Viaggio in Etiopia, Rift Valley e la valle dell’Omo River

L’Etiopia è una terra di differenze in cui convivono, spesso l’una a fianco dell’altra, un complesso mosaico di popoli, di religioni, di culture, di lingue, di tradizioni e di aree climatiche: i maestosi paesaggi degli altipiani, le suggestive savane aride; le antiche chiese rupestri dei cristiani ortodossi e le tende mobili dei nomadi musulmani del bassopiano; muli che arrancano per scendere tortuosi sentieri che si aprono su verdi vallate dimenticate nel tempo e carovane di dromedari che incedono solennemente. Questo viaggio è pensato appunto per educare alla coesistenza fra popoli tramite il contatto diretto tra culture, nel rispetto dell’ambiente e delle sue risorse, convinti che le comunità devono fruire direttamente dei benefici di un turismo maturo e responsabile.

Viaggio in Etiopia, Rift Valley e la valle dell’Omo River
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Etiopia

1° giorno

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Addis Abeba.

2° giorno

Arrivo ad Addis Abeba nel primo mattino. La guida è ad accogliervi all’aeroporto. Dopo colazione, visita al rinnovato Museo Nazionale.

Il Museo nazionale dell’Etiopia è situato presso la Facoltà di Tecnologia dell’università della città. Il museo famoso per i suoi ominidi fossili come Lucy e Selam, tra i più antichi reperti scoperti al mondo. Delinea il patrimonio storico, culturale e archeologico del paese.

Poi si prosegue verso sud fino al lago Ziway con sosta al sito di steli di Tiya. Dopo pranzo passeggiata nella località di Bocessa dove incontreremo i pescatori locali e potremmo avvistare le aquile pescatrici.

Pernottamento in hotel.

3° giorno

La mattina dopo colazione visita di un progetto che fornisce l’istruzione, formazione e sostegno alle donne per diventare leader sempre più efficaci sia in campo politico che all’interno delle loro comunità, lottando per la giustizia economica, promuovendo l’attivismo di base e sfidando il razzismo, il sessismo, l’omofobia e tutte le forme di oppressione. C’è un bel negozio di prodotti artigianali e potremmo bere con loro un buon caffè tradizionale.  Continueremo verso la terra Wolayta, un fertile altopiano coltivato a cereali. I villaggi si disperdono in comunità familiari autosufficienti. Entriamo nel territorio dei Gamo, popolazione di contadini. Nel pomeriggio siamo al Maze Park, vasta area protetta (220 Km quadrati) creata per difendere la bella antilope di Swaynes; drive nel parco al tramonto.

Pernottamento in campo tendato.

4° giorno

Esplorazione mattutina del parco. Birdwatching e appostamenti per osservare i movimenti delle antilopi e altri animali. Proseguimento per Jinka su una bella pista che passa attraverso le montagne del Senagal. Arrivo a Jinka e  visita di un progetto sulle piante medicinali fatto in collaborazione con la popolazione Ari.

Pernottamento in hotel.

5° giorno

Partenza verso il parco di Mago, uno dei territori più belli del Grande Sud. Qui si trovano ancora gruppi di elefanti, mandrie di bufali e pascola il kudu. Questa è la regione dei Mursi, uno delle popolazioni più famose dell’Africa. Ritorno a Jinka e visita al mercato di Kako.
A sera raggiungiamo un villaggio Hamer dove campeggeremo sotto una bella acacia.

Pernottamento in campo tendato.

6° giorno

Visita ai villaggi Hamer e poi faremo un trekking facile tra i villaggi. Gli Hamer sono un popolo seminomade di allevatori. Il viaggio prosegue e andremo a trovare il popolo dei Kara, altro clan degli Hamer che si è specializzato nella pesca, e che ci accoglierà in uno dei posti piú panoramici della valle dell’Omo.

Pernottamento in eco-lodge.

7° giorno

La  mattina visita del mercato di Demeka, nel pomeriggio attraverseremo la regione Hamer per arrivare alla sponde del mitico fiume Omo dove navigheremo su una barca a motore per raggiungere uno dei villaggi remoti dei Dessanech. Siamo a un passo dal confine con il Kenya. Questa è regione incantata per chi ama l’osservazione degli uccelli. Rientro a Turmi in Lodge.

8° giorno

La mattina potremo visitare un villaggio Hamer prima di partire per Konso. Poi trasferimento a Konso: grandi coltivatori, hanno letteralmente scolpito un paesaggio unico, che è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Arrivo nel pomeriggio e visita del piccolo museo dove sono conservati i Waka, sculture in legno funerarie.

