Viaggio in Senegal | Insieme nella Teranga

Il Senegal è il Paese di provenienza di una delle più numerose comunità di immigrati in Italia. Con questo viaggio a ritroso sulle loro orme si potranno conoscere la cultura, le tradizioni, la società e i costumi di questo Paese.
Giorni
12
versione
Condividi!

Viaggio in Senegal | Insieme nella Teranga

Il Senegal è il Paese di provenienza di una...

Partenze

  • 11 gennaio 2018 22 gennaio 2018
  • 1 febbraio 2018 12 febbraio 2018
  • 22 febbraio 2018 5 marzo 2018
  • 15 marzo 2018 26 marzo 2019
  • 22 marzo 2018 9 aprile 2018
  • 19 aprile 2018 30 aprile 2018
  • 10 maggio 2018 21 maggio 2018
  • 7 giugno 2018 18 giugno 2018
  • 12 luglio 2018 23 luglio 2018
  • 2 agosto 2018 13 agosto 2018

Il Senegal è il Paese di provenienza di una delle più numerose comunità di immigrati in Italia. Con questo viaggio a ritroso sulle loro orme si potranno conoscere  la cultura, le tradizioni, la società e i costumi di questo Paese.

Il Senegal è anche uno Stato molto interessante dal punto di vista naturalistico, dove la vegetazione cambia in un batter d’occhio. Le sue coste  sono un paradiso,tanto per gli uccelli che qui nidificano in inverno, quanto per i viaggiatori che possono godere delle spiagge bianche, delle acque blu e dell’ombra dei baobab che si elevano verso il cielo. Senza dimenticare la cucina, nota per essere la migliore dell’Africa occidentale: imperdibile l’esperienza di mangiare yassa da un piatto gigante, condiviso con altre 5 persone.

Programma

1° giorno

Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Dakar.
Arrivo in tarda serata, trasferimento con mezzi privati fino all’hotel, incontro con il referente locale. Il tempo previsto per il trasferimento è di circa 50 minuti.
Sistemazione e pernottamento. Hotel con camere doppie o multipla con bagno in condivisione.

2° giorno

Al mattino colazione e primo contatto con la realtà senegalese.

Dopo colazione partenza in direzione di Pikine, un quartiere di Dakar, dove si visiterà il progetto “la casa di Marietou” sostenuto da Diritti al cuore. Questo progetto consiste nello sviluppo del centro umanista polifunzionale in favore della parità dei diritti, dell’eguaglianza di genere, del diritto alla salute, del diritto all’infanzia, al gioco ed all’istruzione per i minori e le donne. Gli obiettivi del progetto sono combattere la discriminazione, la violenza di genere, supportate l’educazione infantile e offrire opportunità professionali alle donne più vulnerabili di Pikine, attraverso la formazione e la creazione di attività generatrici di reddito.

Pranzo nella struttura del progetto.

Partenza per il porto in taxi e trasferimento in barca verso l’isola di Gorèe (circa 30 minuti di tragitto fino al porto e poi altri 20 minuti di battello). L’isola di Gorée, situata a 3 Km al largo dalla costa di Dakar ,è dichiarata dall’UNESCO “Patrimonio mondiale dell’Umanità” nel 1978. L’isola è il simbolo della schiavitù delle popolazioni nere: da qui partivano tra il XVII e il XVIII secolo i tanti africani che sarebbero diventati schiavi nelle Americhe e nelle isole atlantiche.

Visita del Museo della Schiavitù, visita libera dell’isola e rientro nel tardo pomeriggio/serata a Dakar. Se il tempo lo permette è possibile una visita al centro di Dakar.
Cena in centro, rientro in hotel e pernottamento.

Programma completo e tariffe
Richiedi un preventivo

3° giorno

In mattinata partenza per il Lago Rosa. Il lago deve il suo nome ad un fenomeno raro: il colore rosa, che lo contraddistingue, deriva dalla presenza di alcuni microrganismi e dall’elevata salinità dell’acqua. Incontreremo la popolazione fulani che vive nei paraggi del lago e che lavorano all’estrazione del sale.
Pranzo nelle vicinanze del lago.

