Viaggio in Abruzzo, nella natura del parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise

Un cammino tra antiche tradizioni pastorali, storie e leggende

Un viaggio nel tempo, alla scoperta di territori selvaggi, habitat di lupi ed orsi, una volta terra di pastori. Il nostro fulcro sarà il piccolo borgo di Civitella Alfedena, nel cuore del parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise; da qui giorno dopo giorno, passo dopo passo, scopriremo questo territorio che profuma di storia. Dall’anfiteatro della Camosciara, nucleo primordiale dell’area protetta più antica d’Italia, alle sponde del lago di Barrea, anticamente attraversato dal tratturo Regio Pescasseroli-Candela.

Parteciperemo alla preparazione del formaggio, percorreremo antichi tratturelli alla scoperta di tracce di animali; questi e molto altro, gli ingredienti di un viaggio alla scoperta di usi, costumi e tradizioni di un territorio che per millenni ha visto fiorire la propria economia grazie all’attività pastorale.

«Isciacquio, calpestio, dolci romori. Ah, perché non son io co’ miei pastori?»

Viaggio in Abruzzo, nella natura del parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Abruzzo

2° giorno

Arrivo a Civitella Alfedena e appuntamento con la guida presso la struttura ospitante. Sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie con bagno.

Subito dopo, visita al piccolo borgo, all’area faunistica del lupo e al Museo del Lupo.

Civitella Alfedena è un bellissimo paesino arroccata su uno sperone che domina la sponda meridionale del lago di Barrea. Il paese, conserva tra le strette viuzze del centro storicoalcuni palazzetti del ‘600 e del ‘700, una torre trecentesca e la seicentesca chiesa di San Nicola. Nonostante le sue piccole dimensioni, Civitella è un borgo molto ricco e vivace con le sue numerose strutture ricettive, le botteghe di prodotti tipici, i musei e le aree faunistiche.

Cena in un ristorante tipico di Civitella Alfedena dopo cena ritorno in albergo e pernotto.

2° giorno

Colazione in hotel e ritiro pranzo al sacco. Subito dopo, partenza per l’escursione direttamente dal borgo di Civitella Alfedena.

Tra macchie di vegetazione e arbusti di rosa canina, con un comodo sentiero ad anello si attraverserà il cuore della Riserva Integrale della Camosciara fino a raggiungere le cascate “delle Ninfee” e “delle Tre Cannelle”. Boschi di faggio, tracce di animali, aneddoti e curiosità faranno da cornice ad una giornata dal sapore primaverile.

La Camosciara è un angolo di paradiso, considerata il cuore pulsante del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. L’area è costituita da un suggestivo anfiteatro roccioso composto da calcari e dolomie. L’impermeabilità delle sue pareti consentono all’acqua di scorrere liberamente creando quel caratteristico paesaggio fatto di cascate, ruscelli e balzi che attraversano le secolari faggete e le foreste di pino nero fino a scendere a valle. Proprio qui, nel lontano 1921 si delineò il nucleo centrale del futuro Parco Nazionale d’Abruzzo che nacque ufficialmente nel 1922.

A fine escursione rientro in hotel e relax. Cena e pernottamento in hotel.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: circa 10 KM
DISLIVELLO: circa 350m (dislivello totale in salita)
DIFFICOLTA’: E (Escursionistica)-Media Difficoltà
ALTITUDINE: minima 1123m, massima 1216 m
DURATA: circa 7 ore (pause incluse)
FONDO STRADALE: sterrati e sentieri boschivi

3° giorno

Dopo la colazione fatta in hotel, partenza, zaino in spalla, per raggiungere il paesino di Villetta Barrea e passare “UN GIORNO DA PASTORI!” con visita ad un’azienda Casearia, laboratorio del formaggio e degustazione dei formaggi.

Villetta Barrea è un incantevole borgo turistico nel cuore verde delle montagne abruzzesi, adagiato sul fiume Sangro e dominato dal Monte Mattone. Si sviluppa attorno ad un castello del 1300 eretto nella parte alta del paese. Ogni angolo, vicolo e scorcio del centro storico raccontano la storia e la quotidianità del piccolo centro dove i cervi sono di casa.

Nel pomeriggio visita al Museo della Transumanza dove la cara amica Mariapia racconterà gli aneddoti della vita dei pastori nel periodo della Transumanza; si concluderò la visita con la degustazione di pietanze storiche. Rientro a piedi a Civitella. Cena e pernotto in hotel.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: circa 5 KM
DISLIVELLO: circa 250m
DIFFICOLTA’: E (Escursionistica)-Media Difficoltà
ALTITUDINE: minima 980 m, massima 1123 m
DURATA: circa 2 ore (pause escluse)
FONDO STRADALE: prevalentemente asfalto

4° giorno

Colazione in hotel e partenza per l’escursione che attraverso un comodo sentiero porta al paesino di Barrea, dove si farà un pranzo a base di pietanze della tradizione pasquale locale presso il ristorante “Tana dell’Orso”.

