Viaggio in Ecuador, tra Amazzonia, Ande e Costa del Pacifico

Amazzonia, Incas e Treno delle Ande

Un paese variegato, con realtà naturalistiche ed etniche completamente differenti fra di loro, ricco di selve, altipiani, laghi, vulcani e mare, con una complessa realtà indigena, ciascuna con una propria cultura e lingua. Un itinerario in tutto il paese, dall’Oriente Amazzonico all’interno della giungla, passando fra gli stupendi panorami e vulcani della Sierra Andina, fino alla Costa Pacifica, con i suoi villaggi affacciati sul mare. Incontri con comunità indigene e realtà del commercio equo e solidale, privilegiando le dimensioni che fanno parte del circuito del turismo comunitario.

Viaggio in Ecuador, tra Amazzonia, Ande e Costa del Pacifico
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Ecuador

1° giorno

Partenza in direzione di Quito.

All’arrivo, incontro con la guida locale e trasferimento in hotel (1 ora e mezza). Sistemazione, cena e pernottamento.

2° giorno

La mattina riposo fino all’ora di pranzo. Nel pomeriggio visita della città vecchia.

Il centro storico di Quito, splendidamente coloniale è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 1978. Si possono passare ore passeggiando per le stradine, gustando le armonie delle case, dei cortili e delle molte chiese. Osservare la gente che passa seduti in Plaza San Francisco, è il miglior modo per cominciare ad entrare in contatto con lo spirito del viaggio.

Cena nel Barrio La Ronda, uno dei rioni più antichi della città.

Recentemente restaurato, il quartiere è tornato a svolgere un ruolo importante nella città, riprendendo l’antica tradizione di luogo di incontro culturale e sociale. Visto che alcune delle case sono state “aperte”, si può entrare nei portoni e fare il giro di una casa storica. 

Cena e rientro in hotel e pernottamento.

3° giorno

Dopo colazione spostamento in trasporto pubblico (circa 2 ore e trenta minuti) fino ad Otavalo. Visita del mercato tradizionale locale.

Pranzo e dopo un ultimo giro rientro a Quito. Arrivo previsto verso le 18. Rientro in hotel al centro storico, cena e pernottamento.

IL MERCATO DI OTAVALO C’E’ SOLO IL SABATO. PER I PROGRAMMI CON DATE E GIORNI DIVERSI, SI POTRA’ INVERTIRE IL GIORNO O VISITARE QUITO ( Museo de La Capilla del Hombre di Guayasamin, Museo del Banco Central ecc.) 

4° giorno

Colazione e spostamento al terminal del bus di Quitumbe per prendere un bus fino a Tena (4 ore e trenta).

Arrivo al terminal dei bus di Tena. In trasporto privato e con guida locale ci si sposta verso la comunità del Parque Nacional Llanganates. La distanza si percorrere in circa 30 minuti di trasporto.

Arrivo e sistemazione in comunità.

Nella comunità indigena di Wasila si realizzerà un’esperienza di turismo comunitario con la etnia amazzonica Kichua.

La comunità ha semplici ma sufficientemente comode strutture recettive per dormire con bagni ben funzionanti, comodi materassi, zanzariere e tutto ciò di cui si ha bisogno per garantire al viaggiatore un comfort adeguato. Ci sono bagni privati (senza acqua calda) e si vive secondo le usanze tipiche ossia senza luce elettrica ma con candele e torce. Nella comunità (8 minuti dalle capanne) c`è la possibilità di ricaricare la macchina fotografica e tutti gli altri apparati dato che c’è elettricità.

Cena e pernottamento.

5° giorno – 7° giorno

Le attività proposte (da decidere secondo le esigenze e preferenze dei viaggiatori e secondo le condizioni climatiche del momento) per il 5º e 6º giorno fino al pranzo del 7º prima del pranzo ed alla partenza sono:

