Viaggio a Capo Verde, Isole di Sottovento a Natale e Capodanno

Volo incluso 25 dicembre - 4 gennaio

Le isole di Sottovento sono l’estremo sud dell’arcipelago: è qui che si incontrano i riti più antichi, dove lo spirito dell’Africa aleggia ovunque, convivendo con le influenze occidentali. Si dice che Santiago sia l’isola più varia dell’arcipelago, tanto da apparire un concentrato di tutta Capo Verde. Fogo è sicuramente quella più magnetica: il vulcano che sale ripido a 3000 metri sull’oceano ha una morfologia che inquieta ma attrae allo stesso tempo. Le isole dell’arcipelago sono le terre della morabeza, termine creolo che indica la gentilezza dei capoverdiani, profondamente legati al loro paese, nonostante un territorio povero di risorse che li ha spesso condannati a un malinconico destino di emigrazione ma con l’immutabile desiderio di tornare nella loro terra.

Viaggio a Capo Verde, Isole di Sottovento a Natale e Capodanno
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio a Capo Verde

1° giorno – 25 dicembre

Partenza dall’Italia per Praia (Isola di Santiago). Arrivo previsto in tarda serata/notte. Il visto si fa all’arrivo in aeroporto.

Piano voli

CompagniaPartenzaArrivo
AeroportoOrarioAeroportoOrario
TAPMilano Malpensa12:05Lisbona13:55
TAPLisbona20:45Praia00:10

Praia è il capoluogo dell’Isola di Santiago ed è la capitale dell’arcipelago di Capo Verde. Santiago è l’isola maggiore dell’arcipelago e si trova tra le isole di Fogo (a est) e di Maio (a ovest). Lunga 75 km, è di origine vulcanica. Caratterizzata da una catena montuosa, il cui punto più alto raggiunge i 1392 m (Mt. Antonia) ed un plateau, sulla cui sommità sorge Praia, fu la prima isola ad essere colonizzata. Oggi si divide in nove contee tra cui Santa Cruz, Praia e Tarrafal.

Accoglienza del referente in aeroporto e trasferimento in albergo a Praia. Sistemazione e pernottamento in camera doppia bagno privato.

2° giorno – 26 dicembre

Dopo Colazione visita di Cidade Velha.

Cidade Velha o Città vecchia è luogo noto per essere stato il primo insediamento umano di Capo Verde. Nella città, patrimonio dell’UNESCO dal 2009, ancora oggi sono visibili le testimonianze dei primi coloni europei arrivati sull’isola come la Fortaleza Real de Sao Felipe, l’obelisco Pelourinho, la Chiesa di Nossa Senhora do Rosario (costruita nel 1495, è la chiesa coloniale più antica del mondo) , il convento francescano e la cattedrale. In passato la città fu uno snodo fondamentale negli spostamenti navali e nelle rotte commerciali.

Pranzo a Cidade Velha e un po’ di relax sul mare con passeggiata sulla spiaggia di Portinho (da confermare in base all’accessibilità della spiaggia).
Trasferimento alla spiaggia di Sao Francisco, una profonda spiaggia di sabbia bianca dove è possibile passeggiare tra le dune.
Rientro a Praia e visita al Faro Dona Maria Pia.

Situato sulla “Ponta Temerosa”, il punto più a Sud dell’isola di Santiago, è stato inaugurato nel 1881 e dedicato a Maria Pia, regina del Portogallo. La sua particolare architettura, molto innovativa per l’epoca, è stata studiata per essere anche una struttura difensiva dotata di cannoni, oltre che un punto di riferimento per le imbarcazioni.

Rientro in hotel, poi cena e pernottamento.

3° giorno – 27 dicembre

La mattina dopo colazione, visita della città di Praia. Visita del Sucupiro, il mercato della città (chiuso la domenica) e del Plateau – il centro città.

La zona storica della città è costruita sul plateau basaltico che sovrasta la baia. Da non perdere la piazza principale nel centro della capitale e i caratteristici mercati. Praia (spiaggia in portoghese) ospita il centro politico e amministrativo dell’arcipelago. Interessantissima è la sua architettura che accosta le influenze africane allo stile più rigoroso dei palazzi amministrativi.

Visita al Museo-sala Cabral Amílcar, fondatore del Partito Africano per l’Indipendenza della Guinea e di Capo Verde che portò la Guinea-Bissau e le isole di Capo Verde all’indipendenza dal Portogallo. E’ un piccolo museo di poche stanze, ma permette di avere un’introduzione alla storia di Capo Verde.
In tarda mattinata trasferimento a Sao Domingo (circa mezz’ora) e pranzo.