Dopo pranzo partenza in direzione del deserto di Lompoul, un piccolo deserto vicino la costa a nord di Dakar. Arrivo verso le 17/18, sistemazione nel campo tendato e cena. (4 ore di tragitto)
Pernottamento in campement. Sistemazione in camere doppie con bagno in comune.

4° giorno

Dopo la colazione passeggiata tra le dune o per chi lo desidera fino alla spiaggia (possibilità di effettuare il percorso a in cammello fino alla spiaggia).

Dopo la gita partenza per St Louis (2 ore di tragitto). Saint-Louis, o Ndar come viene chiamato in wolof, è capoluogo dell’omonima regione, per due secoli è stata capitale della colonia Francese in Senegal dal 1673 fino al 1902 e attualmente ne conserva il fascino. Ancora oggi si possono vedere le influenze architettoniche di un passato che riecheggia anche grazie ai nomi delle sue strade. Posizionata su un’isola alla foce del fiume Senegal, raggiungibile solo attraverso il ponte Faidherbe, è stata proclamata Patrimonio dell’Umanità nel 2000.
Pranzo in città e sistemazione in una struttura vicina al centro.
Nel pomeriggio visita alla città.
Rientro in hotel, cena e pernottamento in camere doppie o triple con bagno privato.

5° giorno

Al mattino dopo la colazione visita ad uno dei parchi della zona (in base al periodo dell’anno):

  • Langue de Barberiesituato alla foce del fiume Senegal a 25 Km da St. Louis, su una penisola di sabbia lunga 40 km, è una riserva naturale di 2000 ettari che costituisce l rifugio di molte specie di uccelli acquatici tra cui sterne, gabbiani, aironi, garzette e cormorani;
  • Riserva Nazionale degli uccelli di Djoudj: si trova sulla riva sud-orientale del fiume Senegal, a nord-est di Saint-Louis. Comprende habitat di vario tipo, acquatici e terrestri, che ospitano numerose specie di uccelli migratori, molti dei quali hanno attraversato il deserto del Sahara per raggiungerlo. Delle circa 400 specie di uccelli i più numerosi sono i pellicani ed i fenicotteri. Esistono numerosi altri abitanti del parco, il quale è stato inserito tra i Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Giro in piroga e pranzo nel Parco.
Dopo pranzo rientro in hotel, e pomeriggio tempo libero per rilassarsi o per visitare in autonomia St Louis.

Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno

Colazione e partenza per Diol Kadd (circa 5 ore).
Incontro con i referenti dell’Associazione locale che ci ospita (Progetto locale sostenuto dal Comune di Ravenna). Il progetto “3T per Diol Kadd” prevede l’intervento per l’agricoltura, il teatro ed il turismo sostenibile.
Pranzo, breve risposo e successivamente presentazione del progetto attraverso una passeggiata nel villaggio e conoscenza dei suoi membri. Nel tardo pomeriggio visita dell’albero sacro nel boschetto di Boabab.
Sistemazione nelle camere doppie o triple con bagno in condivisione. Cena e pernottamento.

7° giorno

Al mattino prima colazione e partenza per Keur Bamboung (tragitto di circa 4 ore), con possibilità durante il tragitto di fermarsi in qualche mercato.

Arrivo, sistemazione nei bungalow, pranzo e presentazione del progetto realizzato dalla ONG Oceanium.

Questo progetto promuove meccanismi di gestione comunitaria delle risorse naturali, per garantire la loro disponibilità futura, la tutela della biodiversità e ridurre la povertà delle popolazioni che ne fanno uso per la loro sopravvivenza. Inoltre, riconosce nella gestione delle aree protette la partecipazione delle comunità ai processi decisionali sull’uso delle risorse naturali.
Questo include i regolamenti sulla pesca, la zonazione del territorio, soluzioni per diminuire l’erosione delle risorse (suolo, pescato), un sistema di monitoraggio e controllo e un sistema di sanzioni.

