Kenya cibo e cultura

Cosa si mangia in Kenya

Il mangiare keniota è figlio della sua storia, dal momento che unisce influenze arabe, inglesi e indiane. Presenta una certa varietà e, pur non essendo particolarmente piccante, fa ampio utilizzo di spezie.

I piatti più famosi in questa cucina sono

  • Irio. È una zuppa a base di fagioli a cui si aggiungono patate, spinaci e mais
  • Stew. Stufato di fagioli con pezzi di carne
  • Ugali. Polenta a base di mais che può essere accompagnata da carne o pesce
  • Matoke. Particolare purea di banane.
  • Mkate Mayai. Frittella con uova e carne
  • Sambusa. È un piatto presente anche nei paesi arabi. Sono frittelle con macinato.
  • Mandaazi. Focacce.

Trattandosi di un paese di mare sono molto consigliati il pesce e i frutti di mare.

È molto valida anche la carne. In particolare andrebbe provato l’agnello, spesso servito con lo yogurt. Si può trovare carne di capra, di pollo (alla base del kuku wakupata, piatto tipico) e di manzo.

Si trovano anche delle ottime verdure, tra cui fagioli, patate, piselli, cipolle.

Molto amato è il latte di cocco, utilizzato in cottura nei piatti a base di carne e pesce, ma anche sulle verdure e nelle minestre. Stesso utilizzo viene fatto con la banana.

Il Chapati è uno dei pani più comuni. Proviene dall’india e viene spesso aromatizzato al cocco.

Kenya cibo e cultura

250 Compagni di viaggio.

Partecipa alla Campagna Soci 2020 di ViaggieMiraggi!

Diventa anche tu un nostro compagno di viaggio e cammina insieme a noi! Scopri come diventare socio>>>