  • Elaborazione di materiali autoctoni (fibra i Pita, Paja Toquilla) per realizzazione di artigianato e strumenti di uso quotidiano della comunità
  • Visita alle coltivazioni locali e spiegazione e realizzazione del rituale della semina e raccolta della yucca
  • Elaborazione della yucca e realizzazione della bevanda tipica chicha
  • Descrizione delle piante medicinali della zona
  • Pratica della cerbottana
  • Spiegazione degli strumenti tipici per la pesca artigianale sul fiume Talag
  • Pratica del lavado de oro nel fiume Talag
  • Visita della laguna di Waysa Yacu gestita dalla comunità di Alukos.
  • Bagno nella laguna laterale al fiume Napo
  • Bagno in una piccola laguna sul fiume Talag
  • Visita e navigazione del fiume napo (affluente del Rio delle Amazzoni) da verificare supplemento per coppie
  • Visita del centro di riscatto di animali selvatici. Tale centro è un progetto che ha lo scopo di sensibilizzare sul tema del traffico di animali e sulla conservazione e protezione dell’ambiente (da verificare supplemento per coppie)
  • Possibilità di fare tubing (percorrere un tratto di fiume in camera d’aria per godere del paesaggio amazzonico da una prospettiva differente) da verificare supplemento per coppie

8° giorno

Mattinata libera e dopo il pranzo a Wasila trasferimento con un mezzo privato fino alla città di Tena (circa 50 minuti). Partenza con un bus pubblico in direzione Baños (3 ore e mezza in bus) al confine fra la Sierra e l’Amazzonia.

Arrivo in serata e sistemazione in ostello; cena e passeggiata serale.

9° giorno

Dopo colazione ci si sposta verso la zona di Bellavista per una camminata di circa un’ora fino al mirador. Poi si può continuare fino al villaggio di Run Tun (2 ore e mezzo).

Pranzo e nel tardo pomeriggio si va alle acque termali nella Piscina de la Virgenstabilimento balneare all’aperto nel centro della cittadina per una bella “immersione” in 4 vasche, da fredda a caldissima (48°) e con diversi componenti minerali.

Cena e pernottamento in ostello.

10° giorno

Dopo colazione partenza in bus per Ambato (45 minuti) e poi spostamento per Salinas de Guaranda (2 ore e mezzo). Arrivo e sistemazione in ostello.

Salinas è un villaggio andino (3.570 m. circa) immerso in un paesaggio splendido. Per molti anni l’unica attività per gli abitanti di Salinas è stata l’estrazione del sale dalle miniere. Nel 1970, dopo l’arrivo di un gruppo di volontari salesiani, cominciò un cambiamento positivo, si organizzarono cooperative per la creazione di microimprese, tra questa anche quella che gestisce il Turismo Comunitario. Le finalità più importanti sono il sostegno ad una economia solidale ed evitare l’emigrazione dei giovani. Sono in corso molti progetti di importazione diretta (anche con l’Italia) nei circuiti del Commercio Equo e Solidale.

Il pomeriggio si potrà visitare il paesino per assaggiarne l’atmosfera; passeggiata fino a La Cruz per osservare dall’alto tutta la zona.

Cena e pernottamento.

11° giorno

Dopo colazione si inizia la visita guidata delle microimprese di Salinas (soprattutto caseificio, filanda, cioccolatteria, fabbrica di essiccamento di funghi, microimpresa di olii essenziali, microimpresa del gruppo di donne che elaborano maglioni, sciarpe etc. in fibra di lana e di alpaca, fabbrica di palloni).

Visita l’antica miniera di sale che ha dato nome al pueblo. Cena e pernottamento.

12° giorno

Dopo colazione si parte con trasporto privato (passando per il tipico paramo andino) per dirigersi al terminal dei bus di Riobamba.

Nel percorso verso Riobamba si farà una sosta al vulcano Chimborazo (il punto piú distante al mondo dal centro della terra) passando nella riserva faunistica alle falde del vulcano stesso. Dal terminal di Riobamba in due ore si raggiunge il tipico villaggio di Alausí. Arrivo e sistemazione in ostello; visita del posto cena e pernottamento.

13° giorno

Dopo colazione ci si sposta alla stazione del treno e si parte (orari 8:00 oppure 11:00) per il tragitto Alausí-Sibambe-Alausí. Il percorso dura circa 2 ore e 30 minuti e si percorre il tratto della Nariz del Diablo.

Il percorso si realizza con lo stile di una passeggiata e quindi il treno lentamente percorre le Ande permettendo di godere il maestoso paesaggio e la peculiare opera ingegneristica della Nariz del Diablo (il treno in questo pezzo si muove a zig-zag).