Sao Domingo è una piccola cittadina e fa parte del “Percorso di Darwin”, un’iniziativa che unisce la cultura, la storia della regione e la conservazione delle specie endemiche della regione.
Charles Darwin era a Capo Verde nel 1832 a bordo del Beagle e usò il suo tempo nell’arcipelago per studiare la vita naturale e la geologia di Santiago e per raccogliere campioni di specie animali e vegetali dall’isola.

Nel tardo pomeriggio, trasferimento e visita alla Praia Baixo (30 min circa), spiaggia di sabbia nera e paesaggio caratteristico.
Rientro a Praia, cena e pernottamento in hotel.

4° giorno – 28 dicembre

La mattina dopo colazione trasferimento all’aeroporto di Praia e volo per Sao Filipe nell’isola di Fogo. Arrivo presso la struttura ospitante. Sistemazione negli alloggi (con angolo cucina e bagno privato dotato di doccia) gestiti dall’associazione.

Il complesso di mini appartamenti è dotato di zone comuni, piscina, capanno bar e di una cucina comune in cui è possibile prenotare pranzi e cene da condividere con gli altri ospiti. Grazie alla sistemazione in questa struttura si finanzieranno i numerosi progetti che l’associazione porta avanti in tutto il territorio di Capo Verde. Il panorama che si apprezza dall’alto del promontorio a picco sul mare e il paesaggio naturale che circonda il complesso renderanno il soggiorno su quest’isola ancora più piacevole .

Riposo e pranzo presso l’associazione.
Nel primo pomeriggio visita alla Vigna “Maria Chavez” e alla Cantina di “Monte Barro”; degustazione dei vini prodotti dall’azienda.

Nasce in questa località la sfida, resa possibile grazie alla fondazione che opera qui da anni, di creare una vigna. Le terre di quest’isola da sempre hanno visto la coltivazione dell’uva ma la vigna ha voluto fondere questa tradizione alle tecniche di coltivazione più moderne. Rendendo così l’idea un’opera reale, in grado di aiutare nel concreto la popolazione locale e assicurare una regolare produzione del vino la cui vendita diventa così una fonte di autofinanziamento dei progetti.

Rientro in appartamento. Cena nella cittadina di Sao Felipe o presso la struttura.

5° giorno – 29 dicembre

Al mattino sveglia molto presto in direzione Cha Das Caldeiras.

Più del 70% degli edifici della zona di Cha das Caldeiras è stata distrutta e sommersa dalla lava dopo l’eruzione del vulcano nel novembre 2014. Sono stati ricostruiti alcuni edifici ed ora ai margini dell’aerea c’è la sede del Parco Naturale.
All’arrivo si scorge in lontananza l’imponente vulcano e due crateri antichi. Man mano che ci si inoltra nella zona di Cha das Caldeiras, il paesaggio cambia, dal nero della lava pietrificata al verde delle viti.

Iniziamo la salita verso il Vulcano Pico do Fogo, camminando tra le pietre laviche dell’eruzione più recente (2014). La salita dura circa 3 ore, per poi scendere sull’altro versante per circa 2 ore. Pranzo a Cha das Caldeiras e nel pomeriggio rientro a Sao Felipe. Lungo la strada sosta alla località Achada Furna, che ha accolto, durante l’eruzione del 2014, molte delle persone rimaste senza casa.
Rientro presso la struttura e relax. Cena e pernottamento.

6° giorno – 30 dicembre

Dopo colazione giro guidato in mezzo privato alla scoperta dell’isola.
Tra i prodotti più importanti per l’economia dell’isola vi è il caffè che grazie al terreno fertile del vulcano gode di un ottimo aroma. Visita alle piantagioni di caffè della zona nord, dei bananeti e di altre piantagioni. Pranzo al villaggio di Mosteiros. Dopo pranzo si prosegue verso il nord per visitare la rinomata spiaggia di Salinas di S. Jorge.

Qui le rocce nere, le grotte e l’acqua cristallina regaleranno un panorama mozzafiato. Vi sono numerose insenature formate dalle rocce vulcaniche e una piscina naturale dove poter fare il bagno in acque cristalline. Simbolo del posto è un “ponte” naturale, formato dall’erosione dell’acqua, da cui i più spericolati possono tuffarsi. Meglio portare le scarpette perchè ci sono molti ricci di mare.

Rientro in appartamento. Cena nella cittadina di Sao Felipe o presso la struttura.

7° giorno – 31 dicembre

Dopo colazione trasferimento in aeroporto di Sao Filipe e partenza con il volo per Praia.

