Viaggio a piedi in Emilia Romagna e Toscana: Il sentiero delle case ribelli

In cammino con Wu Ming 2 sui passi della Resistenza

In questo cammino si passa dalla pianura padana alle prime colline imolesi, tra calanchi e vigneti, per poi spingersi attraverso le rupi abbacinanti della Vena del Gesso Romagnola, fino a superare i crinali al confine con la Toscana. È lì che si annida, profondissima, la valle smeraldo del torrente Rovigo, uno scrigno di faggi e borghi abbandonati, di castagneti e pietra serena, di storie montanare e partigiane.

Il percorso ricalca i sentieri che seguirono i ragazzi della zona di Imola per raggiungere  “la Repubblica del Carzolano”, un pugno di casolari immersi nei boschi, dove i nazifascisti non si azzardavano a salire, e la Trentaseiesima Brigata Garibaldi aveva le sue basi di resistenza.

Lungo la strada, ogni rudere e ogni anfratto raccontano di battaglie e fughe precipitose, di inverni impossibili ed estati di lotta, di errori clamorosi e magnifiche intuizioni, di uomini e donne che si allearono al paesaggio per liberarsi da una dittatura di morte, razzismo e sopraffazione.

Un paesaggio che conserva memoria di quanto accadde in quei mesi, e la mescola ad ogni passo con quanto è avvenuto nel frattempo, suggerendo, a chi lo interroga con i piedi, che un altro mondo si può ancora costruire.

Ad accompagnare il viaggio, per aiutare ad intendere la voce dei luoghi, sarà lo scrittore Wu Ming 2, che alle vicende della Trentaseiesima ha dedicato libri e riflessioni, e ha tracciato il percorso sulla base delle testimonianze di chi lo intraprese decenni fa, per combattere dalla parte giusta.

Viaggio a piedi in Emilia Romagna e Toscana: Il sentiero delle case ribelli
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio

1° giorno – Imola

Ritrovo ad Imola previsto per il pomeriggio, conoscenza con il gruppo e le guide e sistemazione in struttura.

Imola è una tipica città della via Emilia, con le strade porticate, il fiume Santerno appena fuori dal centro storico, la rocca degli Sforza, i resti della mura, il canale dei Molini che alimentava vecchi opifici, il culto dei motori che ha portato a costruire un autodromo nel bel mezzo di un parco termale ottocentesco. Di lingua e tradizioni romagnole, benché in provincia dell’emiliana Bologna e bagnata da un fiume che nasce in Toscana, Imola è da sempre un crocevia tra regioni.

Nel pomeriggio, passeggiata e visita al museo della Resistenza, dove si conservano preziosi documenti e fotografie scattate sui luoghi che si attraverseranno nei giorni successivi. Cena e pernottamento. 

2° giorno – Imola / Borgo Rivola

Dopo la colazione in struttura partenza per il cammino.

Per uscire da Imola si segue il canale dei Molini, citato per la prima volta in un rogito notarile del 1258. Giunti alla chiusa che ne deriva le acque dal fiume Santerno, inizia la salita tra i vigneti, in un territorio inciso da profondi calanchi. Si passa così nella valle del fiume Senio, che scava un varco nel cuore della Vena del Gesso, alle cui pendici si fa tappa per la notte. 

Cena e pernottamento.

Caratteristiche Percorso
LUNGHEZZA: 20 km
DISLIVELLO COMPLESSIVO IN SALITA: 300 m
DIFFICOLTA’: Media

3° giorno – Borgo Rivola / Ca’ del Gobbo

Dopo la colazione in struttura partenza per il cammino.

Il secondo giorno di cammino conduce in cima alla vena del Gesso, spettacolare bastione di rocce, che brilla tra le ginestre di mille riflessi minerali. Dall’alto della cengia, la vista spazia fino allo spartiacque che divide l’Adriatico dal Tirreno, il Nord Italia dal Centro, la terra dello strutto da quella dell’olio. Attraverso boschi e campi coltivati, si procede verso Monte Battaglia, con la sua torre diroccata, e poi verso la chiesa a cielo aperto di Valmaggiore, solitaria sulla cima di un colle, ormai preludio delle “vere montagne”, sulla dorsale appenninica.

Cena e pernottamento.

