Viaggio in Abruzzo, Gran Tour sulle tracce di poeti, scrittori e viaggiatori d’Europa

In cammino tra arte borghi e transumanza

“Novità, diletto e informazione sono le finalità che principalmente spingono ogni esploratore che pensi a un viaggio in paesi stranieri: egli può essere certo di raggiungere le prime due finalità, ma è colpa sua se non riesca anche nella terza. La quantità delle notizie, poi, dipende da lui e dalla cura che ponga nel raccoglierle”.(Sir R.C. Hoare)

Un viaggio all’insegna del cammino lento, del lento penetrare e sedimentare delle impressioni e delle emozioni. Partiremo dalla città di Ovidio, Sulmona, per arrivare a Scanno, antica città della Transumanza. Procederemo a tappe come quelle che, tra ottocento e novecento, fecero numerosi viaggiatori, letterati, artisti, poeti, ecc. durante il Gran Tour d’Italia.  Il tempo degli spostamenti tra le tappe non sarà tempo sprecato da divorare col contachilometri, ma sarà un tempo per vivere e assaporare, attraverso le provinciali, le strade sterrate e i sentieri, l’anima dei luoghi per trasformarli in luoghi dell’anima.

L’Ottocento vede l’Abruzzo protagonista di opere divenute famose, come quelle di Richard Kappel Kraven e Edward Lear, Estella Canziani e Ann Macdonell che includevano la regione, pur se occasionalmente, nel Grand Tour d’Italia contribuendo, così, alla nascita del mito letterario dell’Abruzzo primitivo e pittoresco. La natura e il paesaggio nonché le notevoli testimonianze monumentali e artistiche che l’epoca medievale lasciò nella regione abruzzese attraevano l’interesse di quei viaggiatori alla ricerca di una rinnovata dimensione interiore.

Cammineremo con lo sguardo dei viaggiatori che prima di noi hanno attraversato questi luoghi al fine di coglierne l’identità profonda, il carattere unico e irripetibile che essi celano.

 

Viaggio in Abruzzo, Gran Tour sulle tracce di poeti, scrittori e viaggiatori d’Europa
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

In tutti i nostri itinerari si trascorre la gran parte del tempo all’aria aperta. I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive verranno modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Programma di viaggio in Abruzzo

1° giorno

Appuntamento in mattinata con i referenti di ViaggieMiraggi Abruzzo nei pressi della struttura ospitante, nella splendida città di Ovidio, Sulmona. Una volta sistemati, partiremo per un tour della città che seguendo le memorie letterarie e non solo ci porterà a visitare gli angoli più suggestivi della città.

Sulmona è una città che svela i suoi segreti passo dopo passo e accoglie con storia, arte e dolcezza. Si trova al centro della valle Peligna circondata da montagne ed è la città che ha dato i natali a Publio Ovidio Nasone, cantore dell’amore e delle Metamorfosi. Passeggiare per il corso e i vicoli sarà come sentirsi protagonisti della storia e dei racconti che porteremo con noi.

La cena sarà l’occasione giusta per iniziare a degustare i piatti tipici della tradizione montana abruzzese. Dopo cena passeggiata per il corso e rientro alla struttura per il pernottamento.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno

2°giorno

Dopo la colazione visiteremo la più antica fabbrica di confetti dove sono custoditi documenti, utensili, macchinari della tradizione e la ricostruzione di un laboratorio del XVIII secolo con filettatrice, sbucciatrice, lucidatrice, tostatrice e vasi contenenti gli antichi ingredienti.

Il confetto di Sulmona, oltre ad essere un prodotto tipico locale, rappresenta uno degli aspetti più significativi della storia e della cultura della città. Sono motivo di orgoglio abruzzese e una bontà dolce per il palato, una tradizione che guarda all’innovazione, famosi anche per i bouquet floreali che colorano le vetrine di Corso Ovidio.

Successivamente ci metteremo in cammino per raggiungere la nostra prima tappa: Bugnara inserito tra i Borghi più belli d’Italia.

Camminando per le strade di Bugnara si notano gli elementi di un borgo medievale, portoni, balconi, architravi, ringhiere, tutti piccoli indizi di un lontano passato, per arrivare infine alla cima cioè al Palazzo Ducale, noto come il “Castello” e anche “Rocca dello Scorpione”, è datato intorno al XII secolo.

