Viaggio in Marocco, tour per famiglie tra kasbe e deserto

Un viaggio in Marocco, pensato per le famiglie e per i bambini! Un tour di 9 giorni tra Marrakech, le dune di sabbia a Merzouga, le kasbe di Ouarzazate, la Valle delle Rose e le Gole del Todra. Si incontreranno anche i progetti degli artigiani di Tamesloht per il supporto alle arti e mestieri, di associazioni nel deserto che favoriscono l’istruzione, l’alfabetizzazione e la valorizzazione della cultura gnaoua. Al ritorno verso Marrakech si scoprirà anche la Valle del Draa con le oasi di palme ed il souk settimanale.

Viaggio in Marocco, tour per famiglie tra kasbe e deserto
Il deserto in Marocco
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Marocco

1° giorno 

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Marrakech.

Voli consigliati: 
Milano (Bergamo) – Marrakesh   11:45 – 14:10 

Arrivo ed accoglienza da parte del referente locale. Trasferimento con taxi (circa 30 minuti) fino in centro città e sistemazione presso un Riad (struttura ricettiva tradizionale) della Medina.
Prima conoscenza della città con passeggiata tra i Souk.
Cena libera e rientro nella struttura per il pernottamento. Sistemazione in camere doppie, singole, triple o quadruple con bagno privato e riscaldamento.

2° giorno 

Prima colazione e trasferimento con mezzo privato presso la cittadina di Tamesloht per conoscere l’associazione degli artigiani (circa 40 minuti di percorrenza).
Visita ad alcuni ateliers dei principali mestieri artigianali (terracotta e tessitura) e alla Fondazione per la formazione sull’artigianato femminile.
Pranzo con presentazione delle attività dell’associazione.
Nel pomeriggio visita all’antico complesso della Zaouia, una dimora privata in cui la famiglia proprietaria apre le porte per far conoscere la storia ed ammirare l’architettura e le decorazioni delle stanze. La Zaouia è una sorta di cittadella dove risiedevano i signori locali, un complesso di residenze risalenti al XVI° sec., fatte costruire da personalità importanti appartenenti alla dinastia Saadiana. La Zaouia è, in parte, ancora abitata dai discendenti di questa famiglia, tra cui spicca la splendida abitazione del sindaco di Tamesloht; visitando la Zaouia si possono vedere le bellissime ed elaborate porte delle case ed i soffitti in legno decorati.
Rientro a Marrakech con mezzo privato, cena libera e pernottamento presso il riad.

3° giorno 

Colazione e visita guidata ai principali palazzi e monumenti della medina. Marrakech è una delle più prestigiose e emblematiche capitali dell’antico impero marocchino. Il primo nome della città fu Marroukech (“vai di fretta”), oggi l’invito per molti è fermarsi per sempre tra i suoi souk (mercato) e le stradine ombrate, bevendo thè con menta, ascoltando i suoi musicisti, osservando i suoi portatori d’acqua, gli incantatori di serpenti, i portatori di buona fortuna, i venditori di bibite o i saltimbanco nella famosa e frenetica Piazza Jamaa El Fna.

Partenza con mezzo privato  per Ouarzazate. Pranzo lungo il tragitto (5 ore di percorrenza). Ci si arrampicherà sull’Alto Atlante fino al passo di Tichka a 2.260 metri, per poi riscendere verso i villaggi di Ouarzazate che si confondono con il paesaggio.

Prima di giungere a destinazione, tappa ad Ait Benhaddou con visita allo ksar, nominato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Negli ultimi decenni lo ksar di Ait Benhaddou, fatto di terra scura e paglia, è divenuto una naturale scenografia per diversi film tra cui “Il gladiatore”. 

Proseguimento fino al villaggio Tajda e sistemazione in un campeggio eco-sostenibile a 10 minuti dal centro di Ouarzazate. Cena con piatti tradizionali e pernottamento in camere doppie con bagno privato.

4° giorno 

Al mattino prima colazione e partenza per Tineghir.
Lungo il tragitto sosta a El-Kelâat M’Gouna, il principale centro di produzione di acqua di rose, saponi e olio essenziale alla rosa, con anche tappeti. Conoscenza con un’associazione femminile nel villaggio di Hdida a 15 km dal centro.
Pranzo con le donne dell’associazione e passeggiata nei campi di rose. La fioritura delle rose avviene nel periodo di marzo – aprile – maggio e la produzione dell’acqua di rose viene svolta tutto l’anno ma solo su richiesta. Durante la visita verrà mostrato il processo di produzione.
Arrivo nel pomeriggio a Tineghir e sistemazione presso un riad, in camere doppie o singole o triple con bagno privato e riscaldamento.
Cena e pernottamento.
Tineghir è anche un paese conosciuto ed apprezzato per la produzione dei tappeti.

