Val d’Orcia, itinerario multisensoriale nella Toscana autentica

A ritmo lento e rilassato

Il cuore della Terra di Siena è sede di un paesaggio perfetto ed essenziale, composto da colline, calanchi, corsi sinuosi di fiumi, con cipressi che coronano le alture o che seguono, in ordinati filari, l’andamento delle strade. Questo territorio, abitato e celebrato fin da tempi lontani, porta le tracce di antichi popoli e rappresenta da sempre un esempio di perfetto connubio armonico tra natura e impronta dell’uomo; ricco di casali, piccoli borghi, e pievi ha una economia ancora fortemente basata sull’agricoltura e su prodotti tipici.
Questo itinerario vi permetterà di assaporare con ritmi lenti e rilassati questo suggestivo territorio, entrando in contatto con la Storia e le storie, le tradizioni e sopratutto le persone che ancora oggi decidono di rinnovare questo patto con la natura.

Val d’Orcia, itinerario multisensoriale nella Toscana autentica
Foto di alefolsom da Pixabay
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Toscana

1° giorno

Incontro con i viaggiatori presso la stazione di Arezzo (o altra stazione da concordare) e trasferimento nella zona di San Giovanni d’Asso tramite minibus. Sistemazione in agriturismo con piscina, nella campagna. La zona è situata nella provincia di Siena, nella parte centro-meridionale delle Crete Senesi al confine con la Val d’Orcia, in un paesaggio caratterizzato da rilievi collinari con vasti e aridi terreni argillosi,  boscaglie e numerosi corsi d’acqua.

Il pomeriggio si comincerà  a conoscere alcune delle realtà locali, visitando una fattoria che ha fatto della biodiversità una ricchezza e perno di lavoro, dove la ricerca e la sperimentazione di nuove colture e metodologie  si integrano ad antichi saperi, sapori e tradizioni contadine. Saremo guidati in un percorso attraverso i segreti dell’orto sinergico, riconoscendo erbe e dialogando in attività con gli animali della fattoria, tra cui gli asini.

Si procederà poi alla preparazione della cena tutti insieme, raccogliendo dall’orto gli ingredienti e cimentandosi in piatti tipici da fare a mano, come i famosi pici, pasta fresca realizzata con farina, acqua e sale.

Seguirà la cena in fattoria.

2° giorno

La mattina visita al piccolo borgo di San Giovanni d’Asso; dopo una passeggiata nel centro storico medievale,  posto su un colle a 300  metri dio altezza, prenderemo parte ad una visita guidata multisensoriale presso il Museo del Tarfufo, dove scopriremo le caratteristiche di questo prodotto.  Il tartufo bianco infatti è un prodotto assolutamente  caratteristico del paese, e il Museo  è il primo italiano dedicato a questo prezioso frutto della terra.

Seguirà l’incontro con un rappresentante dell’Associazione locale dei Tarfufai dove potremo assistere ad una piccola dimostrazione sulla caccia al tartufo in un parco poco distante dal borgo.

Pranzo nel borgo di Montisi, famoso per la produzione di olio toscano.

Il pomeriggio visita al Bosco della Ragnaia, un parco boschivo e giardino creato nel 1996 dall’artista americano Sheppard Craig. Ricco di istallazioni, il bosco si presta a molte interpretazioni: ci faremo guidare attraverso enigmi, simboli e scoperte in questo luogo particolare e suggestivo.

Cena libera.  

3° giorno  

Questa mattina ci sposteremo più propriamente nella Val d’Orcia, ampia valle della provincia di Siena attraversata da fiume Orcia.  Dal 2004 la Valle, che è anche un parco naturale, artistico e culturale è stata inserita nella lista dei patrimoni per lo stato di conservazione eccellente del panorama,  prodotto da un’intelligente opera di antropizzazione e che ha avuto influenza su molti artisti  del Rinascimento. Giunti in Val d’Orcia faremo una piccola passeggiata fino a raggiungere la Cappella della Madonna della Vitaleta, una piccola cappella tra campi e filari di cipressi, dedicata alla Madonna che una volta apparve a una pastorella.

Seguirà una visita alla Pieve di Corsignano, caratterizzata da uno stile romanico risalente al XII secolo, dove vennero battezzati i futuri Papi Pio II e Pio III Piccolomini.