Nel pomeriggio gita in piroga nel mangrovieto all’isola di Gerombumag, dove riposano gli uccelli migratori e stanziali.
La sera cena e pernottamento nella struttura.

8° giorno

Al mattino dopo colazione possibilità di fare una breve escursione in kayak, e successivamente partenza per Sokone (30 minuti via terra e 30 minuti in piroga).

Arrivo nella sede del GIE Touris Jokkoo in mattinata, presentazione con alcuni componenti dell’associazione, sistemazione nelle famiglie e pranzo tutti insieme nel ristorante comunitario.
Nel pomeriggio visita in carretto al Baobab Sacro di Bambougar. Accompagnati da una delegazione del GIE i viaggiatori avranno l’occasione di ammirare il suggestivo paesaggio del Saloum e di visitare il sito di Bambougar, sino ad oggi luogo di culto per alcune etnie presenti sul territorio.
Dopo la visita ci si può rilassare in riva al Sine Saloum e ammirare il tramonto.

Cena in famiglia e sera visita allo spettacolo di lotta tradizionale sérére. Gli ospiti assisteranno ad un torneo di lamb (sorta di lotta greco-romana, tra gli sport più seguiti in Senegal) organizzato in uno dei quartieri di Sokone.
Rientro in famiglia e pernottamento.

9° giorno

Al mattino presto, dopo colazione, si potrà assistere alla raccolta di vino di palma. Un produttore locale illustrerà le varie fasi della raccolta coinvolgendo i viaggiatori nella dimostrazione.
Dopo la dimostrazione partenza per Joal Fadiouth (circa 3 ore e mezza di tragitto).

Joal: scoperto nel XV secolo da navigatori portoghesi, è il luogo dove risiedette Léopold Sédar Senghor,. Oggi borgo di 5 000 abitanti la cui arteria principale è fiancheggiata da case coloniali del XIX secolo. Attraversando la passerella, il visitatore raggiungerà Fadiouth, isola artificiale costituita su mucchi di conchiglie dove oggi abita una comunità a maggioranza cattolica. L’isola, considerata patrimonio UNESCO per la convivenza tra i popoli, è collegata alla terraferma con un ponte lungo circa 800 metri. L’isola è celebre per il suo cimitero cattolico e musulmano in conchiglia e per i suoi granai su palafitte.

Pranzo a Joal Fadiouth e visita dell’isola, dopo pranzo partenza per Mbour dove si visiterà Sourdart, scuola laboratorio per bambini sordomuti.

Questo progetto consiste nell’offrire istruzione a bambini tra i 5 e i 17 anni provenienti da varie parti del Senegal. Il centro offre nel pomeriggio supporto alla didattica, attività di socializzazione, apprendimento della lingua dei segni e formazione professionale in fabbricazione di oggetti in terracotta, distribuiti attraverso il mercato equo solidale.

Successivamente proseguimento per Toubab Dialaw.
Arrivo nel tardo pomeriggio, sistemazione in hotel.

10° giorno

Al mattino dopo colazione possibilità di rilassarsi al mare a Toubab Dialaw. Pranzo nella struttura e nel pomeriggio visita al progetto “Takku Bey”.

“Takku Bey” che significa “coltiviamo insieme”, è un programma di sicurezza alimentare attraverso l’empowerment della popolazione femminile promosso a Dagga Dialaw dall’Ass. Jahkarlo, Ing. Senza Frontiere Milano e Karibuny.
I punti chiave per la realizzazione del progetto sono la creazione di un orto, un frutteto e un pollaio comunitari, un centro per la trasformazione e la conservazione dei prodotti agricoli, la formazione di donne e ragazze sull’imprenditoria sociale e la sensibilizzazione della popolazione femminile sulle pratiche sanitarie e alimentari.