5° giorno

Dopo la prima colazione visita alle Gole del Todra. La principale è una frattura naturale che divide la catena dell’Alto Atlante dai contrafforti del Jebel Sarho. I raggi del sole che riescono a penetrare all’interno delle vertiginose pareti di roccia creano fantastici giochi di luce, in particolare all’alba, momento in cui è possibile godere appieno del magico effetto.
Partenza per Merzouga (circa 4 ore di tragitto) con pranzo lungo la strada.
Sistemazione in un bivacco (accampamento) berbero nelle camere doppie o quadruple con bagno privato.
Conoscenza dell’associazione di musica gnaoua che gestisce il bivacco e partenza con zainetto per l’escursione nel deserto con i dromedari fino alle dune di sabbia (circa 1 ora e mezza di marcia a piedi o in groppa al dromedario). La musica gnaoua è un genere musicale che affonda le sue radici nei ritmi africani più primitivi e nelle tradizioni musicali berbera e araba. Questo tipo di musica viene eseguito da un particolare gruppo etnico, gli Gnaoua appunto, che sono discendenti di antichi schiavi originari dell’Africa nera. Essi sono in prevalenza musicisti e suonatori di nacchere, chiamate qraqeb, ma anche veggenti, medium e guaritori.
Spettacolo naturale del tramonto nel deserto. Cena e pernottamento in un bivacco in mezzo alle dune. Sistemazione nelle tende berbere con materassi e bagni in comune (con energia elettrica attraverso pannelli fotovoltaici). Il bivacco ha abbondanza di coperte ma senza riscaldamento.

6° giorno 

Sveglia in prima mattinata per vedere l’alba dalla cima delle dune.
Prima colazione e rientro a Merzouga con i dromedari.
Pranzo presso un’associazione del villaggio che gestisce un asilo (chiuso la domenica e durante le vacanze scolastiche), produce pane secondo le richieste, ed aiuta le donne con corsi di alfabetizzazione e di artigianato. Rientro nella struttura ed attività di condivisione con l’associazione Gnaoua: cucinare con le donne ed imparare a suonare gli strumenti della musica gnaoua.
Cena e pernottamento nelle camere doppie o quadruple con bagno privato e riscaldamento.

7° giorno 

Prima colazione e partenza per la Valle del Draa (circa 5 ore di tragitto più sosta per il pranzo lungo la strada). Ogni mercoledì si può incontrare lungo il tragitto i Souk settimanali che meritano una tappa.

Arrivo all’oasi di Agdz in un riad eco-sostenibile, in camere doppie, singole o triple con bagno privato e riscaldamento.
Passeggiata nell’oasi per conoscere il sistema di irrigazione tradizionale. Tempo libero, cena e pernottamento.

8° giorno 

Prima colazione e partenza per Marrakech.

Si ripercorre la strada del Passo di Tichka (2200 mt) passando per Ouarzazate (tragitto di circa 6 ore).

Pranzo lungo il tragitto. Tappa alla Kasbah di Taouirirt e visita.

La kasbah di Taourirt era la residenza preferita del Glaoui, il pascià di Marrakech, l’ultimo grande feudatario del Maghreb. Si possono visitare gli appartamenti con i soffitti in legno di cedro in cui risiedeva con la sua favorita, appena restaurati, e poi girovagare tra le viuzze assolate invase da bimbi vocianti. Tutt’intorno si estende la città moderna costruita dai Francesi in posizione strategica per controllare i traffici dei nomadi del deserto. Per millenni la kasbah è stata infatti una tappa obbligata lungo la via carovaniera che collegava Marrakech e Timbuctu.
Arrivo a Marrakech nel tardo pomeriggio e sistemazione in un riad in centro, in camere doppie, singole o triple con bagno privato e riscaldamento.
Tempo libero, cena e pernottamento in riad.

