Viaggio in Uzbekistan, a piedi da Tashkent a Samarcanda

Uno splendido viaggio in Uzbekistan, luogo di fascino e bellezze da mille e una notte.

Lungo la Via della Seta, tra possenti montagne, steppe sconfinate e città d’arte, un viaggio a piedi alla scoperta dei paesaggi dove i più grandi re ed esploratori sono passati, ammaliati dal loro fascino e dall’accoglienza dei suoi abitanti. Samarcanda, antica capitale dell’impero di Tamerlano, oggi regala scorci mozzafiato tra i colori delle maioliche turchesi, i palazzi millenari e le sue imponenti moschee. Bukhara, punto d’incontro tra le più importanti vie carovaniere e città pilastro dell’Islam, con la sua Cittadella e le strade brulicanti di vita, Khiva, la fortezza nella steppa. E infine le oasi con i campi di yurte a margine del deserto, dove potremo passare la notte con le popolazioni nomadi.

Un viaggio stupendo, immersi nella storia e la magia d’oriente.

DATE 2021 IN VIA DI DEFINIZIONE IN ATTESA DELLE DISPOSIZIONI GOVERNATIVE.

SPERIAMO DI POTER RITORNARE A VIAGGIARE PRESTO IN QUESTO MERAVIGLIOSO PAESE!

Viaggio in Uzbekistan, a piedi da Tashkent a Samarcanda
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

DATE IN VIA DI DEFINIZIONE

Programma di viaggio in Uzbekistan

1° giorno

ITALIA-TASHKENT

Volo dall’Italia per Tashkent. Accoglienza in aeroporto, breve trasferimento in città e sistemazione in struttura. Pernottamento.

2° giorno

TASHKENT

Dopo la prima colazione, visita guidata della città vecchia con il grande mercato di Chorsu, il complesso di Khasti Imam, la cinquecentesca Madrasa di Barak Khan dove sono custoditi preziosi libri del Corano di Osman (VII) e la Moschea di Tellia Sheikh che si trova davanti con il Mausoleo di Kafal Shashi.

Tashkent ha origini molto antiche, poiché fu fondata dagli Arabi nel 750 come oasi sul fiume Circik. Per molto tempo fu controllata dalle popolazioni nomadi del Turkestan, finché non fu occupata dai Cinesi. Nel 1219 la città fu distrutta da Gengis Khan, per poi essere ricostruita alcuni anni dopo. Nel 1809 la città verrà annessa al Khanato di Kokand, di cui fece parte fino al 1865, anno in cui venne annessa all’Impero russo. Nel 1889 fu collegata al resto della Russia con la costruzione della ferrovia transcaspica.

Pranzo. Nel pomeriggio visita guidata al Museo delle Arti Applicate, alla nuova metropolitana con le sue stazioni decorate e i parchi e le piazze della parte nuova. Cena in ristorante, pernottamento.

3° giorno

TASHKENT-CHIMGAN-GULKAM-BURCHMULLA (con mezzo privato 80 km, circa 2 ore)

Dopo la prima colazione trasferimento con mezzo privato verso le montagne a circa 80 km dalla città fino a raggiungere il Parco Naturale Ugam Chatkal. La strada passa tra le montagne, immersi già nei paesaggi naturali più suggestivi del paese.

Escursione a monte del fiume Paltau. Visita della cascata di Paltau (h = 25 m). Il percorso attraversa un bosco di betulle a circa 1400 m slm, luogo ideale per un picnic e riposo. Ripartenza dopo pranzo e durante il trekking visita della grotta “Obi Rakhmat”, insediamento rupestre dell’era paleolitica. L’escursione termina al fiume Chatkal. Trasferimento in hotel, sistemazione nelle stanze e cena in struttura. Pernottamento in hotel situato sulla riva del lago Charvak.

Percorso: 13 km, 300 m dislivello complessivo in salita.