Ci sposteremo poi presso il borgo di Pienza. Il paese, originariamente chiamato Corsignano,  porta l’impronta e il nome di Papa Pio II,  che, divenuto Papa nel 1458, volle ripensare il borgo natale affidandone la ristrutturazione a Bernardo Rossellino e immaginando una città ideale in stile rinascimentale. Visiteremo il Duomo progettato da Rossellino  nel corso del 1400 e il giardino pensile di Palazzo Piccolomini, primo esempio del genere nel Rinascimento.

Seguirà una visita tattile presso il Museo Archeologico, dove scoprire attraverso reperti la storia antica della zona , abitata già da tempi remoti. Il percorso include collezioni archeologiche ed etrusche ed un percorso espositivo che documenta la storia urbanistica e architettonica del territorio di Pienza dall’età preistorica alla tarda età romana, compresa la formazione di Corsignano medievale e la sua trasformazione nella Pienza rinascimentale.

Sarà inoltre possibile visitare il Romitorio, un suggestivo sito rupestre, scavato nella roccia sottostante la chiesa di S. Caterina. L’area, che presenta le pareti di arenaria scolpite con volti, figure antropomorfe, zoomorfe e fitomorfe, è stata utilizzata nel medioevo per farne un eremo.

Nel tardo pomeriggio check in una struttura agrituristica con piscina.

Cena libera.

4° giorno

La mattina visita ad una azienda agricola a gestione familiare per capire meglio i prodotti più importanti della zona. Il formaggio di Pienza in particolare è molto caratteristico e mostra un connubio vincente tra le tradizioni sarde e quelle toscane. Recentemente vi è stata anche una riscoperta  nella produzione di altri prodotti, quali la birra e il vino rosso, con la nascita addirittura della denominazione Orcia Doc.  Attraverso un laboratorio scopriremo i segreti della produzione del formaggio. Non mancherà la degustazione dei prodotti con la descrizione delle proprietà organolettiche in relazione al territorio.

Il pomeriggio ci recheremo presso il borgo di Monticchiello. Situato su un’ altura che domina la valle e Pienza, il borgo ha ben preservata la struttura medievale, tra cui la cinta muraria intervallata da torri ancora integre, e il Cassero. Visita guidata da parte di un residente, attraverso le strette vie, toccando i resti medieveli del paese.

Monticchiello è anche famoso per il Teatro Povero, una esperienza teatrale che si rinnova ogni anno dal 1996 e che rappresenta un raro esempio di autonomia culturale e impegno collettivo. Ogni anno infatti i residenti del paese scrivono e mettono in scena uno spettacolo traendo spunto da problemi di attualità messi in relazione con la vita del borgo, storia locale e  civiltà contadina.

Conosceremo alcuni dei rappresentanti della Cooperativa del Teatro Povero, che ci condurranno in un immersiva visita guidata presso il Museo Tepotratos, pensato per stimolare l’emozione, in un percorso ricco di suggestioni, suoni, voci e visioni che racconta la storia dell’esperienza artistica.

Seguirà una passeggiata al tramonto nelle tipiche strade bianche circondate da campi di grano accompagnati da una guida escursionistica che ci guiderà alla scoperta delle particolarità e stimoli sensoriali di questi luoghi.

Cena libera.

5° giorno

La mattina visita a Bagno Vignoni, un borgo con acque termali famoso già in epoca romana ed etrusca e frequentato in passato da personalità quali Santa Caterina da Siena e Lorenzo de’ Medici. La piazza principale del borgo è formata da una vasca rettangolare cinquecentesca, che contiene una sorgente di acqua termale calda e fumante che esce dalla falda sotterranea di origini vulcaniche.

Il paese è ricco di piccole vasche dove sarà possibile fare una pausa e rifocillarsi a bagno nelle acque termali.

Seguirà una passeggiata presso il Parco Naturale dei Mulini  dove scopriremo i resti di quattro mulini medievali scavati nella roccia che furono importanti per l’economia locale.

Pranzo nel borgo di Rocca d’Orcia, piccola frazione caratterizzata dalla presenza de la Rocca di Tentennano,  struttura duecentesca  che visiteremo e che fu nel medioevo centro di controllo strategico sulla Via Francigena, la strada medievale che univa Roma con il nord Italia e la Francia.

Pomeriggio di relax in agriturismo o con attività da concordare con i viaggiatori.

6° giorno

Check out e partenza per Chiusi,  una piccola e tranquilla località che fu tra il VII e V secolo una delle più importanti città dell’Impero Etrusco e dette i natali al Re Porsenna.

