Cammino materano lungo la via Ellenica tra Basilicata e Puglia

Un cammino di 100 km tra Basilicata e Puglia lungo l’antica via Ellenica che collega Matera a Brindisi. Nove giorni a stretto contatto con la natura e la cultura di una terra ricca di storia millenaria, antiche tradizioni e sapori unici. Un viaggio alla scoperta dei tesori del Sud e della sua gente.

Cammino materano lungo la via Ellenica tra Basilicata e Puglia
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Un viaggio a piedi tra Basilicata e Puglia, da Matera a Ostuni, alla scoperta dei tesori del Sud e della sua gente.

9 giorni di cammino a stretto contatto con la natura e la cultura di una terra ricca di storia millenaria, antiche tradizioni e sapori unici. Un itinerario che si snoda tra il paradiso naturalistico del Parco delle Gravine e l’altopiano delle Murge collegando due importanti siti Unesco: i Sassi di Matera e i Trulli di Alberobello.

Segnano il percorso i bei borghi della Valle d’Itria, Martina Franca, Locorotondo, Cisternino, fino a raggiungere la città bianca, Ostuni, che domina la piana dei fantastici ulivi millenari.

Programma di viaggio tra Basilicata e Puglia

1° giorno

Ritrovo pomeridiano a Matera con le guide*. Presentazione personale del programma e introduzione al cammino, con la consegna della credenziale a ciascun partecipante.

Sistemazione in ostello, presentazione del programma e raccolta dei primi Sigillum ufficiali.

A seguire vi è la visita guidata che condurrà al cospetto della straordinaria e ancestrale bellezza dei Sassi (Patrimonio Unesco) resi ancora più suggestivi dalla magica atmosfera del tramonto, apprezzando il passaggio dalla Matera “moderna” a quella più antica “dei sassi”.

Cena presso locale tipico e pernottamento.

(*possibilità di ritrovo presso stazioni FS e aeroporti di Brindisi e Bari).

2° giorno

Prima colazione e partenza in autobus per Montescaglioso, uno dei tesori della Basilicata tanto che nel 2012 ha conquistato la denominazione di “Gioiello d’Italia”. Da qui il ha inizio il Cammino!

Pranzo al sacco.

Ammirata la meravigliosa Abbazia di San Michele Arcangelo e attraversato il grazioso borgo, un sentiero panoramico immerso nel bosco permette di scendere e attraversare un paesaggio agreste caratterizzato da vaste colline coltivate a grano e uliveti intervallate da boschetti di pini, querce e macchia mediterranea. Vasti orizzonti e colori unici che accompagnano i viaggiatori lungo i sentieri fino Ginosa.

Sistemazione, cena e pernotto in b&b.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 15 km
DISLIVELLO: +290 m in salita, -450 m in discesa
DURATA: 5 ore
DIFFICOLTÀ: facile
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

3° giorno

Prima colazione, e inizio della II° tappa del cammino, destinazione Laterza.

Ci si trova nel cuore della Terra delle Gravine, una delle più importanti aree naturalistiche d’Europa, costituita da imponenti canyon carsici disposti a ventaglio intorno all’arco ionico del Golfo di Taranto I primi chilometri si svolgono proprio all’interno della gravina di Ginosa, in uno scenario selvatico in cui la mano della natura e quella dell’uomo si fondono armoniosamente fin dalla preistoria.

Pranzo a sacco.

Si attraversa la pineta di Murgia San Pellegrino, una zona percorsa per millenni dai pastori che, in transumanza, si spingevano dalla Basilicata fino alle pianure del tarantino. Il cammino prosegue su strade di campagna immerse tra gli ulivi fino che fino a destinazione.

Visita alla città di Laterza.

Cena presso locale tipico. Sistemazione e pernotto in b&b.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
:14 km
DISLIVELLO: + 270 m in salita, -180 m in discesa
DURATA: 5 ore
DIFFICOLTÀ: facile
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

4° giorno

Prima colazione. Si parte in autobus di linea verso il grazioso paese di Mottola che sorge in posizione privilegiata per ammirare il vasto paesaggio circostante, con una vista spazia dal Golfo di Taranto fino alla Sila.

Pranzo al sacco.

Un lungo sentiero che si snoda tra gli ulivi secolari consente di lasciare la città ed inoltrarsi nella silenziosa campagna in cui si alternano campi coltivati e macchia mediterranea. Massafra, destinazione della giornata, è una delle capitali del rupestre italiano tanto da essere soprannominata “Tebaide d’Italia”: la città sorge infatti tra due gravine (di San Marco e della Madonna della Scala) costellate di grotte e ambienti ipogei che conservano straordinarie testimonianze della vita che l’uomo vi ha condotto per millenni.