Dopo un po’ di relax nella struttura, andremo a cena per continuare a degustare i piatti tipici della tradizione montana abruzzese. Dopo cena passeggiata per il paese e rientro alla struttura per il pernottamento.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 10 km
DISLIVELLO: 150 m complessivi in salita
ALTITUDINE: minima 405 m, massima 550 m
DURATA
: 5 ore circa (escluse le pause)
DIFFICOLTÀ
: E (Escursionistica)
FONDO STRADALE
: strade asfaltate e sterrati

3° giorno

La mattina, dopo una breve visita del borgo, partiremo in cammino per la seconda tappa del viaggio: Anversa degli Abruzzi

Il Cammino sarà in compagnia di splendidi asinelli. Sarà come rivivere l’esperienza dei grandi viaggiatori dell’ottocento che accompagnati da asini o muli attraversavano il selvaggio territorio delle Gole del Sagittario. Durante il cammino, come in ogni tappa ci faranno compagnia letture e racconti di questi esploratori del passato.

[…]dopo essere scesi in una valletta profonda e boscosa, superammo il corso del Sagittario passando attraverso i suoi oscuri recessi e, salendo all’opposto versante, girammo bruscamente a sinistra, per seguire il decorso di questo fiume […] proseguimmo per altre due miglia circa, che ci portarono in vista del paese di Anversa, situato alla sua estremità, sovrastante con stupende montagne che si accavallano l’una sull’altra, come una massa impenetrabile [….]

 Viaggio attraverso l’Abruzzo di R. K. Graven

Ad Anversa raggiungeremo la struttura di ospitalità, il bioagriturismo La Porta dei Parchi. Ad accoglierci saranno i nostri ospiti Nunzio e Manuela che con passione e amore hanno creato una produttiva azienda agrituristica.

Ci fermeremo con loro per cena e per degustare gli eccellenti formaggi di loro produzione. Dopo aver ascoltato i racconti di Nunzio sulla transumanza e la pastorizia, andremo a dormire.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 10 km
DISLIVELLO
: 170 m in salita, 150 m in discesa
ALTITUDINE
: minima 500 m, massima 650 m
DURATA
: 5 ore circa (escluse le pause)
DIFFICOLTÀ
: E (Escursionistica)
FONDO STRADALE
: sterrati, sentieri boschivi

4° giorno

Oggi rimaniamo sempre nel territorio di Anversa degli Abruzzi e dopo colazione partiremo dal bioagriturismo per un’escursione verso Pizzo Marcello per osservare dall’alto le Gole del Sagittario.

Dopo l’escursione andremo a visitare la Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF Gole del Sagittario dove faremo anche la pausa pranzo.

La Riserva Naturale Regionale e Oasi WWF Gole del Sagittario è  nata per la conservazione delle spettacolari gole calcaree scavate dal Fiume Sagittario. Bellissime le sorgenti alla base delle Gole. La Riserva si trova all’interno di un Sito d’Importanza Comunitario nel Comune di Anversa degli Abruzzi (Aq). L’area si estende per circa 400 ettari, un vero e proprio scrigno di natura a poco più di un’ora da Roma. Un profondo canyon tra rupi calcaree scavato dal fiume Sagittario, offre rifugio anche all’orso minacciato dalla frammentazione dei boschi.

Ad accompagnare la nostra giornata saranno le letture delle  opere di D’Annunzio a cui Il Comune di Anversa ha dedicato il proprio Parco Letterario.

Nel pomeriggio torneremo presso la struttura per un laboratorio sul formaggio.

Cena in uno dei ristoranti del paese con prodotti genuini e della tradizione montana abruzzese.

Il pernotto sempre presso il bioagriturismo “La Porta dei Parchi”

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 6 km (andata+ritorno)
DISLIVELLO
: 450 m in salita, 450 m in discesa
ALTITUDINE
: minima 650 m, massima 1.100 m
DURATA
: 5 ore circa (escluse le pause)
DIFFICOLTÀ
: E (Escursionistica)
FONDO STRADALE
: sterrati, sentieri boschivi

5° giorno

Partenza presto dopo colazione. Dall’azienda, seguendo il gregge di pecore,  si attraversa il paesaggio selvaggio delle Gole del Sagittario, descritto da D’Annunzio nella tragedia “La fiaccola sotto il moggio”, per arrivare a raggiungere il piccolo borgo di Castrovalva, incastonato sopra le gole e immortalato in una litografia del 1930, da Maurits Cornelis Escher incisore e grafico olandese di fama mondiale.