La città fu dotata dagli Etruschi di un sistema di tunnel sotterranei che potremo in parte  esplorare durante la visita a la Città Sotterranea”, un suggestivo percorso  tra cunicoli dove si uniscono storia,  ricerca archeologica e geologia. La visita includerà  una sezione  dedicata all’epigrafia funeraria etrusca, grazie alla presenza di trecento urne e duecento tegole tombali iscritte, che costituiscono un patrimonio eccezionale e che potremmo conoscere più da vicino.

Ritorno ad Arezzo e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il numero di giorni di viaggio può essere ampliato o ridotto in base alle necessità dei partecipanti. Il programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, agli eventi in programma, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

È possibile richiedere anche la realizzazione di un viaggio privato su misura.

Accessibilità. Il viaggio è stato pensato e definito per essere pienamente godibile da persone ipo e non vedenti, che possono partecipare in piena autonomia. Ogni aspetto è curato per garantire piena accessibilità (dettagli tattili, laboratori in prima persona). Inoltre, ogni viaggiatore sarà accompagnato, se ne farà richiesta, oltre che dal referente di viaggio, da un tutor esperto (in rapporto di 1 tutor ogni 2 viaggiatori). Il viaggio sarà inoltre corredato da materiale a rilievo a cura dell’Ass. ONLUS La Girobussola, come mappe tattili e modelli in 3D.

Livello di difficoltà

Non ci sono particolari difficoltà. I borghi sono in pendenza, ma di dimensioni contenute. Sono previste delle piccole passeggiate della durata massima due ore senza particolari difficoltà. Si consiglia un abbigliamento comodo.

Accessibilità: il viaggio è stato pensato e definito per essere pienamente godibile da persone ipo e non vedenti, che possono partecipare in piena autonomia. Ogni aspetto è curato per garantire piena accessibilità (dettagli tattili, laboratori in prima persona). Inoltre, ogni viaggiatore sarà accompagnato, oltre che dal referente  di viaggio , da un tutor esperto (in rapporto di 1 tutor ogni 2 viaggiatori).
Il viaggio sarà inoltre corredato da materiale a rilievo a cura dell’Ass. ONLUS La Girobussola, come mappe tattili e modelli in 3D.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 6 giorni:

VoceQuota individuale studente
4 persone
Quota viaggio senza accompagnatore1.135,00
Quota viaggio con accompagnatore1.345,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’ AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • 5 pernottamenti e colazioni in agriturismo sistemazione camera doppia
  • Referente di viaggio
  • Tutor di viaggio Girobussola (1 tutor ogni 2 viaggiatori ipo o non vedenti non accompagnati)
  • Cena del 1° giorno
  • Ingresso e visita ai musei/siti archeologici previsti dal programma
  • Tutte le attività previste dal programma
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)
  • Minibus a disposizione per gli spostamenti
  • Compenso e spese accompagnatori (viaggio, vitto e alloggio; 1 tutor ogni 2 viaggiatori ipo o non vedenti non accompagnati)

Il costo totale espresso non comprende

  • Viaggio a/r Arezzo da città di partenza del viaggiatore
  • Supplemento camera singola
  • Pasti tranne la cena del 1 giorno
  • Assicurazione annullamento Filodirettoassistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della data di partenza
  • Tessera associativa Girobussola Onlus 2019-2020
  • Spese personali ed extra e quanto non espresso nelle voci sopraindicate

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone; Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni e prenotazioni

Scrivere un’e-mail all’indirizzo girobussola@viaggiemiraggi.org


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 15/09/20 20/09/20

Ti accompagnerà

La Girobussola

“La Girobussola ONLUS”, associazione nata a Bologna che dal 2013 si occupa di accessibilità culturale per persone con disabilità visiva. È pioniera e punto di riferimento nel campo del turismo accessibile, specializzata nell’organizzazione di visite e itinerari di viaggio in Italia e nel mondo, privilegiando una prospettiva multisensoriale e un approccio esperienziale. I suoi referenti di viaggio sono tutor specializzati che sapranno accompagnare i viaggiatori in un viaggio immersivo e di valore.

La Girobussola

250 Compagni di viaggio.

Partecipa alla Campagna Soci 2020 di ViaggieMiraggi!

Diventa anche tu un nostro compagno di viaggio e cammina insieme a noi! Scopri come diventare socio>>>