4° giorno

BURCHMULLA-AKSARSAY-BURCHMULLA

Dopo la colazione partenza di mattina per trasferimento al fiume Pskem, intorno la riva del grande lago Charvak Escursione a monte del fiume Aksarsay (950-1000 m). Visita della cascata e picnic li vicino per il pranzo. Ripartenza seguendo il corso del fiume Pskem. Trasferimento in hotel (20 km). Cena e pernottamento.

Percorso: 16 km, 350 m dislivello complessivo in salita.

5° giorno

BURCHMULLA-KUMBEL-TASHKENT

Dopo la colazione partenza per il trekking verso la vetta del Monte Kumbel che, con i suoi 2250m slm, è una cima di tutto rispetto da cui godere sul panorama circostante. Parte del percorso sarà effettuato con la seggiovia della stazione sciistica Beldersay. Pranzo in vetta, e discesa a valle trasferimento con mezzo privato a Tashkent (85 km, 2 ore). Tempo libero e cena in ristorante locale. Rientro in struttura e pernottamento.

Percorso: 7 km, 600 m dislivello complessivo in salita.

6° giorno

KHIVA

Dopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto per il volo interno a Urgench. Arrivo in aeroporto e trasferimento a Khiva, sistemazione in struttura e visita guidata a piedi della città.

Khiva, piccola fortezza e florido centro commerciale sulla Via della Seta; le prime informazioni certe risalgono al XVI secolo, quando divenne capitale del Khanato di Khiva nel 1592. Per molto tempo la città viene ricordata per il mercato degli schiavi che destò l’attenzione della Russia e nel 1717, quando un esercito di circa 4000 uomini giunse a Khiva al comando del principe Aleksandr Bekovič.                                                                                                                  Si accede attraverso la porta della fortezza “Ata darvaza” (Itchan Qala-citta interiore). I monumenti architettonici del forte furono eretti durante il X-XVIII secolo e sono conservati in buone condizioni fino ad oggi. Visiterai successivamente il minareto incompiuto Kalta Minar, la madrasa di Mohamed Aminkhan, l’assedio del re e l’antico palazzo Kunya Ark, la madrasa di Mohamed Rahimkhan, il mausoleo di Said Alouddin, il mausoleo di Mahmud Pahlavano e il minareto di Islamkhodja.

Pranzo libero. Seguono le visite guidate della Moschea di Djuma, del Caravan Saray, del Palazzo Tosh Khavli e del Harem di Khan.

Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel.

7° giorno

KHIVA-BUKHARA (in pullman 450 km)

Dopo la colazione partenza per Bukhara. La strada attraversa il deserto di Kyzyl-Kum tra spazi sconfinati e le dune di sabbia. In precedenza, le carovane in direzione ovest passavano attraverso quella parte della Via della Seta che collegava le città occidentali e Bukhara. Pranzo nel centro del deserto dove c’era Caravan Seraglio, luogo di sosta per i viandanti. Arrivati a destinazione, sistemazione in hotel e breve tempo per relax.

Bukhara è stata per secoli una delle più importanti città della Transoxiana islamica, sita a oriente del Khorasan. Durante l’invasione mongola, fu distrutta da Gengis Khan e cadde poi sotto l’influenza di Tamerlano. Più tardi divenne famosa come Khanato di Bukhara, crescendo rapidamente in quanto snodo fondamentale sulla Via della Seta. La città divenne così di nuovo un importante centro religioso dell’Asia; si costruirono numerose moschee e madrase che testimoniano ancora oggi uno splendido passato. Tra il 1261 e il 1264 vissero per tre anni Niccolò e Matteo Polo, prima di partire verso la corte di Kublai Khan.

Nel pomeriggio prima visita guidata del complesso di Labi Khauz con 3 enorme madrase, Khanakha, la madrasa di Nadir Devonbegi, la madrasa di Kukeldash. Cena in ristorante locale, passeggiata serale per ammirare il centro illuminato, rientro in struttura e pernottamento.

