Trekking in tenda sul grande anello del Parco Nazionale dei Sibillini

Un itinerario di sette giorni alla scoperta della natura spettacolare del Parco Nazionale dei Sibillini, che propone al visitatore solenni altopiani, suggestive faggete e pareti di roccia di aspetto dolomitico. Affacciati ad oriente sulle dolci colline delle Marche, protesi ad occidente verso la Valnerina ed i severi altopiani dell’Umbria, i Sibillini hanno inoltre svolto un ruolo importante nella storia dell’uomo in entrambe le regioni. Oltre ai centri di aspetto medievale, alle abbazie isolate ed agli eremi abbarbicati sulla montagna, la loro storia rivive nelle leggende e nelle superstizioni diffuse in tutto il territorio.

Il percorso complessivo sarà di circa 120 km e sarà diviso in sette tappe, l’itinerario è una variante del celebre Grande Anello dei Sibillini, rimodulato appositamente per essere affrontato con il pernotto in tenda. Infatti al termine di ogni tappa, ad eccezione dell’ultima, si dormirà in tenda a ridosso di una struttura ricettiva che metterà a disposizione bagni con acqua calda attrezzati con docce. Tali bagni verranno igienizzati secondo le normative vigenti per contrastare la diffusione del COVID-19. Le strutture ricettive di appoggio forniranno elettricità per ricaricare i telefoni, pasti caldi e vivande per la tappa successiva che i partecipanti saranno liberi di acquistare in autonomia.

Trekking in tenda sul grande anello del Parco Nazionale dei Sibillini
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio nel Parco Nazionale dei Sibillini

1° giorno

Dal Santuario di Macereto al lago di Fiastra

Ritrovo ore 10.00 presso località Macereto (Comune di Visso), sistemazione delle auto in un’area privata presso l’azienda agricola “Scolastici” per tutta la durata del trekking. Conoscenza con il referente di ViaggieMiraggi Marche e la guida ambientale escursionistica che accompagnerà il gruppo per tutta la settimana.

Prima della partenza del trekking si effettuerà la visita al Santuario di Macereto, uno dei più importanti esempi di architettura rinascimentale cinquecentesca nelle Marche.

La prima parte della prima tappa attraversa pascoli dove è impossibile non venire attratti dalla molteplicità dei colori delle fioriture.Alzando lo sguardo è facile avvistare rapaci, come il gheppio e la poiana, in cerca di roditori e altre prede che vivono nei pascoli, o provare l’emozione intensa di veder volare via una coturnice. Più avanti lo sguardo si perde nella fertile conca di Camerino e sulla veduta mozzafiato del Lago di Fiastra, incastonato tra colline punteggiate da piccole chiese e borghi rurali.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 16 km
DISLIVELLO: 720 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

2° giorno

Da Fiastra a Pintura di Bolognola

Dopo la prima colazione si riparte zaino in spalla, si costeggia il Lago di Fiastra e si sale di quota alla volta dei Piani di Ragnolo.

Lungo il tragitto il panorama è sempre incantevole con vedute, verso sud, sul massiccio del Monte Rotondo e sulle vette del Pizzo Tre Vescovi, del Monte Priora e del Pizzo Berro; a est la vista spazia sulle armoniose colline picene fino al mare Adriatico.

Si arriverà a Pintura di Bolognola dove i nostri amici della “Capanna Bike and Family Hotel” ci accoglieranno offrendoci una rilassante sauna.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 18 km
DISLIVELLO: 1250 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

3° giorno

Da Pintura di Bolognola a Rubbiano

Sveglia e colazione poi si parte per la terza tappa del trekking.

Si percorrono, tra sali e scendi, le basi orientali del Monte Castel Manardo (1.917 m) e del Monte Priora (2.332 m), attraversando le profonde valli del torrente Ambro e del fiume Tenna. Dominato dalle cime e dalle pareti di calcare massiccio e di scaglia rossa che stringono le valli dell’Ambro e dell’Infernaccio, il percorso si snoda attraverso una grande varietà di ambienti che caratterizzano le aree di transizione tra la collina e la montagna. Boschi misti di querce, castagni, carpini e faggi si alternano a piccoli campi, pascoli e arbusteti. Nei versanti assolati vegeta il leccio, mentre nelle valli percorse dai torrenti troviamo pioppi, salici e ontani. Poco dopo Garulla si visita dall’esterno l’Abbazia di S.S. Vincenzo e Anastasio originaria dell’XI secolo.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 17 km
DISLIVELLO: 868 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

4° giorno

Da Rubbiano a Montegallo

Dopo la prima colazione si riparte, la quarta tappa attraversa il versante orientale del Monte Zampa per scendere poi nella valle dell’Aso; sale quindi ad Altino per proseguire ai piedi della lunga dorsale che porta infine al Monte Vettore.

