde e soleggiate, più calde che sulla costa atlantica.
  • Nelle zone montuose, la catena dell’Atlante e quella del Rif a nord, presentano un clima più freddo a causa dell’altitudine