Viaggio a Capo Verde, tour dell’isola di Santiago

Zaino in spalla alle radici dell'arcipelago

Un viaggio zaino in spalla per lasciarsi andare ai ritmi e le energie di questo meraviglioso arcipelago e in particolare all’isola di Santiago!

Là in mezzo all’Atlantico c’è un piccolo paradiso che profuma di banane e caffè, di sale e legna bruciata, dove le persone vivono ancora di cose semplici e la musica non cessa mai di suonare.

Insieme alle Azzorre, Madera, Le Canarie e le Isole Selvagge, le isole dell’arcipelago di Capo Verde (dieci in tutto), fanno parte del grande complesso di Isole Atlantiche chiamato Macaronesia, dal greco makaron nésoi. Un tempo disabitate, oggi accolgono un patrimonio umano, musicale e culturale davvero invidiabile e ancora poco conosciuto ai molti. Sebbene l’arcipelago sia composto di molte Isole, la madre di tutte è l’Isola di Santiago, e qui che si incrociano le storie del passato, i suoni e i colori che sanno d’Africa America ed Europa.

Un viaggio alla scoperta delle origini del popolo Capoverdiano, dove avremo occasione di perderci e ritrovarci nell’abbraccio caldo e suadente di Santiago; isola così autentica e così carica di contrasti. Una occasione speciale per conoscere il cuore pulsante di CapoVerde, condividendo con le persone locali momenti di vita, ascoltando storie che profumano di semplicità e scandendo il ritmo lento del nostro andare a suon di morna e funanà.

Viaggio a Capo Verde, tour dell’isola di Santiago
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio a Capo Verde

1° giorno

Partenza dall’Italia e arrivo a Praia in serata, trasferimento in Ostello. Sistemazioni in camere doppie.

Praia è capitale dell’arcipelago e capoluogo dell’Isola, pertanto è la città più popolosa che saprà accoglierci a suon di clacson come ogni capitale che si rispetti.

2° giorno

Colazione presso una panetteria della città poi trasferimento in Yache (mezzo di trasporto collettivo) in direzione di Cidade Velha.

Arrivo a Cidade Velha e sistemazione in Ostello. Cidade Velha (città vecchia) è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO: prima insediamento umano dell’arcipelago, ospita ancora oggi le testimonianze dei primi coloni arrivati sull’Isola. Nella nostra escursione verso la Fortaleza Real de Sao Felipe incontreremo la Chiesa di Nossa Senhora do Rosario (costruita nel 1495 è la chiesa coloniale più antica del MONDO).

Escursione nel “grande canyon”che sorge ai piedi del Forte di Sao Felipe, all’ombra di banani e datteri. Visita al Forte e tardo pomeriggio libero per visitare il piccolo villaggio, chiacchierare con i pescatori, fare il bagno o bersi qualcosa godendo della tranquillità che Cidade Velha sa offrire.

In base alla stagione è possibile assistere alla produzione artigianale del Grogue, un distillato locale di canna da zucchero.

Pernottamento in ostello con bagno in comune. Pranzo in città e cena in ostello.

3° giorno

Al mattino, dopo colazione, trasferimento in Yache verso Porto Mosquito (circa 20 minuti di strada): piccola e sperduta comunità di pescatori.

Una volta arrivati, assieme ad uno dei pescatori raggiungeremo in barca la bellissima baia do Inferno dove per chi lo desidera sarà possibile fare snorkeling noleggiando l’attrezzatura presso il B&B che ci ospita a cidade. In questa baia sono presenti molte specie volatili endemiche, infatti è una meta ottima per gli appassionati del birdwatching e se sesaremo fortunati potremo vedere le Balene.

Dopo l’escursione in barca, una famiglia del villaggio ci aspetta per pranzare insieme, prepareranno un piatto tradizionale.

Dopo pranzo passeggiata nel villaggio per conoscere la comunità e nel pomeriggio rientro presso Cidade Velha.

