Viaggio in Bosnia Erzegovina: Capodanno a Sarajevo

ULTIMI POSTI!!

Sette giorni tra Bosnia Erzegovina e Dalmazia alla scoperta di antiche città ricolme di fascino come Mostar, Sarajevo, Travnik e Jajce, indagando gli infiniti sincretismi culturali nati dall’incontro tra cultura slava, ottomana e sefardita.

A Jajce incontreremo i membri del centro giovanile locale, alcuni dei quali negli anni passati si sono battuti contro la segregazione scolastica su base etno-nazionale ancora esistente in alcune zone della Bosnia Erzegovina.

A Blagaj scopriremo la tekija derviscia del XV secolo assieme ad un’associazione locale. 

Durante la giornata dedicata a Sarajevo verrà organizzato un incontro con un ricercatore locale per riflettere sul trentennale dall’inizio dell’assedio di Sarajevo (6 aprile 1992).

L’ultimo giorno è dedicata a Sebenico per scoprire i lasciti veneziani della costa dalmata.

Viaggio in Bosnia Erzegovina: Capodanno a Sarajevo
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Bosnia Erzegovina

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti alle 13.00 presso la stazione ferroviaria di Trieste, incontro con il nostro mediatore culturale e partenza per Jajce (Bosnia Erzegovina). Arrivo nel tardo pomeriggio, sistemazione in B&B a gestione familiare. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento.

Camere doppie e singole con bagno privato.

2° giorno

Colazione in famiglia. In mattinata visita guidata del centro cittadino con le sue maestose cascate che nascono dall’incontro dei fiumi Vrbas e Piva; i lasciti romani, ottomani e asburgici; il museo dell’Avnoj, il consiglio antifascista della guerra di liberazione nazionale, che proprio a Jajce il 29 novembre 1943 tenne la sua seconda sessione sancendo in qualche modo la nascita della Jugoslavia socialista. Prima di pranzo incontreremo i membri del centro giovanile locale, alcuni dei quali negli anni passati si sono battuti contro la segregazione scolastica su base etno-nazionale ancora esistente in alcune zone della Bosnia Erzegovina.

Pranzo libero

Nel primo pomeriggio partenza per Sarajevo con sosta a Travnik per una breve visita della cittadina che ha dato i natali allo scrittore premio nobel Ivo Andrić autore de “Il ponte sulla Drina”: dalla moschea colorata alla casa-museo di Andrić sino alla fortezza medioevale.

Arrivo nel tardo pomeriggio a Sarajevo e sistemazione in hotel nel centro storico. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento.

Camere doppie e singole con bagno privato

3° giorno

Colazione in hotel.
In mattinata visita guidata del cuore ottomano (čaršija), ma anche delle chiese ortodosse e cattoliche; infine la Viječnica, inaugurata come municipio nel 1896 durante la dominazione austro-ungarica e costruito in stile pseudo-moresco, dal 1949 divenne sede della Biblioteca Nazionale ed Universitaria della Bosnia-Erzegovina. Incenditata e distrutta dalle granate serbe nell’agosto del 1992 durante i primi mesi dell’assedio di Sarajevo, è stata riaperta il 9 maggio 2014.

Pranzo libero

Nel pomeriggio è prevista la visita del Museo dell’infanzia di guerra che ospita una collezione di oggetti e memorie dei bambini che hanno vissuto la loro infanzia durante il conflitto.

Il cenone di Capodanno è previsto in un ristorante tradizionale nel centro cittadino di Sarajevo. Pernottamento in hotel.

4° giorno

Colazione in hotel. In tarda mattinata visita tematica lungo le tracce della comunità ebraica cittadina dalle due sinagoghe askenazita e sefardita sino al vecchio cimitero, il secondo più grande d’Europa dopo quello di Praga.

Pranzo libero

Nel pomeriggio è previsto un incontro con un ricercatore locale per riflettere sul trentennale dall’inizio dell’assedio di Sarajevo (6 aprile 1992).

In serata cena in ristorante tradizionale e pernottamento.


5° giorno

Colazione in hotel. Partenza per Blagaj (20 minuti) e  incontro con il partner locale di questa quinta giornata, l’ong ambientalista Novi Val. In mattinata visiteremo il villaggio ed in particolare la tekija, la casa dei dervisci risalente al XVI secolo costruita tra le rocce da cui fuoriesce la sorgente del fiume Buna.