Pur essendo di religione cattolica, cristiana ortodossa o musulmana, i Konso effettuano ancora riti pagani e sacrifici animisti in onore della divinità da cui credono discendano loro stessi ed i loro antenati. Osservano e studiano la luna (“lea”) e le stelle (“hikka”) per prevedere il futuro. In onore dei loro defunti ereggono totem in legno dal nome “waka”, che possono raggiungere anche un metro e mezzo di altezza e risalire a ben 150 anni fa.

A seguire passeggiata tra due villaggi, costituiti da un fitto labirinto di recinti e di stradine delimitate dalle capanne con i tetti di paglia, muretti in pietra a secco.

Pernottamento in lodge.

9° giorno

Riprende il viaggio verso Nord. Si risale la Rift Valley, la grande spaccatura della crosta terreste che dal mar Rosso si propaga fino al Mozambico, fino alla città di Arba Minch, le “quaranta sorgenti”.

La Rift Valley è una sequenza di laghi pescosissimi e rifugio di innumerevoli specie di uccelli.

Arba Minch ricevette il suo nome delle numerose sorgenti di acqua fresca presenti nella zona le quali danno vita a una foresta sopra ad una falda acquifera. Oltre alle sorgenti esiste anche un fiume che attraversa la città, che viene utilizzato dalla gente locale per lavare i vestiti e per irrigare i campi.

Nella giornata ci regaliamo una gita in barca sul lago Chamo per poter osservare coccodrilli e ippopotami e un grande numero di specie di uccelli.

Pernottamento in lodge.

10° giorno

Partenze per Awasa e arrivo verso le 12. Visita di un progetto di permacultura. Pranzo e pomeriggio con loro. Passeggiata intorno al lago al tramonto.

Pernottamento in hotel.

11° giorno

La mattina visita al mercato del pesce di Awasa e di un progetto che gestisce una scuola.

Questa ONG dal 1989 porta avanti la sua attività di cooperazione internazionale e ha realizzato più di 150 progetti in 15 diversi paesi.

Lungo la strada visita del parco Abiata e Shala. Arrivo ad Addis Abeba nel pomeriggio.

Pernottamento in hotel.

12° giorno

Incontro con un referente italiano che ci accompagnerà per una visita di Addis Abeba. Vive da molti anni in Etiopia e ci racconterà la sua esperienza, oltre che approfondire alcune tematiche sulla situazione attuale in Etiopia.

13° giorno

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Nelle aree del bassopiano non si può escludere il rischio malarico. La scelta di un’eventuale profilassi è riposta nel viaggiatore. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi e il visto di ingresso (si ottiene all’arrivo in aeroporto, portare 2 fototessere). I minori devono essere in possesso di passaporto individuale. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni facoltative consultare la propria ASL; per informazioni sui documenti necessari e su clima, abbigliamento, valuta, cibi, ecc., richiedere all’agenzia il documento prima di partire.

Referente locale

Il gruppo sarà accompagnato da una guida locale parlante inglese o italiano.

Livello di difficoltà

Il viaggio non è consigliato a persone disabili a causa delle numerose barriere architettoniche e a persone con scarse capacità motorie. Si richiede un buono spirito di adattamento per la presenza di due pernottamenti in campo tendato. Necessario il sacco a pelo. 

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org.

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote 2018 in via di definizione.

Quote a persona per il viaggio di 12 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone6 persone4 persone2 persone
Quota viaggio1500,001540,001670,001730,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • autista guida parlante inglese/italiano fino a 4 pax
  • hotel come da programma
  • gita in barca sul lago Chamo e sul fiume Omo
  • tende, materassini, materiale da cucina da campo
  • ingressi nei parchi e villaggi
  • vetture 4×4
  • guida parlante italiano
  • pasti con acqua minerale

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo intercontinentale (a partire da 600 euro tasse escluse in bassa stagione)
  • visto d’ingresso (50,00 dollari), si richiede all’arrivo in aeroporto
  • supplemento singola in hotel (circa 200,00 euro)
  • mance a discrezione del viaggiatore
  • eventuali supplementi di carburante
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio Dollaro/Euro
  • bevande alcoliche
  • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione.

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 2 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 20/08/18 01/09/18
  • 10/09/18 22/09/18
  • 08/10/18 20/10/18
  • 22/10/18 03/11/18
  • 26/11/18 08/12/18
  • 23/12/18 04/01/19
divisorio