9° giorno 

Prima colazione e possibilità di visitare i Giardini Majorelle (con taxi privato) oppure sperimentare l’hammam (bagno turco). L’artista francese Jacques Majorelle si trasferì a Marrakech nel 1919, e si fece costruire una villa liberty con un ampio giardino. Il giardino è pieno  di piante di cactus, yucca, ninfee gelsomini e buganvillee collezionate dallo stesso artista. Una semplice architettura si arricchisce di giochi d’acqua e piante lussureggianti. Fu nel 1931 che l’architetto Paul Sinoir concepì il colore blu officina per la villa e le sue strutture. Il fabbricato fu colorato di blu intenso, tonalità che si chiama ancora oggi “blu Majorelle”.

Nel 1947 il giardino della villa fu aperto al pubblico. Dopo la morte dell’artista la villa venne acquistata da Yves Saint-Laurent e Pierre Bergè nel 1980. Dopo un restauro fu nuovamente aperto al pubblico. Oggi la villa è sede del museo di arte Islamica.

Pranzo libero e trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza.

Voli consigliati:
Marrakesh – Milano (Bergamo)  18:35 – 23:00 

Arrivo in Italia, termine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.
Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori.
Obbligatorio il passaporto in corso di validità. Ogni minore dovrà avere il suo passaporto individuale.
Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio è accompagnato da un referente locale, parlante italiano, della Cooperativa Asdikae Bila Houdoud (Amici Senza Frontiere) in collaborazione con la Rete Mediterranea per lo Sviluppo e l’Economia Sociale la quale comprende diverse associazioni marocchine ed italiane tra cui la nostra cooperativa e l’Associazione di migranti marocchini SopraiPonti di Bologna.

Livello di difficoltà

Gli spostamenti previsti sono di media-lunga durata (dalle 3 alle 6 ore circa).
Le sistemazioni sono presso piccole strutture ricettive a gestione familiare, in camere doppie con bagno privato e riscaldamento. Si trascorreranno 2 notti nel deserto in bivacchi berberi di cui 1 notte in camere doppie con bagno privato e stufette elettriche, e 1 notte in camere multiple nel bivacco tra le dune, con bagno in comune, abbondanti coperte ma senza riscaldamento. Munirsi di asciugamani e capi di abbigliamento invernali-autunnali (di notte l’escursione termica è molto intensa, con temperature che da 15° gradi diurni, scendono a 0° gradi notturni specialmente tra Ouarzazate e Merzouga).

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org. Per Pasqua 2019, il viaggio prevede un giorno in più, dal 15 al 24 aprile.

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 9 giorni:

VoceQuota individuale
10 persone9 persone7 persone4 persone
Quota viaggio (adulto)710,00730,00760,00900,00
Quota viaggio (ragazzi 12-18 anni)580,00600,00620,00770,00
Quota viaggio (bambini 4-11 anni)340,00360,00380,00530,00

Quote a persona per il viaggio di 10 giorni (solo per le date dal 15 al 24 aprile 2019):

VoceQuota individuale
10 persone9 persone7 persone4 persone
Quota viaggio (adulto)740,00760,00790,00930,00
Quota viaggio (ragazzi 12-18 anni)600,00620,00640,00790,00
Quota viaggio (bambini 4-11 anni)360,00380,00400,00550,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • tutti i pernottamenti con colazione in strutture locali come da programma, con riscaldamento (stufette elettriche), ad esclusione di 1 notte nel deserto
  • 5 cene e 3 pranzi con bevande non alcoliche
  • trasporti interni privati, con autista e carburante
  • vitto, alloggio e compenso del referente locale per 9 giorni di affiancamento
  • escursione nel deserto con i dromedari
  • visita guidata a Marrakech (mezza giornata)
  • ingressi alla kasbah di Taourirt e ksar di Ait Benhaddou
  • quota progetto

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* per Marrakech a/r e tasse aeroportuali (acquistabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi, quota indicativa a partire da 500,00 euro tasse incluse)
  • 10 pasti non compresi (media di 5-7 euro a pasto a persona)
  • supplemento camera singola circa 80 euro a persona (tranne 1 notte del deserto)
  • bevande alcoliche
  • ingressi palazzi/musei di Marrakech (tot ingressi circa 7-10 euro a persona)
  • ingresso ai giardini Majorelle (circa 5 euro a persona) e all’hammam (bagno turco; da 10 a 30 euro a persona)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi di carburante o di tasse aeroportuali
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio dirham/euro
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 28/12/18 05/01/19
  • 15/04/19 24/04/19

Partenze confermate