Durante questa visita dell’associazione, tra le altre cose, si potrà vedere come funziona la tecnica “Batik” di colorazione dei tessuti, i viaggiatori avranno poi la possibilità di tenersi i tessuti che hanno prodotto.

La sera cena e pernottamento in hotel.

11° giorno

Penultimo giorno in Senegal dedicato al relax al mare.

Pranzo, cena e pernottamento nella struttura di Toubab Dialaw.

12° giorno

In base all’operativo dei voli trasferimento all’aeroporto Blaise Diagne per il rientro in Italia.

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, gli imprevisti e le esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti. Nessuna vaccinazione obbligatoria. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi. Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale. Per informazioni sui documenti necessari, sulle vaccinazioni obbligatorie e/o consigliate, il clima, l’abbigliamento…, consultare il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio prevede un accompagnatore locale parlante italiano, francese e wolof.

Livello di difficoltà

Il viaggio richiede un medio livello di adattamento. I trasferimenti sono stati pensati per non risultare eccessivamente faticosi, le sistemazioni sono presso strutture e campement a gestione familiare (dove la sistemazione è dignitosa ed essenziale).
Non è possibile garantire l’accessibilità alle persone diversamente abili nelle strutture di accoglienza o di trasporto. Non vi sono controindicazioni per persone adulte o anziane, a condizione che siano in grado di seguire tutte le tappe previste nell’itinerario. I pasti sono consumati presso ristoranti locali, progetti, famiglie e presso i campement.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

QUOTE 2018 IN VIA DI DEFINIZIONE

Quote a persona per 12 giorni, per un gruppo di

Voce Quota individuale
10 persone 8 persone 6 persone 5 persone 4 persone 3 persone 2 persone
Quota viaggio € 980  € 1.030 € 1.120 € 1.190 € 1.250 € 1.320 € 1.650

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico bagaglio FilodirettoAssistance (solo per i viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre viaggio e verifica post-viaggio
  • pernottamenti in strutture locali in camera doppia o multipla e bagno privato o in condivisione
  • tutti i pasti e l’acqua
  • trasporti interni con mezzi di trasporto locali in auto taxi o pulmino privato
  • vitto, alloggio e compenso del referente locale e dell’autista per l’affiancamento durante tutto il viaggio
  • ingressi vari come indicato nel programma
  • quote progetto

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (quota indicativa a partire da 400,00 euro tasse escluse, in bassa stagione)
  • tasse aeroportuali
  • eventuali supplementi di carburante
  • supplemento singola a partire da 100 euro
  • passeggiata facoltativa a cammello (circa 8 euro a persona)
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio euro/valuta locale
  • bevande alcoliche
  • assicurazione annullamento con Filodirettoassistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza oppure al momento della conferma del viaggio
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio franco cfa/euro
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

* il costo del volo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione.

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 2 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Tour Senegal

  • Dakar: capitale del Senegal e principale città. 
  • Isola di Gorèe: L’isola di Gorée è stata proclamata Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nel 1978. 
  • Lago Rosa: si trova a nord della penisola del Senegal. E’ chiamato così per le sue acque rosa, causate da alghe presenti nell’acqua che producono un pigmento rosso rendendo le acque rosa. Il lago è anche noto per il suo alto contenuto di sale.
  • Deserto di Lompoul: piccolo deserto sabbioso a nord di 
  • St Louis: è il capoluogo dell’omonima regione e si trova nella foce del fiume Senegal. L’isola di St. Louis è patrimonio dell’umanità secondo Unesco dal 2000.
  • Langue de Barberie è una penisola sottile e sabbiosa, adiacente all’Oceano Atlantico , situata nel Senegal occidentale, nei pressi della città di St Louis.
  • Riserva di Djoudj:  Comprende habitat di vario tipo, acquatici e terrestri, che ospitano numerose specie di uccelli migratori, molti dei quali hanno attraversato il deserto del Sahara.
  •  Diol Kadd: piccolo villaggio nel centro del paese 
  • Sokone: cittadina nel sud-est del Sine Saloum dove è sviluppato il progetto di gestione comunitaria.
  • Keur Bamboung: L’isola ha un estensione di 36 ettari e al suo interno si è creato un progetto di protezione ambientale e turismo comunitario.
  • Joal Fadiouth: visita al borgo da cui si raggiungerà l’isola Fadiouth Patrimonio UNESCO
  • Mbourprogetto di Sourdart, scuola laboratorio per bambini sordomuti. 
  • Toubab Dialaw: si trova il progetto “Takku Bey” di sicurezza alimentare attraverso l’empowerment sopratutto della popolazione femminile.