Sosta di rifocillamento nella piazzetta del borgo per poi ripartire in direzione di Frattura Vecchia, antico borgo pastorale abbandonato, per essere ricostruito dopo il terremoto della Marsica del 1915, oltre la frattura del monte Genzana, che in era geologica generò il lago di Scanno. Qui si visiterà̀ un locale adibito a museo degli strumenti agricoli tradizionali.

Sistemato il gregge in appositi recinti, raggiungeremo Scanno, ultima tappa del nostro cammino. Ci sistemeremo presso la struttura che ci ospiterà per la notte e andremo a cena.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno

CARATTERISTICHE PERCORSO
LUNGHEZZA
: 12 km complessivi
DISLIVELLO: 800 m in salita, 400 m in discesa
ALTITUDINE
: minima 500 m, massima 1.300 m
DURATA
: 6 ore circa (escluse le pause – da considerare che si andrà al passo del gregge)
DIFFICOLTÀ
: E (Escursionistica)
FONDO STRADALE
: sterrati, sentieri

6° giorno

La mattina, dopo colazione e sistemate le valige, usciremo per il paese di Scanno, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, noto come la “città dei fotografi” per i suoi suggestivi e inconfondibili scorci immortalati da tanti autori italiani e stranieri. Le tradizioni e il folclore sono il suo punto di forza; è possibile, tra i vicoli del paese, imbattersi in qualche donna scannese che indossa ancora il costume tipico e che lavora i merletti al tombolo. Nel centro storico le botteghe orafe espongono orecchini, anelli, collane, ciondoli e “la Presentosa” il tradizionale gioiello in filigrana simbolo dell’Abruzzo, possibilità di visitare uno dei laboratori di produzione.

“Portava agli orecchi due grevi cerchi d’oro e sul petto la presentosa: una grande stella di filigrana con in mezzo due cuori”, descrizione che fa Gabriele D’Annunzio nella sua opera “Il trionfo della morte” del 1894 del prezioso gioiello abruzzese

Il pranzo sarà consumato sulle rive del lago dove arriveremo trasportati in minivan. Dopo il pranzo transfer a Sulmona per i saluti finali.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali (un elenco più dettagliato di cosa portare sarà inviato dai referenti al momento dell’iscrizione)

Si prega di comunicare per tempo eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari, specialmente legate all’alimentazione (es. vegetariana/vegana).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta particolari difficoltà e le escursioni sono di livello escursionistico, adatte a tuti coloro che abbiano una preparazione escursionistica di base

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 6 giorni per un gruppo di:

 

Voce

 

Quota individuale

11 – 15 persone8 – 10 persone6-7 persone4-5 persone3 persone
Quota voce

 

550,00600,00650,00720,00830,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • Eventuale servizio transfer da e per Pescara a Sulmona e spostamenti nel corso dell’itinerario
  • 5 pernottamenti con colazione in camera doppia (supplemento singola su richiesta)
  • Tutti i pranzi, 4 cene (con menù fisso di gruppo. Non è compresa la cena della prima sera a Sulmona) e le eventuali degustazioni come da programma
  • Presenza della guida escursionistica e referente Abruzzo di Viaggi e Miraggi full time per l’intero itinerario
  • Escursione con asinelli
  • Laboratori esperienziali
  • Servizio trasporto bagagli
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Abruzzo
  • Supplemento camera singola
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 3 persone, il numero massimo è di 15 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni e prenotazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 07/07/21 12/07/21

Ti accompagnerà

Vanessa

L’amore per la sua terra, l’Abruzzo, ha fatto crescere in lei la voglia di condividere con gli altri le emozioni che solo certi luoghi, situazioni e attività sanno dare. Ha scoperto che percorrere un sentiero è come leggere un libro: ogni passo è come sfogliare una pagina; la natura che ci circonda è ricca di informazioni, di curiosità, di storia; ogni elemento del paesaggio ha una spiegazione della sua presenza. Questo è ciò che le piace trasmettere ai suoi compagni di viaggio.

Vanessa
divisorio