Sistemazione, cena e pernotto presso convento cinquecentesco.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 19 km
DISLIVELLO:+170 m in salita, -450 m in discesa
DURATA: 6 ore
DIFFICOLTÀ: media
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

5° giorno

Prima colazione. Lasciato il paese di Massafra, il cammino prosegue verso Masseria Amastuola, un’antica masseria del 1400 circondata da un incantevole vigneto-giardino disegnato dal noto architetto paesaggista filosofo Fernando Caruncho.

Pranzo al sacco.

Gli ultimi chilometri si svolgeranno all’interno della piccola gravina di Triglie, percorrendo un sentiero che corre nell’alveo tra la fitta vegetazione tipica della macchia mediterranea e le tracce di insediamenti rupestri. A questo punto si giunge a Crispiano, città delle cento masserie nonché spartiacque tra la Valle d’Itria e la Terra delle Gravine, nonché temine della IV° tappa.

Cena presso locale tipico. Sistemazione e pernotto Ostello.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 18 km
DISLIVELLO: +250 m in salita, -111 m in discesa
DURATA: 6 ore
DIFFICOLTÀ: media
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

6° giorno

La V° tappa si svolge lungo sentieri che attraversano una serie di aree boscate di grande pregio naturalistico. La prima di queste è il Bosco delle Pianelle, uno dei più importanti ed estesi polmoni verdi della Puglia.
Il bosco sorge all’interno di una grande dolina carsica (Gravina del Vuolo) e la sua flora dominante è costituita da una lecceta con esemplari di dimensioni straordinarie, notevoli al punto che l’illustre botanico Valerio Giacomini li ha definiti “tra i più belli d’Italia”.

Pranzo presso tipica masseria.

A seguire c’è la Riserva naturale orientata Murge Orientali. Per diversi chilometri si cammina completamente
immersi nella natura e nel silenzio, tra boschi di querce, calcari affioranti e radure impreziosite da una ricchissima vegetazione di macchia mediterranea e fioriture spontanee. In questo tratto si incontra inoltre la Masseria Gorgofreddo, centro di allevamento del cavallo murgese. Si prosegue lungo sentieri e contrade che conducono Martina Franca, perla barocca della Valle d’Itria.

Cena presso trattoria tipica. Sistemazione e pernotto presso il monastero

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 27 km
DISLIVELLO: +450 m in salita, -280 m in discesa
DURATA: 9 ore
DIFFICOLTÀ: impegnativa
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

7° giorno

Da Martina Franca il viaggio prosegue in autobus fino ad Alberobello conosciuta come “la città dei Trulli poiché il suo borgo è interamente composto da questi magnifici e pittoresche costruzioni rurali coniche in pietra calcarea a secco e mirabili espressioni dell’anima contadina della Puglia.

Pranzo libero.

Qui il Cammino si ferma per la visita guidata di una città unica al mondo e patrimonio dell’Unesco. Tempo libero.

Cena tipica pugliese. Sistemazione e pernotto in b&b.

8° giorno

Dopo la prima colazione, da Alberobello si riprende il Cammino verso Locorotondo. Imboccato il cosiddetto Canale di Pirro il paesaggio muta profondamente: un lungo sterrato dell’Acquedotto Pugliese, la più grande opera d’ingegneria idraulica d’Europa, si snoda sul ciglio di un’imponente e spettacolare dolina, e attraversa un’oasi naturalistica all’interno della quale sopravvivono antiche macchie di querceti.

Pranzo al sacco.

In questa tappa si percorrono contrade e sentieri costellati di trulli, autentici capolavori architettonici che qui creano un paesaggio unico al mondo, arcaico e incantato. Immersi in questo fantastico scenario si giunge al “Locus rotundus”, luogo della bellezza circolare, il cui centro storico custodisce le caratteristiche casette a “cummerse” con i tetti spioventi ricoperti di chiancarelle.

Fine della tappa e visita all’orto botanico Giardini di Pomona.

Sistemazione, cena e pernotto presso ostello.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 23 km
DISLIVELLO:+250 m in salita, -250 m in discesa
DURATA: 7 ore
DIFFICOLTÀ: impegnativa
FONDO STRADALE: sterrato e asfalto

9° giorno

Prima colazione. Ultimo giorno dedicato alla meta del viaggio, Ostuni, che si raggiunge comodamente con il bus da Locorotondo.

La splendida “città bianca” si trova arroccata su un’alta collina da cui si ammira un magnifico panorama che spazia su un vastissimo paesaggio che arriva fino al mare.
Posizione privilegiata per godere anche della veduta della maestosa Piana degli ulivi secolari nella quale si concentrano gli esemplari più antichi di tutta la Puglia: un luogo sacro della civiltà
mediterranea delle cui origini restano questi colossali testimoni e monumenti viventi.