Sul treno c’é una guida locale che si occupa di spiegare il percorso. Poi a Sibambe si visiterà il museo Condor Puñuna. Rientro ad Alausí e poi spostamento per El Tambo (2 ore). Arrivo e sistemazione nel paesino del Tambo.

Verso le 13:30 spostamento (25 minuti) per visitare le rovine Cañari ed Incaiche di Ingapirca.

Ingapirca è il sito archeologico nel quale si trovano le più scenografiche rovine incaiche dell’Ecuador. Fondata dalla popolazione autoctona Cañari come luogo di culto, fu conquistata dagli Incas. Il complesso si percorre seguendo un sentiero inca circolare che tocca alcuni luoghi sacri fino a tornare alla partenza. Il sito ospita anche un piccolo museo.

Ritorno al Tambo, cena e pernottamento.

 14° giorno

Dopo colazione partenza in bus per Cuenca (2 ore). Arrivo e sistemazione nel Centro Storico di Cuenca.

Visita del centro storico di Cuenca (patrimonio dell’UNESCO) e visita del mercato artigianale con prodotti tipici della sierra ecuadoriana. Dopo pranzo visita al Museo Etnografico e passeggiata sul lungofiume. Rientro per il pernottamento.

15° giorno

Dopo colazione partenza per Guayaquil (4 ore), pranzo al sacco e partenza per il villaggio di pescatori di Puerto Lopez (4 ore circa) situato nel Parco Nazionale della Machalilla; arrivo e sistemazione in ostello sul lungomare.

16° giorno

Dopo colazione si parte in barca verso la Isla de la Plata (detta la piccola Galapagos); durante il viaggio, di circa 1 ora e trenta, si osserveranno le balene ed i loro cuccioli (da maggio a settembre).

Visita dell’isola con le guide locali, attraverso un percorso a piedi per il bosque seco dalla durata variabile (da 2 a 5 ore a scelta) per vedere le tipiche Sule (uccelli azzurri dal becco e dalle zampe palmate ) in accoppiamento e le fregate.

Pranzo (leggero) sulla barca e, per chi desidera, possibilità di fare snorkelling e vedere un piccolo pezzetto di barriera corallina con i pesci di barriera.

Rientro a Puerto lopez, arrivo previsto in serata. Cena e pernottamento a Puerto Lopez in ostello.

17° giorno

Giornata di riposo al mare. Si consiglia la visita alla spiaggia di Los Frailes nel cuore del bosco secco del Parco Nazionale della Machalilla. 

18° giorno

Giornata di riposo e viaggio per raggiungere Guayaquil. Volo di ritorno e rientro in Italia il giorno successivo. Pernottamento in volo.

19° giorno

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti. Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi. Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio accompagnato da un referente locale che seguirà il gruppo per tutto l’itinerario e parla italiano. E’ possibile che diversi collaboratori possano alternarsi nel seguire i viaggiatori.

Livello di difficoltà

Il viaggio prevede trasferimenti con mezzi locali e alcune permanenze presso le comunità indigene della Sierra. Per questo è richiesta una buona capacità di adattamento ai lunghi trasporti e ad alcuni alloggi. Alcune escursioni in foresta potranno richiedere un minimo di resistenza fisica; lo stesso vale per le escursioni in altitudine (3500 mt). Su richiesta, dove possibile, si potranno prenotare camere doppie con bagno privato.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 19 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
9-10 persone7-8 persone5-6 persone4 persone
Quota viaggio adulti1435,001490,001570,001655,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filodirettoassistance (solo per cittadini con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre viaggio e verifica post – viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia, tripla o in condivisione
  • trasporti interni in autobus/taxi/pulmino privato come da programma
  • copertura spese e compenso del referente locale per 18 gg di affiancamento
  • ingressi ai parchi e musei da programma
  • quota progetto
  • pasti (media 6,00 euro a pasto) e una bevanda ai pasti (escluso alcolici) previsti da programma

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (quota indicativa a partire da 800,00 euro tasse escluse, in bassa stagione)
  • supplemento singola (circa 90 euro)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio dollaro/euro
  • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • bevande alcoliche
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone mentre il numero massimo è di 10 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 03/02/19 22/02/19
  • 25/02/19 15/03/19