Il blog di VeM

Un’esperienza di turismo responsabile targata ViaggieMiraggi Marche e Radio Popolare

Marche | Un’esperienza di turismo responsabile targata ViaggieMiraggi Marche e Radio Popolare

11 luglio 2017

Con un gruppo di curiosi del mondo e in compagnia di una giornalista, siamo andati alla scoperta del Montefeltro, meta per noi sperimentale, alla quale abbiamo pensato anche in conseguenza al terremoto dell’autunno scorso.

Non abbiamo sprecato neppure un secondo nel lasciarci rapire dalle numerose testimonianze di storia, cultura, arte e dai ricchi e genuini sapori di una terra incantevole!

Abbiamo inaugurato il viaggio immergendoci nella sublime atmosfera di Urbino: passeggiando all’interno dei saloni maestosi del raffinato Palazzo Ducale, curiosando nello Studiolo di Federico da Montefeltro, salendo la scala a chiocciola del famoso Torricino per godere dalla “vetta” di un panorama mozzafiato, per metà urbano e per metà collinare, alla luce calda del tramonto. E che dire poi delle bellezze conservate nella Galleria Nazionale delle Marche!

A fine giornata, dopo tanta soddisfazione per gli occhi e giunto il momento di dare spazio al gusto; abbiamo assaporato il buon cibo biologico di Fausto nei locali della Galleria dell’Altra Economia, luogo di diffusione di un modello di economia solidale, e aggiunto anche un posto a tavola per Nico di Terre in Moto, col quale abbiamo trattato il tema del sisma.

Il secondo giorno ci siamo spostati a San Leo: dopo una passeggiata rilassata nell’incantevole borgo, siamo andati a conoscere Alberto a Cà del Santo, storica casa agricola che ospita l’Arca dei Semi di Civiltà Contadina. Alberto ci ha accolto con frutta fresca saporitissima e poi ci ha intrattenuto parlandoci dei semi antichi che conserva con tanta cura e dedizione.

Nel pomeriggio non abbiamo resistito dal visitare l’imponente Forte arroccato di San Leo, uno dei rinomatissimi castelli del Montefeltro.

Il giorno seguente è stata, invece, la volta del Castello Brancaleoni di Piobbico, paese alle pendici del Monte Nerone, e di Bacciardi, un paese di sette abitanti!
Quattro dei sette sono Betty, Lollo e i loro due bimbi, che hanno dato forma ad un meraviglioso mondo, chiamato Slowcanda, fatto di animali, frutta e ortaggi coltivati secondo i principi della biodinamica. Qui, insieme alla giornalista Tiziana, ci siamo concessi anche un collegamento in diretta con Sidecar, la trasmissione di Radio Popolare sugli eventi del weekend, in onda il sabato!

Il pomeriggio torrido è stato, a seguire, un’ottima scusa per allungarsi nel sentiero del Fosso dell’Eremo, mettere i piedi a bagno nel fiume e camminare fino a ritrovare i ruderi dell’Abbazia di Morimondo.

Ed eccoci alla fine del viaggio! Dulcis in fundo, abbiamo visitato il Castello di Gradara, uno dei gioielli del Medioevo, gustato una piadina con vista sull’infinita distesa di mare a Fiorenzuola di Focara, nel bel mezzo del Parco Naturale di San Bartolo e, dopo un salto nel cuore di Pesaro, tutti verso casa!

Ringraziamo ogni singolo viaggiatore per aver lasciato la propria, significativa, impronta!