Capodanno in Molise, trekking del Matese con le ciaspole

Viaggio tra le storie, i monti e i borghi del Matese

Il viaggio “Capodanno con le storie, i monti e i borghi del Matese” dà la possibilità di vivere una vacanza dall’alto contenuto naturalistico, storico-culturale, architettonico ed enogastronomico. Ospitati da Campobasso, capoluogo molisano dal caratteristico centro storico aggrovigliato sulla roccia e dominato dal castello Monforte, ci si sposta alternando ciaspolate e visite ad alcune delle maggiori realtà storico-artistiche-naturalistiche della regione.

Capodanno in Molise, trekking del Matese con le ciaspole
Foto di Antonio Meccanici
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Molise

1° giorno

Arrivo a Campobasso e aperitivo di benvenuto. Sistemazione nelle camere e visita del museo dei Misteri, attrazione folkloristica del capoluogo molisano. Spiegazione del viaggio. Cena e visita serale del centro storico. Cena in ristorante. Pernotto in Bed and breakfast.

2° giorno

Situata in uno dei più grandi pianori del Massiccio del Matese e contorniata da cime e boschi, la stazione sciistica di Campitello Matese si sviluppa con diversi chilometri di piste sui versanti di Monte Miletto (2050 metri s.l.m.), Colle del Caprio (1800 metri s.l.m.) e Colle del Monaco (1708 metri s.l.m.). Allontanandosi dalle piste da sci alpino, ci si immerge in una natura silenziosa, fra praterie d’alta quota e boschi di faggi. La ciaspolata/escursione attraversa il Bosco di Campitello, caratteristica faggeta con esemplari di discrete dimensioni, per poi raggiungere la cima di Serra le Tre Finestre (1731 metri s.l.m.), dalla quale si gode di un bel panorama sul resto dell’Appennino Sannita e sulle colline del Molise centrale. Goduta a pieno la vista, si scende sul versante settentrionale di Serra le Tre Finestre, per arrivare a costeggiare Monte Acerone (1594 metri s.l.m.) ed entrare nel Bosco Monte Acerone, altra faggeta dalle grandi dimensioni con esemplari magnifici di faggi e suggestivi ambienti. Successivamente si giunge prima al bel eremo di Sant’Egidio (IX secolo) e poi in località Pianelle, non senza attraversare un’altra bellissima faggeta (Bosco Pianelle), fra balconi panoramici e scoscesi valloni. Picnic. Cena in ristorante. Pernotto in B&B.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 12 km.
Dislivello totale in salita: +972 metri.
Dislivello totale in discesa: -1180 metri.
Livello di difficoltà: media.

3° giorno

Si sviluppa sul versante nordorientale del Massiccio del Matese con vista panoramica sulle maggiori cime: Monte Miletto (2050 metri s.l.m.), Monte La Gallinola (1923 metri s.l.m.), Monte Mutria (1823 metri s.l.m.) e Serra le Tre Finestre (1736 metri s.l.m.). Siamo al confine tra il Molise e la Campania. È un territorio selvaggio e solitario, ricco di lussureggianti faggete, con bellissimi balconi panoramici sulle vette matesine e su un grande e affascinante lago carsico, il Lago del Matese. A dare risalto maggiore alla ciaspolata sono i profondi abissi di Pozzo della Neve (-1048 metri di profondità e oltre 8000 metri di sviluppo) e di Cul di Bove (-913 metri di profondità e 3900 metri di sviluppo), grandi grotte nate dall’azione erosiva dell’acqua e famosissime in ambito speleologico. Picnic. Cena in ristorante. Pernotto in B&B.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 15 km.
Dislivello totale in salita: +320 metri.
Dislivello totale in discesa: -310 metri.
Livello di difficoltà: facile.

4° giorno

Accolti dai primi dolci rilievi del massiccio matesino, si cammina nei meandri della ricchissima storia di un piccolo comune del Molise: Sepino. Partendo dal villaggio sannita di Saipins, in località Terravecchia, a 953 metri s.l.m., si visitano i resti della città preromana (IV sec. a.C.), con doppia cinta difensiva fatta di grandi massi e tre piccole porte: la postierla del Matese, la porta dell’Acropoli e quella del Tratturo. Lungo la discesa si trovano i resti del Conventino di Santa Maria degli Angeli, piccolo cenobio francescano ottocentesco. Ancor più verso valle si visitano il tempio sannita e poi area di culto cristiana di San Pietro di Cantoni. Alternando fasi di frequentazione a fasi di abbandono, il tempio sannita è del IV secolo a.C. ed è dedicato alla dea Mefite, protettrice della fertilità. Mentre la chiesa cristiana è riferibile al IV secolo d.C. Arrivati nel piano, si viene accolti dalla magnificente città romana di Saepinum (fondazione del II secolo. a.C. e massimo splendore in età augustea, a cavallo fra il I sec. a.C. e il I sec. d.C.). Vero gioiello archeologico, la città romana ha il classico assetto urbanistico con decumano (ancora lastricato) e cardo, l’intera cinta muraria a delimitarne i confini, quattro porte monumentali, il teatro, le terme, il foro, la basilica, il complesso campus-piscina-porticus, il macellum, due quartieri di abitazioni e tanto altro ancora. Risaliti le prime colline, si arriva al gradevolissimo paese medievale di Sepino, tutt’ora abitato. Picnic. Cena in casolare di campagna. Pernotto in B&B.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 12 km.
Dislivello totale in salita: +109 metri.
Dislivello totale in discesa: -494 metri.
Livello di difficoltà: facile.