Trasferimento a Santa Cruz e incontro con il personale della casa accoglienza che accoglie ragazze madri.

L’associazione operante in queste zone da numerosi anni ha contribuito alla concretizzazione di numerosi progetti rivolti soprattutto ai giovani, bambini e donne più bisognosi. Sull’isola di Santiago grazie all’operato dell’associazione sono nati: la casa accoglienza, fondata per accogliere giovani madri e i loro bambini e dar loro una formazione professionale; il consultorio familiare e una foresteria in cui possono essere ospitati i viaggiatori e gli amici dell’associazione.

Cena e pernottamento presso la struttura dell’associazione. Le camere sono doppie con il bagno privato.

8° giorno – 1 gennaio

Dopo colazione trasferimento a Tarrafal. Lungo la strada sosta a Espinho Branco, dove vive la comunità dei Rabelados.

I Rebelados sono i dissidenti che nel 1942 si sono ribellati alle imposizioni dei riti religiosi occidentali voluti dal dittatore Salazar, che volevano soffocare le antiche consuetudini locali. Una parte della popolazione, oltre ai riti religiosi, ha rifiutato in blocco tutte le forme di modernismo, rifiutandosi di frequentare le scuole cattoliche e gli ospedali, chiudendosi così al mondo. Ora sopratutto i giovani cominciano ad aprirsi un po’, accettando volentieri i visitatori per far conoscere la loro storia.

Arrivo a Tarrafal, sistemazione in hotel, pomeriggio e serata liberi.

9° giorno – 2 gennaio

Giornata libera al mare.

Oltre a godersi la spiaggia bianca di Tarrafal, e possibile organizzare delle escursioni naturalistiche, visite all’ex campo di concentramento o una piacevole passeggiata nella tranquilla cittadina di Tarrafal.

10° giorno – 3 gennaio

Mattinata libera. Nel pomeriggio rientro a Praia. Lungo la strada sosta a Renque Purga, un villaggio particolare dove vive la pittrice Misá.

Misà è fondatrice e presidente dell’Associazione ABI DJAN, nata nel 1994, con lo scopo di creare le infratrutture basiche per la comunità dei Rebelados di Espinho Branco. Ora l’obiettivo è quello di promuovere il turismo rurale attraverso programmi artistici e la promozione dei giochi tradizionali e dell’artigianato locale. 

Sistemazione in hotel. Cena in città e pernottamento in hotel.

11° giorno – 4 gennaio

Dopo Colazione trasferimento in aeroporto e rientro in Italia.

CompagniaPartenzaArrivo
AeroportoOrarioAeroportoOrario
TAPPraia13:40Lisbona18:45
TAPLisbona19:50Milano Malpensa23:30

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti
Nessuna vaccinazione obbligatoria, visto di ingresso obbligatorio (si ottiene all’arrivo in aeroporto). Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi.
Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio è completamente accompagnato da un referente locale.
Accompagna gruppi e coppie da molto tempo e conosce molto bene la realtà Capoverdiana. Parla italiano e portoghese.

Livello di difficoltà

In questo viaggio saranno utilizzati sia mezzi privati che pubblici, non sono previsti spostamenti lunghi (max 2-3 ore).
La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie.
Per il trekking sul vulcano Pico do Fogo E’ richiesto un po’ di allenamento. Eventualmente si possono prevedere attività alternative.
Si dorme presso piccoli hotel a gestione locale, e presso le strutture gestite dal progetto referente.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 11 giorni, per un gruppo di 10 persone

VoceQuota individuale
10 persone
Quota viaggio1900,00*volo aereo compreso

*volo aereo compreso tasse escluse

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • il volo aereo intercontinentale tariffa fissa di gruppo con compagnia aerea TAP
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre viaggio e verifica post – viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia o tripla
  • trasporti interni in autobus/taxi/pulmino privato
  • copertura spese e compenso del referente locale per 11gg di affiancamento
  • ingressi ai parchi e musei da programma
  • quota progetto
  • pasti (media 10,00 euro a pasto) e 1 bevanda ai pasti (escluso alcolici) previsti da programma

Il costo totale espresso non comprende:

  • le tasse aeroportuali (quota indicativa a partire da 180,00 euro) *
  • il volo interno da Praia a Sao Felipe a/r (a partire da 100,00 euro, tasse comprese)
  • visto d’ingresso (25,00 euro)
  • supplemento singola a partire da 200,00 euro
  • pasti a Tarrafal (circa 20,00 euro al giorno)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio Escudo/Euro
  • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • bevande alcoliche
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 10 persone.


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 25/12/18 04/01/19

Partenze confermate