Siamo nel versante della magia, il cui cuore è il Monte Sibilla sul quale si trova la grotta da cui, secondo la leggenda, si accede al regno della mitica Sibilla Appenninica. La grotta fu raggiunta, nel Medioevo, da studiosi e cavalieri erranti, giunti da tutta Europa per svelare quel mistero che ancora oggi avvolge la montagna fatata. Lungo il percorso si incontrano dei castagneti, la cui presenza, sui Sibillini, è limitata a poche aree, soprattutto del versante est, poiché vincolata alla presenza di terreni marnoso – arenacei. Le castagne, hanno rappresentato, in passato, uno degli alimenti fondamentali per la gente di queste montagne. Il percorso termina a Balzo di Montegallo.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 17 km
DISLIVELLO: 1000 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

5° giorno

Da Montegallo a Castelluccio

Con la quinta tappa si percorre il “Sentiero dei mietitori”, ai piedi dei versanti orientale e sud-orientale del Monte Vettore, fino a Forca di Presta.

Sul Monte Vettore, con un po’ di fortuna, è possibile godere del volo maestoso dell’aquila reale, vera e propria regina dell’aria. Da Forca di Presta si entra nel Pian Grande, un altopiano carsico-alluvionale completamente circondato da montagne dove natura e uomo convivono da secoli e insieme realizzano uno spettacolo che non ha eguali al mondo. Meta finale della tappa è Castelluccio di Norcia, uno dei centri abitati più elevati dell’Appennino che si trova nel mezzo del grande pianoro.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 18,5 km
DISLIVELLO: 1100 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

6° giorno

Da Castelluccio a Campi

Dopo la prima colazione si riparte seguendo il Sentiero Italia fino alla Forca di Giuda, alle pendici del Monte Patino, dove si riprende il sentiero ufficiale del Grande Anello Sibillini.

Proseguendo il paesaggio cambia completamente e le distese solitarie dei Piani lasciano il posto agli scenari della Valle del Campiano cosparsa di borghi, ruderi di castelli e interessanti chiese. Si scende infine a Campi, un piccolo borgo medievale che si trova a circa 711 m s.l.m. dove ci potremo riposare nello stupendo giardino di un agriturismo.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 15,5 km
DISLIVELLO: 620 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

7° giorno

Da Campi al Santuario di Macereto

Il percorso attraversa i Colli dell’Acquaro per poi scendere a Visso lungo l’omonima valle.

Questa tappa ripercorre un’importante via di comunicazione storica tra Norcia e Visso attraverso alcuni degli ambienti meno frequentati del Parco, ma di grande bellezza e interesse naturalistico. Lungo la Valle di Visso il percorso costeggia uno dei numerosi torrenti che alimentano il fiume Nera. Nelle sue acque limpide è facile veder nuotare la trota fario. Nei boschi misti della valle di Visso vive il lupo, che in questo settore dei Sibillini è da sempre presente, come testimonia il toponimo “Vallopa”, cioè valle della lupa, attribuito alla frazione di Borgo San Giovanni. Riuscire a intravederlo è un evento tanto emozionante quanto raro a causa del suo comportamento elusivo e delle abitudini prevalentemente notturne. Superato Visso si risale sul sentiero che porta al Santuario di Macereto e si ritorna al punto di partenza.

Prima di ripartire in macchina l’azienda agricola Scolastici organizza una degustazione di formaggi tipici.
Saluto con i referenti di ViaggieMiraggi Marche e fine del viaggio.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: 17 km
DISLIVELLO: 1140 m complessivi in salita
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle strutture che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Sono necessari: scarponi da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zaino per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali, sacco a pelo (temperatura comfort 7°), stuoino, scarpe di ricambio.

Referente locale

Il viaggio è totalmente accompagnato da una Guida Ambientale Escursionistica abilitata.

Livello di difficoltà

Le escursioni si svolgono in montagna e presentano dislivelli che richiedono una buona preparazione fisica e una coerente abitudine a camminare. E’ adatto a persone ben allenate e in buono stato di salute.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 7 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
10 persone8 persone6 persone
Quota viaggio295,00325,00380,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione.
  • Spese e compenso per una guida escursionistica abilitata.
  • Tutti i pernottamenti in tenda come da programma con accesso a bagni e docce con acqua calda ed elettricità per ricaricare i telefoni.
  • Sauna prevista il 2° giorno di viaggio.
  • Assicurazione RCT.
  • Fornitura di tende.
  • Servizio transfer in auto di bagagli e tende durante tutto il trekking.
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)

Il costo totale espresso non comprende:

  • Spese personali ed extra e quanto non espresso nelle voci sopra indicate
  • Vitto durante tutto il viaggio (si stima un costo di 35/30 € giornaliere per ogni partecipante)
  • Assicurazione infortuni attivabile su richiesta
  • Assicurazione annullamento Filodiretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della data di partenza

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 07/09/20 13/09/20

In via di conferma

divisorio

250 Compagni di viaggio.

Partecipa alla Campagna Soci 2020 di ViaggieMiraggi!

Diventa anche tu un nostro compagno di viaggio e cammina insieme a noi! Scopri come diventare socio>>>