5° giorno

Ciaspolata/escursione media-difficile nella parte più occidentale del versante nord-est del Massiccio del Matese. Partendo dal bel borgo di Roccamandolfi, caratterizzato da molte storie sul fenomeno dei Briganti e dai ruderi di un notevole castello, si attraversa il canyon del torrente Callora, per poi salire su Colle di Mezzo (1426 metri s.l.m.) e su la Difenzola (1398 metri s.l.m.), due balconi panoramici da quali ammirare il complesso montuoso di Monte Miletto e i picchi della catena montuosa laziale-molisana delle Mainarde, oltre che una bellissima fetta del restante Molise. Costeggiando poi Monte Patalecchia (1400 metri s.l.m.) si arriva prima sui luoghi dell’apparizione, avvenuta nel 1888, della Madonna Addolorata e del Cristo Morto ad alcune pastorelle di un piccolissimo borgo molisano, Castelpetroso, e poi all’affascinante Basilica Minore dell’Addolorata, struttura dall’avvenente profilo neogotico. Picnic. Cena in casolare di campagna. Pernotto in B&B.

Caratteristiche tecniche della tappa
Durata: 4/5 ore.
Lunghezza della tappa: 15.8 km.
Dislivello totale in salita: +952 metri.
Dislivello totale in discesa: -983 metri.
Livello di difficoltà: media-difficile.

6° giorno

Accarezzati dal rilassante infrangersi delle onde, ci immergiamo nel piccolo ma bellissimo centro storico di Termoli, situato su uno sperone roccioso a ridosso del mare Adriatico. Fra il caratteristico castello Svevo, l’elegante cattedrale romanica dedicata a Santa Maria della Purificazione, la bella passeggiata di Montecastello, gli ampi slarghi e le piccolissime viuzze (veramente caratterizzante è il minuscolo vicolo chiamato in dialetto la rejecellelle), si può godere di un po’ di relax dopo le escursioni dei giorni passati. Inoltre, nella piccola passeggiata dei trabocchi – palafitte in legno costruite sulla roccia e propese sul mare – si viene a contatto con queste macchine atte alla pesca. Tipiche della costa molisana e abruzzese meridionale, i trabocchi caratterizzano in modo particolare questo tratto di costa adriatica.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Referente locale

Il viaggio è completamente accompagnato da una Guida Ambientale Escursionistica abilitata che introdurrà i partecipanti al paesaggio, alla flora, alla fauna, alla storia, all’enogastronomia e al folklore di questa parte di Molise.

Livello di difficoltà

Media-facile (su cinque categorie: facile, media-facile, media, media-difficile, difficile): escursioni di 4/5 ore al dì, escluse le soste (all’incirca di 2 ore e mezza). Presenza di poche salite impegnative. Molte discese e tratti in piano. In due giorni su quattro i dislivelli totali in salita e in discesa si avvicinano o superano di poco i 1000 metri. Nei restanti due non superano i 500 metri totali, sia in discesa, sia in salita. I percorsi non presentano alcuna difficoltà tecnica (uso delle attrezzature per l’alpinismo). Le ciaspolate/escursioni sono accessibile a tutti, anche se occorre essere allenati alla camminata in montagna e sulla neve (se presente). Le ciaspolate/escursioni sono a piedi. Il viaggio ha una base fissa ed uguale per il pernotto. Brevi sono gli spostamenti in auto. I pernottamenti sono comodi.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quota a persona, per 6 giorni/5 notti, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
4-12 persone
Quota viaggio530,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • organizzazione del viaggio
  • l’aperitivo di benvenuto, tutte/i le colazioni, i pranzi e le cene
  • tutti i pernotti in camera doppia (nessun supplemento per la camera singola)
  • guida ambientale escursionistica
  • assicurazione medica AIGAE (per i dettagli chiedere in agenzia)
  • trasporto bagagli e persone nei sei (6) giorni di permanenza in Molise
  • marca da bollo
  • noleggio racchette da neve (ciaspole)
  • altri extra

Il costo totale espresso non comprende:

  • il viaggio a/r per il Molise
  • supplemento per l’acquisto di un’assicurazione medico-bagaglio alternativa a quella proposta
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni :


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 29/12/18 03/01/19
divisorio