Viaggi Marche

Viaggi
Marche

Marche L'infinito, tra borghi e natura

Tutta la varietà della natura e della cultura racchiusa in una sola regione, come in uno scrigno. Le Marche sono una culla di gioielli: i dolci colli di Recanati, il mare bello di Sirolo e Portonovo, i maestosi Monti Sibillini, le strabilianti gole e le grotte di Frasassi, i piccoli borghi dei castelli di Jesi, città d’arte come Urbino e Ancona. Le Marche sono la destinazione ideale per tutti i gusti: amanti dello sport all’aria aperta, del buon cibo, della storia, degli antichi mestieri, della tradizione e della bellezza.

Offerte Marche, si parte con VeM :)

Marche // Turismo responsabile

I nostri viaggi di turismo responsabile nelle Marche si caratterizzano per la dimensione dell’incontro e la conoscenza diretta, intima, con il territorio e le persone che lo abitano: le piccole realtà locali sono fatte di persone che, dedicando le proprie energie in progetti legati alla sostenibilità ambientale e sociale, cercano di migliorare i luoghi che li ospitano. Dialoghiamo con i piccoli produttori che fanno grande il territorio e condividiamo con i responsabili dei progetti il cibo genuino della nostra regione;  il tutto mentre ci raccontano la loro storia e le attività che li impegnano nello sviluppo e nella valorizzazione del territorio in maniera etica e virtuosa. Facciamo riferimento ad aziende agricole a conduzione biologica per il buon cibo e a strutture a gestione familiare che siano immerse nel verde, come gli agriturismi, o vecchie abbazie millenarie, per svegliarci in pace la mattina. Un andare gentile per scoprire a fondo la nostra tradizione.

Cos'è il Turismo Responsabile?

Uno scrigno di luoghi preziosi, le Marche

Le Marche sono una pluralità e non solo nel nome; una regione affezionata alle tradizioni, dove la varietà di paesaggi naturali si sposa in maniera armonica con città d’arte e piccoli borghi. Con il buon cibo e gli splendidi panorami, le Marche sono una regione genuina ed elegante.

Mare e Spiagge

La qualità delle acque della costa adriatica fa guadagnare, ogni anno, alle località marittime delle Marche l’assegnazione di bandiere blu. Il litorale è caratterizzato da lunghe spiagge di sabbia finissima o ghiaiose, fornite di servizi balneari di alta qualità, e dalle spettacolari spiagge da sogno della Riviera del Conero, dove il verde della lussureggiante macchia mediterranea del Monte Conero si immerge nelle acque cristalline. Alle pendici del promontorio spicca come un gioiello Sirolo, antico borgo medievale soprannominato “la perla dell’Adriatico”, con le sue famose spiagge:  la spiaggia delle Due Sorelle, la spiaggia dei Sassi Neri e la spiaggia Urbani; l’incantevole Portonovo e la selvaggia Mezzavalle si trovano invece un po’ più a nord.

Natura

Nelle Marche il paesaggio sempre diverso, che nel passato ha ispirato opere di scrittori, poeti, pittori, musicisti e compositori celebri, si presenta oggi come un paradiso per gli sportivi e per gli amanti della natura: la regione ospita, infatti, ben due parchi nazionali, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, e quattro parchi regionali, il Parco del Conero, il Parco Sasso Simone e Simoncello, il Monte San Bartolo, il Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi. La gentilezza di questo territorio si svela nel profilo delle dolci colline che si perdono all’infinito, nei campi coltivati di mille colori e sfumature, nelle distese di girasoli, negli uliveti e nei vigneti; mentre il carattere deciso si mostra nelle strabilianti vette delle montagne maestose dell’Appennino umbro-marchigiano e negli importanti complessi carsici con gole e grotte spettacolari, come le Grotte di Frasassi.

Borghi e città d’arte

Le Marche sono costellate da piccoli borghi medievali dove si respira ancora l’aria della tradizione e dove è ancora consuetudine esercitare gli antichi mestieri. Ma esplorare i borghi marchigiani è anche sinonimo di degustare del buon cibo con prodotti rinomati come il ciauscolo, le olive ascolane o il prosciutto di Carpegna, e dell’ottimo vino, come il Verdicchio dei Castelli di Jesi o la Vernaccia di Serrapetrona. La buona cucina è solo uno degli aspetti culturali salienti di una terra dove storia e arte si mettono orgogliosamente in mostra: Urbino, città ducale per eccellenza e massima espressione del Rinascimento, ospita, oltre al Palazzo Ducale, la Galleria nazionale delle Marche; il Palazzo Leopardi a Recanati, la casa del celebre poeta Giacomo Leopardi, è una meta imperdibile; Jesi è stata definita dall’Unesco “la città esemplare” e Ancona, “la città greca” e uno dei maggiori porti italiani, è un crogiolo di architetture. Completano il quadro castelli, fortezze e rocche, come la fiabesca Rocca di Gradara che è stato lo scenario del grande amore di Paolo e Francesca, e luoghi di spiritualità come le bellissime abbazie e la Basilica della Santa Casa di Loreto, che è il più grande santuario mariano d’Italia.

Marche // Consigli e curiosità

  • Il nome del capoluogo della regione, Ancona, deriva dal termine greco Ankòn che significa “gomito” ed è dovuto alla forma del promontorio sul quale sorge.
  • Il vino di visciole è uno dei prodotti agroalimentari tradizionali delle Marche, prodotto da ciliegie selvatiche. Era tradizionalmente impiegato per festeggiare la nascita del primo figlio ed era consuetudine che i contadini possedessero almeno un albero di visciole nel proprio orto.
  • Scrisse Giosuè Carducci delle Marche: “(…) così benedetta da Dio di bellezza, di varietà, d’ubertà, tra il degradare dei monti che difendono, tra il distendersi dei mari che abbracciano, tra il sorgere de’ colli che salutano, tra l’apertura delle valli che arridono (…)”