4° giorno

Dopo colazione trasferimento in autobus pubblico verso Assomada, una piccola cittadina immersa tra i monti nel centro dell’isola di Santiago. Qui visiteremo il museo dedicato alla cultura locale prima di avventurasi in un trekking leggero della durata di un paio di ore nelle valli di Achada Leite o Serra Malaguetta, la seconda montagna più alta dell’isola. Serra Malaguetta è un parco naturale che ospita il maggior numero di specie endemiche di CapoVerde ne conta circa 26, 14 delle quali in via di estinzione. 

Nel caso si facesse il trekking nelle valli Achada Leite si arriverebbe alla cascata di aguas belas,una delle poche fonti di acqua dolce presenti sull’isola.

Dopo l’escursione rientro in Ostello ad Assomada, cena e pernottamento.

5° giorno

Dopo colazione breve passeggiata per vedere il più antico albero di Capo Verde e poi trasferta con il bus pubblico per Tarrafal (circa 45 minuti).

In viaggio verso la punta più a nord dell’isola dove l’acqua cristallina e la sabbia bianca ci concederanno un po’ di divertimento e riposo prima di visitare quelle che un tempo furono le celle dei prigionieri politici portoghesi. Poi ancora a riempirci gli occhi di Oceano, questa volta nella meravigliosa e poco conosciuta spiaggia di sabbia nera che sorge alle spalle della cittadina.

Pranzo e cena a Tarrafal e pernottamento in Ostello.

6° giorno

Colazione in ostello e possibilità di un bagno al mare per chi lo desidera; successivamente trasferimento in Yache verso Santa Cruz (circa 1 ora).

A circa metà tragitto ci fermeremo a conoscere una comunità locale di artigiani dove le persone vivono ancora in case di paglia. Gli abitanti sono considerati il simbolo della resistenza capoverdiana al regime coloniale portoghese, in realtà questo fenomeno ha visto la luce negli anni ’40 del secolo scorso e pare sia nato in opposizione al divieto (introdotto dai frati della Congregazione dello SpiritoSanto) di praticare certi riti religiosi e popolari. Un tempo comunità chiusa e diffidente, oggi accettano di ricevere alcune visite, ma sono ancora molte le leggende popolari che circolano sul loro conto… non ci resta che vedere con i nostri occhi!

Arrivati a Santa Cruz ci sistemeremo presso un ostello costruito da un associazione no profit nato con lo scopo di finanziare i progetti sociali dell’organizzazione. Visita della cittadina e di alcuni progetti sociali presenti sul territorio. Cena sulla spiaggia presso un’altra associazione di giovani capoverdiani che si occupano della tutela e salvaguardia delle tartarughe.

Pernottamento in ostello a Santa Cruz.

7° giorno

Dopo colazione ci sposteremo sempre in bus locale in direzione di Praia: avremo modo di visitare la zona storica della città, che sorge sul plateau basaltico che sovrasta la baia.

Praia ospita il centro politico e amministrativo dell’arcipelago.Interessantissima la sua architettura che accosta le influenze africane allo stile coloniale. Visitare Praia significa mettersi per strada e lasciarsi frastornare dagli odori, dai suoni che arrivano dai mercati, dalla musicalità del Kriolo (lingua locale) e dal continuo via vai di auto, di persone e di vita! Visiteremo il bellissimo Museo Etnografico che ospita manufatti che raccontano la vita passata sull’arcipelago. Scendendo dal Plateau raggiungeremo Sucupira (fiera), il mercato africano per eccellenza, un labirinto di tende, storie e colori dove si può acquistare di tutto.

Passata Sucupira ci dirigeremo al Faro di Maria Pia dove potremo gustarci un panino sulla spiaggia o dell’ottima frutta acquistata al mercato. Dopo pranzo visita al faro, luogo ideale per gli appassionati di fotografia. Bagno veloce per assaggiare l’Oceano e poi visita all’Archivio Nazionale e/o al Museo Archeologico.