Caratteristiche Percorso
LUNGHEZZA: 21 km
DISLIVELLO COMPLESSIVO IN SALITA: 700 m
DIFFICOLTA’: Media/difficile 

4° giorno – Ca’ del Gobbo / Passo della Sambuca

Dopo la colazione in struttura partenza per il cammino.

In un territorio ormai spopolato, si raggiungono le rovine dell’antica Dogana tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio, al confine tra le province di Bologna, Ravenna e Firenze. L’edificio fu uno dei primi rifugi per quei ragazzi di pianura che salirono in montagna a combattere il fascismo. Dopo il passo Paretaio, e la strada costruita dagli Alleati, inizia la salita verso i mille metri del Cimone della Basta, oltre il quale si dischiude la remota e lussureggiante Valle del Rovigo, dove partigiani e montanari diedero vita, nell’estate del ’44, alla loro piccola, libera Repubblica di ribelli. Dopo aver incontrato i ruderi delle loro case in sasso, si dorme in una delle basi della Resistenza, dove aveva sede l’unica scuola della zona.

Cena e pernottamento.

Caratteristiche Percorso
LUNGHEZZA: 22 km
DISLIVELLO COMPLESSIVO IN SALITA: 600 m
DIFFICOLTA’: Media/difficile 

5° giorno – Passo della Sambuca / Crespino del Lamone

Dopo la colazione in struttura partenza per il cammino.

Dal rifugio i Diacci, si tocca la cascata dell’Abbraccio, meta delle passeggiate di Dino Campana e di Sibilla Aleramo, cantata nelle loro lettere e nelle loro poesie. Si sale quindi alla cima più alta del percorso, il Monte Carzolano (1184 m) per poi seguire il crinale e scendere in picchiata sul piccolo borgo di Crespino,  nella valle del Lamone. Da qui il treno, lungo i binari della gloriosa ferrovia faentina, conduce a Firenze, verso sud, oppure a Faenza, in direzione nord. 

In funzione degli orari di rientro, saluti con i referenti locali e fine del viaggio.

Caratteristiche Percorso
LUNGHEZZA: 8 km
DISLIVELLO COMPLESSIVO IN SALITA: 300 m
DIFFICOLTA’: Facile 

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle esigenze dei viaggiatori e delle strutture che ospitano il gruppo di viaggiatori. Il trekking prevede il trasporto del proprio bagaglio in spalla.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zaino per il trekking da 40/50 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.

Referente locale

Il viaggio è totalmente accompagnato dallo scrittore Wu Ming 2 e da una Guida Ambientale Escursionistica.

Livello di difficoltà

Il cammino non si svolge in alta montagna e quindi non presenta dislivelli particolarmente impegnativi o tratti esposti, tuttavia la lunghezza delle tappe e i 4 giorni di cammino consecutivi richiedono una buona preparazione fisica e un’abitudine a camminare anche su medie/lunghe distanze con lo zaino in spalla.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 5 giorni:

VoceQuota individuale
14 persone10 persone8 persone
Quota viaggio475,00545,00610,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione.
  • Spese e compenso per una guida Ambientale Escursionistica e Wu Ming 2.
  • Tutti i pernottamenti come da programma.
  • Tutte le cene bevande al tavolo incluse.
  • Assicurazione RCT.
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)   

Il costo totale espresso non comprende:

  • Il viaggio A/R per Imola
  • Pranzi al sacco
  • Spese personali ed extra e quanto non espresso nelle voci sopra indicate
  • Trasporto da/per i luoghi di partenza e arrivo.
  • Assicurazione infortuni attivabile su richiesta
  • Assicurazione annullamento Filodiretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della data di partenza

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 8 persone, il numero massimo è di 14 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 06/10/21 10/10/21

Partenze confermate

Ti accompagnerà

Fabrizio

Fabrizio, dalle Marche, ha scelto la strada nel turismo responsabile e sostenibile, decidendo di percorrerla a piedi, accompagnando le persone in montagna per scoprire a passo lento le meraviglie della propria terra. Trova qualche anno fa in ViaggieMiraggi la realtà giusta nel proporre forme di turismo in linea con i propri principi etici e di accoglienza. Oggi referente dei Viaggi a Piedi, sempre con passo gentile.

Fabrizio
divisorio