8° giorno

BUKHARA

Dopo la prima colazione, giornata dedicata a scoprire le meraviglie della città Patrimonio dell’Unesco. Sarà una visita completamente a piedi tra i vicoli della città che ha conservato in maniera splendida il centro storico, i suoi palazzi e le mura di cinta.

Si comincia dal Mausoleo di Ismail Samani, il Mausoleo di Shashma Ayub, la cittadella – Ark, la moschea di Bolo Khauz. Dopo pranzo si continua con la moschea di Magoki-Attari, il mercato dei gioiellieri medievali Toki zaffaron (oro rosso) e i cambiavalute Toki Sarrafon, il mercato dei cappelli Toki Telpakfurushon, Tim di Abdullakhan, la madrasa di Ulug Beg e la madrasa di Abdul Aziz Khan. Nel cuore della città, si potrà ammirare l’ensemble di Poyi Kalyan con il minareto Kalyan, la madrasa di Mir Arab, la Grande Moschea. Al tramonto potremo godere dell’atmosfera passeggiando intorno al complesso Poyi Kalyan.

Dopo la cena, rientro in struttura e pernottamento.

9° giorno

BUKHARA-NURATA-AYDARKUL-YANGIGAZGAN (con mezzo privato 280 km)

Dopo la colazione partenza per Gijduvan, famosa per la sua scuola di ceramica Uzbeka che potremo ammirare nella bravura degli artigiani locali con una visita guidata nel laboratorio dei ceramisti. Proseguimento del viaggio per Nurata, attraverso il grande deserto di Kyzyl- Kum. Arrivo a Nurata, una vera oasi nel deserto fondata da Alessandro Magno nel 327 a.C, visita e scoperta della città: la piscina dove nuotano pesci sacri; la moschea e i resti della cittadella Sogdiana edificata dallo stesso Alessandro. Dopo il pranzo, si raggiungono le rive del lago Aydarkul, con possibilità per coloro che desiderano di rilassarsi e fare il bagno nelle sue acque. Partenza per Yangigazgan, luogo di raccolta di popoli nomadi del deserto e sistemazione nel campo delle yurte. Dopo l’accoglienza, un breve giro con il cammello nel deserto fino a poter  godere del tramonto prima di rientrare verso casa, una vera e propria yurta khazaka nel mezzo del deserto. Cena tradizionale accompagnata da vodka e canti attorno al fuoco. Pernottamento.

10° giorno

YANGIGAZGAN-HAYAT (180 km)

Dopo la prima colazione trasferimento verso Hayat con una sosta durante la strada per la visita ad uno degli alberi più antichi del mondo, un abete di 2000 anni nei pressi di Mojrum. Arrivo per pranzo al villaggio di Hayat, un bellissimo contesto naturale ai piedi delle catene di Nourratine. Dopo la sistemazione nella casa locale, un trekking ci porterà a scoprire i primi sentieri della zona. A ritorno potremo conoscere alcuni dei suoi abitanti e chiacchierare con loro davanti a un buon tè. Cena e pernottamento in casa locale.

 Percorso: 8 km, 300 m dislivello complessivo in salita.

11° giorno

HAYAT-UXUM-HAYAT

Dopo la colazione giornata dedicata a un altro sentiero della zona. Dopo la visita al mercato del villaggio si parte per il cammino verso il passo dei Monti Nurata a circa 2000 m di quota, da cui godere della vista sul villaggio di partenza e le valli circostanti. Pranzo al sacco e discesa verso l’antico villaggio tagico del Karisay. Rientro ad Hayat, cena e pernottamento in casa locale.

Percorso: 15 km, 400 m dislivello complessivo in salita.

12° giorno

HAYAT-JIZZAX-SAMARCANDA (220 km)

Dopo la colazione trasferimento a Samarcanda, una delle città più importanti dell’Asia, celebre in tutto il mondo e vero centro di sviluppo di tutto il paese. Durante la strada si faranno delle soste per ammirare il paesaggio e i villaggi che ospita. Arrivo e sistemazione in hotel.