Rientro in ostello, relax. Cena nella churrasqueria preferita dai Capoverdiani e Tokatina in un bar piccolo piccolo perso tra i vicoli del quartiere di TerraBranca; impossibile incontrarvi turisti perché è la alcova degli uomini del posto, che alla sera amano incontrarsi per bere un Grogue e improvvisare serate musicali che vi lasceranno senza fiato. Pernottamento in ostello.

8° giorno

Giorno libero a Praia; ormai saprete parlare Kriolo e conoscerete tutto ciò che vi occorre per muovervi autonomamente. L’ultimo giorno sarà tutto per voi, per recarvi dove preferite, fare compere nel mercato di artigianato locale o sedervi in riva al mare insomma per godere al meglio di questa ultima giornata e iniziare a sentire un po’ di Sodade per questa bellissima terra. Cena tutti insieme e trasferimento in Aeroporto.

9° giorno

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Si tratta di un viaggio zaino in spalla. Il programma di viaggio è indicativo può variare in base ad una serie di fattori non prevedibili prima.

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima sia in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti. Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio sarà accompagnato in loco da Roberta, educatrice professionale che vive nell’Isola di Santiago, e in alcuni momenti ci potrà essere il supporto di una guida locale.

Livello difficoltà

Il viaggio richiede un buon livello di adattamento, si usano strutture ricettive spartane e spesso con bagni condivisi. Ci sono camere doppie o multiple. Si usano mezzi pubblici e ci si immerge in situazioni di vita quotidiana.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate sul sito www.viaggiemiraggi.org.
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 9 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
7-8 persone5-6 persone4 persone
Quota viaggio660,00675,00700,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • colazioni-pranzi e cene (escluso il cibo del primo giorno dall’Italia a Capo Verde e dell’ultimo giorno per circa 20-30€ totali)
  • pranzo e cena includono indicativamente un abbondante piatto unico (di solito si mangia riso e pesce o carne con contorno) e una bevanda
  • pernottamenti in ostello con camera multipla o doppia e bagno in comune
  • tassa di soggiorno
  • spostamenti interni (quelli previsti dal programma con mezzi di trasporto collettivi)
  • guide locali
  • ingressi ai musei previsti nel programma
  • trasporto da/per aeroporto (taxi)
  • quota accompagnatore (pernottamenti, cibo, trasporti, musei)
  • compenso accompagnatore
  • quota progetto

Il costo totale espresso non comprende:

  • Il volo A/R tasse incluse (indicativamente a partire da 700€ in bassa stagione e a partire da 900€ in alta stagione)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • il visto di ingresso è stato sostituito da una tassa da pagare in aeroporto di 31 euro con compilazione di un formulario
  • supplemento stanza singola (circa 105€)
  • eventuali pranzi del primo e ultimo giorno per circa 20-30€ totali
  • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio euro/escudos
  • bevande alcoliche o extra
  • spese personali ed extra non previsti dovuti e cambio costi del carburante

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il viaggio parte con un numero minimo di 4 persone e un massimo di 8. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 21/06/19 29/06/19
  • 12/07/19 20/07/19
  • 17/08/19 25/08/19

In via di conferma

Ti accompagnerà

Roberta

Innamorata di CaboVerde e dei suoi abitanti. Dopo averla conosciuta per la prima volta nel 2010, anno in cui ha svolto il suo lavoro di tesi di Laurea in Educazione professionale, ha trascorso 8 lunghi anni tra andirivieni e investendo le sue energie in attività di supporto ad alcuni progetti sociali attivi sull’Isola di Santiago. Nel Novembre 2018 è partita con biglietto di sola andata, ed ora è lì pronta ad accompagnarvi alla scoperta di questa terra semplice, contraddittoria e meravigliosamente viva!!!

Roberta
divisorio