La tekija è un luogo di straordinaria spiritualità e raffinatezza, con i suoi soffitti in legno intagliati da mani esperte del tempo e con un avveniristico sistema di riscaldamento dell’acqua inserito nel pavimento.

Pranzo in ristorante tradizionale lungo il fiume Buna a base di trote fresche.

Dopo pranzo spostamento a Mostar. Visita guidata del cuore storico turco ottomano della città, con lo Stari Most (Ponte Vecchio) – abbattuto nel 1993 e oggi ricostruito – e l’antica Moschea Koski Mehmed Pascià. Prima di cena è previsto un ultimo momento di riflessione assieme a un giornalista mostarino testimone diretto degli eventi degli anni novanta.

Cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel nel centro cittadino.
Camere singole e doppie con bagno privato

6° giorno

Colazione in hotel. Partenza per Sebenico (Šibenik), lungo la costa dalmata.

La piccola Sebenico mostra in modo eccellente come il patrimonio storico-culturale può essere valorizzato per proporre un turismo consapevole e sostenibile. Le sue quattro fortezze sono diventate musei, centri culturali, spesso offrendo degli scorci mozzafiato sull’Adriatico. Visiteremo l’imponente fortezza di San Nicolò, appoggiata come una punta di freccia in mezzo al mare, ma saliremo anche sulla fortezza di San Michele, oggi Fortezza della Cultura, centro culturale e teatro all’aperto. 

Qui incontreremo un  esperto del patrimonio storico e dipendente della Fortezza, il quale ci racconterà la trasformazione di questo castello.

In serata cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel.

Camere singole e doppie con bagno privato

 7° giorno

Colazione in hotel. Partenza per Trieste con pranzo libero lungo il percorso. Arrivo alla stazione ferroviaria di Trieste previsto per le ore 15. 

 

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori.
Sono valide le misure di prevenzione e contenimento del Covid19 previste nei singoli Stati. Per dettagli consultare: viaggiaresicuri.it
A bordo dei mezzi di trasporto è consigliato l’utilizzo della mascherina.

Sono necessari Carta d’Identità valida per l’espatrio o Passaporto con scadenza superiore ai tre mesi. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl.

 

Referente locale

Il viaggio è completamente accompagnato da Bojan, referente di Confluenze. Nel sud-est Europa con lentezza, profondo conoscitore della cultura locale.

Livello di difficoltà

In questo viaggio sarà utilizzato un mezzo privato con spostamenti in media di 3 ore e massimo 10 (primo e ultimo giorno). La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie. Si dorme presso piccoli hotel, in famiglia e in guest house a gestione locale.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 7 giorni per un gruppo di:

 

VoceQuota individuale
8-15 persone
Quota viaggio€ 995,00

Il costo totale espresso comprende:

  • materiale informativo
  • incontro pre viaggio e verifica post – viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia con trattamento di B&B o in famiglia con bagno condiviso (giorno 1)
  • minibus 20 posti, carburante e pedaggi
  • copertura spese dell’autista
  • copertura spese e compenso dell’accompagnatore per 7 giorni di affiancamento
  • sei cene con una bevanda inclusa
  • compensi di intermediazione e servizi di agenzia
  • Assicurazione medico-bagaglio Nobis Filodiretto

Il costo totale espresso NON comprende:

  • supplemento singola (quota indicativa € 165,00)
  • assicurazione annullamento Axa acquistabile  in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio valuta locale/euro
  • ingressi a musei gallerie (quota indicativa €20)
  • 7 pranzi (quota indicativa €10-15 ciascuno)
  • i trasporti extra in taxi per visite libere
  • bevande alcoliche extra
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone.

Il viaggiatore sarà informato 20 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 29/12/22 04/01/23

Partenze confermate

Ti accompagnerà

Bojan

Bojan è nato nel 1975 a Belgrado e ha studiato Storia all’Università di Trieste, dove ha conseguito anche il Dottorato di ricerca. Si è occupato prevalentemente di storia dell’Europa Orientale, ma anche della storia di Trieste fra l’Otto e Novecento. Ha conseguito il master in Storia Centro-Europea al Central European University di Budapest. In seguito, oltre alle varie collaborazioni accademiche, ha lavorato anche come mediatore culturale, traduttore (serbo-croato, italiano e inglese), produttore televisivo e illustratore. E’ autore di oltre venti saggi scientifici e tre monografie, fra cui segnaliamo la Storia della letteratura e della cultura serba (con Marija Mitrović; Argo: Lecce, 2015).

Bojan
divisorio