Paesaggi montuosi, distese di boschi di faggio e corsi d’acqua cristallina caratterizzano il borgo di Barrea. Molto suggestivo il centro storico che conserva ancora intatte le tracce di un antico passato in cui veniva utilizzato come incastellamento a scopo difensivo. Il borgo con la sua struttura odierna, fu creato concretamente intorno all’anno Mille per opera di alcuni monaci, con l’intento di raccogliere le popolazioni della vallata in insediamenti più sicuri.

Dopo pranzo, prima di ripartire, visita del centro storico e del castello di Barrea. Rientro a Civitella e cena e pernotto in hotel.

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA: circa 15 KM
DISLIVELLO: circa 250m
DIFFICOLTA’: E (Escursionistica)-Media Difficoltà
ALTITUDINE: minima 1018 m, massima 1123 m
DURATA: circa 6 ore (pause escluse)
FONDO STRADALE: prevalentemente carrareccia

5° giorno

Colazione in hotel e spostamento con le auto poco lontano, dove inizierà l’ultima escursione del viaggio. Si sale per un comodo sentiero, una volta frequentato da fiumi di pecore che provenivano da Scanno per raggiungere il Tratturo durante la Transumanza.

La Transumanza abruzzese era il movimento stagionale delle greggi lungo i Tratturi che portavano il Puglia. Ogni anno in primavera e in autunno, migliaia di pecore erano guidate, dall’alba al tramonto, da gruppi di pastori insieme ai loro cani e cavalli lungo percorsi costanti tra due regioni. La Transumanza ha contribuito a modellare le relazioni tra persone, animali ed ecosistemi. Implicava rituali e pratiche sociali condivise, prendersi cura e allevare animali, gestire terreni, foreste e risorse idriche e affrontare i pericoli naturali. I pastori transumanti avevano una conoscenza approfondita dell’ambiente e dell’equilibrio ecologico.

La meta dell’escursione è un piccolo rifugio di montagna, che ci accoglierà per il nostro “Picnic di Pasquetta”. Ritorno per lo stesso sentiero. Alle 18 fine del viaggio e saluti. Chi non volesse ripartire, è prevista la possibilità di dormire un’altra notte in albergo.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19. Chi non volesse ripartire alla conclusione del quinto giorno e rimanere una notte in più, è prevista la possibilità di pernottare un’altra notte in albergo.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, ricambi ed effetti personali. La scheda tecnica dettagliata verrà inviata dalla segreteria prima della partenza.

Si prega di comunicare per tempo eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari, specialmente legate all’alimentazione (es. vegetariana/vegana).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta difficoltà tecniche, le escursioni sono di livello escursionistico.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org 

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 5 giorni.

 

Voce

Quota individuale
13-15 persone10-12 persone7-9 persone6 persone5 persone
Quota voce450,00480,00540,00>565,00605,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 4 pernottamenti in camera doppia con colazione
  • Tutti i pranzi e le degustazioni
  • Escursione con Guida escursionistica e visite guidate ai borghi
  • Biglietti ingresso museo della transumanza e del lupo
  • Le cene del 2°, 3° e 4° giorno
  • I laboratori
  • Quota e contributo associativo VeM
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 5 giorni di affiancamento

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Civitella Alfedena
  • Supplemento camera singola (30 € totale)
  • Cena del primo giorno
  • Eventuale pernotto del quinto giorno di viaggio
  • Assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano) facoltativa
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 5, il numero massimo è di 15 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni e prenotazione

Per maggiori informazioni:

 


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 01/06/22 05/06/22

Ti accompagnerà

Kalipè mountainlove

Due guide, Michela e Silvia, con un unico obiettivo, la condivisione e la divulgazione di una conoscenza che è anche esperienza; un’esperienza tutta da vivere, che attraverso passione, emozioni, energia e natura vi regalerà giornate indimenticabili per uscire dalla routine quotidiana. Michela e Silvia operano con passione nel territorio del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise

Kalipè mountainlove

Vanessa

L’amore per la sua terra, l’Abruzzo, ha fatto crescere in lei la voglia di condividere con gli altri le emozioni che solo certi luoghi, situazioni e attività sanno dare. Ha scoperto che percorrere un sentiero è come leggere un libro: ogni passo è come sfogliare una pagina; la natura che ci circonda è ricca di informazioni, di curiosità, di storia; ogni elemento del paesaggio ha una spiegazione della sua presenza. Questo è ciò che le piace trasmettere ai suoi compagni di viaggio.

Vanessa
divisorio