Senegal Turismo

  • Visita a Pikine, un quartiere di Dakar, dove si visiterà il progetto “la casa di Marietou” sostenuto da Diritti al cuore.
  • Visita a un progetto, sostenuto dal Comune di ravenna, di intervento per l’agricoltura, il teatro e il turismo sostenibile
  • Serate musicali, pranzi comunitari
  • Pernottamento in famiglia aSokone
  • Raccolta di vino di palma insieme a un produttore locale
  • Spettacolo di lotta tradizionale sérére
  • Visita al Baobab sacro
  • Presentazione del progetto di aera marina protetta a gestione comunitaria realizzato dalla ONG Oceanium.
  • Visita a Sourdart, scuola laboratorio per bambini sordomuti dove si terrà un progetto che  consiste nell’offrire istruzione a bambini tra i 5 e i 17 anni provenienti da varie parti del Senegal. 
  • Visita a “Takku Bey” che significa “coltiviamo insieme”, è un programma di sicurezza alimentare attraverso l’empowerment della popolazione femminile.

Senegal informazioni

  • Moneta: Franco CFA
  • Fuso orario: GMT-2H
  • Passaporto: Per l’ingresso in Senegal è necessario essere in possesso del passaporto con validità di almeno 6 mesi alla data di conclusione del viaggio.
  • Visto d’ingresso: L’obbligo per i cittadini dell’Unione Europea di dotarsi di un visto di ingresso è stato sospeso a partire dall’1 maggio 2015 per decisione del Capo dello Stato.
  • Vaccinazioni obbligatorie: Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria per chi proviene dall’Italia. È consigliata la profilassi antimalarica, specie quando il viaggio si svolge durante la stagione delle piogge (mesi estivi), a seconda delle aree (maggiore incidenza nel sud) e dei periodi di permanenza. La vaccinazione antitetanica, che ha validità 10 anni, è sempre consigliata. Per ogni esigenza di carattere sanitario consigliamo comunque di consultare il Centro di Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza. Maggiori informazioni possono anche essere reperite consultando il sito del Ministero della Salute www.ministerosalute.it

Senegal quando andare, periodo migliore

Il Senegal rientra nella fascia a clima tropicale, caldo tutto l’anno, più secco nelle regioni del nord e più umido nel sud. Con una facciata marittima di 700 km sull’Oceano Atlantico e una grande diversità di ecosistemi al suo interno, il Senegal presenta ambienti e clima piuttosto diversificati. Le stagioni principali che si alternano nel corso dell’anno sono:

– una stagione secca da ottobre/novembre a maggio
– una stagione piovosa (hivernage) da giugno a settembre.

Le piogge sono più abbondanti nel sud-est e più scarse nel nord, che rientra nella fascia tipicamente saheliana. Lungo la costa le temperature massime, specie nella stagione asciutta, sono più basse che nell’entroterra, grazie all’influenza delle brezze oceaniche.

Il periodo migliore per visitarlo, dunque, è l’inverno: il sole splende, le piogge sono una rarità , l’umidità è bassa e le notti piacevolmente fresche.

Dakar
22°
poche nuvole
umidità: 60%
vento: 5m/s N
Max 22 • Min 21
Weather from OpenWeatherMap