Tempo libero a disposizione per visitare la città.

Pranzo autonomo, saluti con i referenti locali e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Ci sono camere con letti matrimoniali da condividere, camerate in ostelli che seguono comunque disposizioni Anti-contagio Covid-19.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

E’ necessario munirsi di equipaggiamento idoneo al trekking:

Sono necessari: Zaino ergonomico da trekking in buono stato (peso non superiore ai 15kg a pieno)
Zainetto ergonomico da trekking giornaliero (15/20litri) visto il trasporto dello zaino principale, sacco a letto, sacco a pelo, bastoncini da trekking indispensabili, scarpe o scarponcini da trekking collaudate e in buono stato, ciabatte, pila frontale, giacca antipioggia/vento k-way
T shirt, felpa/pile, calzini (no cotone), pantaloni lunghi e pantaloni corti, cambio intimo, asciugamani, cappellino, borraccia (scorta giornaliera di 1,5 litri d’ acqua ), generi conforto (gel energetici), kit igiene personale, kit pronto soccorso personale, occhiali da sole e crema solare

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.
(L’agenzia non si assume la responsabilità qualora si verifichino problematiche relative ad allergie o intolleranze alimentari non dichiarate).

Referente locale

Conduce il gruppo una guida ambientale escursionistica. Durante il viaggio ci sarà l’affiancamento di un accompagnatore di ViaggieMiraggi.

Livello di difficoltà

È richiesta buona preparazione fisica per affrontare lunghe camminate ed essere abituati all’ambiente montano. Il trekking è da considerarsi mediamente impegnativo, per una lunghezza totale di 100 km circa. Il cammino è accessibile a tutti coloro che hanno esperienza di cammino e buon allenamento.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 9 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
 6 persone8 persone10 persone
Quota viaggio900,00800,00730,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 9 pernottamenti in camera doppia o camerate, con prima colazione inclusa. Bagni privati e
    condivisi.
  • Servizio trasferimento bagagli
  • 8 cene, 1 pranzo
  • 3 transfer in autobus
  • Credenziale di Viaggio
  • Copertura spese e compenso della guida per 9 giorni di affiancamento
  • 3 visite guidate
  • Ingresso Orto Botanico Locorotondo
  • Copertura spese accompagnatore
  • Assicurazione RCT di base (copertura propria della Guida AIGAE)
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)  

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio per Matera e rientro da Ostuni
  • 1 cena e tutti gli 8 pranzi
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Assicurazione infortuni attivabile su richiesta
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero massimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è  6 persone.
Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 17/04/21 25/04/21
  • 29/05/21 06/06/21

Ti accompagnerà

Giacomo

Fin da piccolo grande camminatore e amante della Natura, grazie alla passione trasmessa dal
padre assieme a quella per la regione Puglia, meta di numerosi viaggi e vacanze. Appena può si mette in cammino, prediligendo rotte poco conosciute dal nord al sud della penisola.
Amante della montagna ma altrettanto del mare è infatti anche una bravo istruttore di nuoto. Completati
gli studi in filosofia, un altro suo grande amore, decide di trasformare la passione per il cammino in un vero e proprio lavoro e intraprendere il percorso per diventare guida ambientale escursionistica. Da 4 anni esercita soprattutto nella sua regione d’origine, il Veneto, ma non mancano i viaggi, rigorosamente a piedi, in giro per tutta l’Italia e in particolare nella sua regione preferita: la Puglia. Ama il cibo e la buona compagnia, ha scelto di accompagnarvi in questo viaggio in una terra genuina e generosa come la sua gente e la sua cucina.

Giacomo

Isabella

Isabella nata e cresciuta in Puglia fino a quando il Veneto l’ha adottata dove lavora, con la sua simpatia e la sua solarità vi accompagnerà nel percorrere la Via ellenica un tratto del Cammino Materano. Fin da
bambina giocava nella terra degli ulivi e sugli scogli di questa terra sempre accarezzata dal vento (maestrale , scirocco, grecale) e proprio grazie al vento ama il timido fruscio o le sferzate che la
rappresentano e dipingono i colori della natura selvaggia di queste terre apparentemente bruciate dal sole.
Così dopo anni di distanza lavorativa dalla sua terra natia, dalla sua casa e i suoi abitanti, ha deciso di
trasformarlo in un lavoro, e come guida turistica e naturalistica in Veneto ha pensato di portare quello che ha imparato a spasso per la Basilicata e la Puglia, terre storicamente unite e simili, ricche di storia e
tradizioni da conoscere. Vi porterà a spasso nel tempo, quando contadini, imperatori e popolo mescolavano le loro vite e percorrevano queste vie a piedi tra un sasso di Matera e un muretto a secco di
Alberobello.

Isabella
divisorio