Samarcanda è una delle più antiche città del mondo, che ha prosperato per la sua posizione lungo la Via della seta, la maggiore via commerciale di terra tra Cina ed Europa. Un tempo Samarcanda fu la città più ricca dell’Asia centrale e per la maggior parte della sua storia fece parte del Primo impero Persiano. Era già capitale sotto gli Achemenidi di Persia quando Alessandro Magno la conquistò nel 329 a.C. Sotto i Sasanidi, Samarcanda rifiorì e diventò una delle città maggiori del loro Impero. La città, il cui etimo significa in lingua sogdiana “fortezza di pietra” dal 2001 figura nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO sotto il titolo di Samarcanda – Crocevia di culture.

Dopo pranzo, visita guidata con il laboratorio di pergamena di Samarcanda (prodotto nel modo ancestrale dalle bucce di gelso), la fabbrica di tappeti di seta e l’osservatorio di Ulug Beg e il museo di Afrosiab con i suoi affreschi risalenti al VII secolo, ed infine il mausoleo di Amir Temur che ospita la tomba di Tamerlano sotto la sua stupenda cupola turchese. Cena in ristorante locale e passeggiata serale per ammirare i monumenti della città illuminati. Rientro in struttura e pernottamento.

13° giorno

SAMARCANDA

Dopo la colazione visita a piedi di Samarcanda: la celebre Piazza Registan con le sue tre madrase, gli istituti superiori della scuola coranica, incluse la madrasa di Ulug Beg (XV secolo), la madrasa di Shir Dar (XVII secolo), la Madrasa Tillya Kari (XVII secolo). Visita anche della moschea di Bibi Khanum costruita nel 1399 per ordine di Tamerlano e del più grande mercato di Samarcanda che si trova accanto la moschea. Dopo il pranzo libero al mercato, continua la visita con la necropoli di Shakhi Zinda. A seguire trasferimento alla stazione ferroviaria per il treno veloce “Afrosiyob” diretto a Tashkent. Arrivo nella capitale in serata, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

14° giorno

Dopo la colazione, in funzione degli orari del volo, trasferimento in aeroporto, saluti con i referenti locali e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. I pernottamenti sono previsti in hotel, guest house e una notte nella yurta nel campo tendato; i trasferimenti in aereo con la compagni nazionale Uzbekistan Air, pulmino e treno.

Nessuna vaccinazione obbligatoria. Necessario passaporto con scadenza residua di almeno 3 mesi. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento.

Sono necessari: scarpe da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zaino per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Referente locale

Il viaggio è interamente accompagnato da una guida locale parlante italiano. Per i sentieri di montagna ci sarà anche una guida abilitata parlante inglese. Il viaggio prevede inoltre l’accompagnamento di un referente dall’Italia di ViaggieMiraggi.

Livello di difficoltà

Il viaggio è mediamente impegnativo. Ci sono diversi spostamenti in pullman anche di 3/4 ore non sempre su strade asfaltate. I trekking sono a base fissa e i percorsi sono adatti a persone in buono stato di salute e abituate a camminare almeno 3-4 ore al giorno.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 14 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
12 persone10 persone8 persone
Quota viaggio1660,001720,001820,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera condivisa e prima colazione
  • tutti i pasti con bevande analcoliche incluse
  • trasporti interni con mezzo privato o con il treno
  • volo interno Tashkent – Urgench/Khiva solo andata, tasse e bagaglio in stiva inclusi
  • copertura spese e compenso della guida locale per 14 giorni di affiancamento
  • copertura spese e compenso della guida trekking locale per 3 giorni
  • copertura spese per accompagnatore dall’Italia
  • ingressi ai parchi, musei come da programma
  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (da 580,00 euro in alta stagione)
  • supplemento camera singola (260€ totali)
  • pranzo libero del 13° giorno
  • ticket per macchine fotografiche sui siti e musei (dove previsto)
  • assicurazione annullamento Filodiretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o al momento della conferma del viaggio
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 8 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma
divisorio