Viaggio in Oman, tour lungo la via dell’incenso

Viaggio zaino in spalla

Un viaggio zaino in spalla in Oman per scoprire un territorio tra i più autentici e ricchi di storia del paese. Il Dhofar è la regione più meridionale dell’Oman, si affaccia sull’Oceano Indiano, ha un clima tropicale, ma per la maggior parte è costituita dall’enorme deserto del Rub al Khali, 650.000 km quadrati di sabbia, chiamato “Quarto Vuoto” e “Deserto dei Deserti”.

La regione del Dhofar comprende una vasta area a sud-ovest dell’Oman, ai confini con lo Yemen e l’Arabia Saudita. La sua popolazione, amabile e ospitale risente dell’influenza Yemenita, essendo appunto il Dhofar parte dello Yemen prima della nascita dello stato omanita. Si tratta di una comunità etnica a sé stante, completamente differente dal resto del Paese. Comprende diverse comunità, tra le più significative i Beduini, che vivono nel deserto e nei villaggi intorno, i Djebeli, abitanti delle montagne per lo più allevatori di bestiame, i pescatori e gli abitanti del capoluogo Salalah e i discendenti della popolazione proveniente dall’isola di Zanzibar, un tempo parte del dominio omanita.

Un viaggio in Oman alla scoperta di un’atmosfera e un’accoglienza uniche, dove avremo l’occasione di vivere un territorio che fu rifugio di arditi navigatori, patria di veri e propri tesori come l’incenso e la mirra, e dimora della leggendaria regina di Saba. Un’occasione speciale per conoscere l’Oman e soprattutto la sua gente, come ricorda Marco Polo nel suo “Milione”: “Strano popolo questi Omaniti, hanno un mare pieno di sardine ma invece di mangiarsele le danno in pasto ai cammelli”.

Viaggio in Oman, tour lungo la via dell’incenso
Foto di Criscophoto
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Oman

1° giorno

Ritrovo in aeroporto con l’accompagnatore in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Salalah con scalo a Muscat. Pernottamento in volo.

2° giorno

Arrivo a Salalah in mattinata, sistemazione in guest house, e giornata dedicata al relax in spiaggia per adattarsi al clima e al Paese. Il pranzo è libero, mentre la sera si farà un barbecue in spiaggia.

Salalah è il capoluogo della regione del Dhofar nella zona sud dell’Oman confinante con lo Yemen, per la maggior parte costituita dall’enorme deserto del Rub al Khali, chiamato il quarto vuoto, ma anche da una catena montuosa che circonda la città di Salalah e che consente di avere un microclima diverso dal resto del paese.

Pernottamento in guest house a Salalah.

3° giorno

Al mattino dopo colazione partenza in pulmino per la visita di Salalah. Si inizierà con il vecchio suq dell’incenso, dove oltre alle resine profumate si possono trovare altri prodotti tipici artigianali, come la Mirra. Successivamente visita della moschea di Sultan Qabos, una della più famose in Oman. La moschea sebbene sia di costruzione recente è una bellezza architettonica, e si trova nel centro della città. Ha due grandi cupole e due minareti bianchi decorati con intarsi dorati.

Dopo la visita della moschea sosta al mercato centrale per passeggiare nel suq e pranzare con dell’ottimo pesce fresco.

Dopo pranzo passeggiata nella vecchia Salalah, il vecchio quartiere Yemenita e il gold market. Visita al museo dell’incenso e alla città archeologica di Al Baleed. Il museo è stato creato a fianco dell’antica città di Al Baleed, un antico insediamento omanita comprendente le rovine di una moschea e una grande zona dedicata agli scambi commerciali. Da qui veniva esportato il famoso incenso del Dhofar verso la Mesopotamia, l’India e la Cina.

Nel tardo pomeriggio visita delle vecchie case tradizionali omanite e rinfresco presso un chiosco di cocco e banane prima del rientro in guest house.

Cena libera e pernottamento in guest house a Salalah.

4° giorno

Al mattino dopo colazione, partenza per Taqah con 2 auto 4×4 e la guida locale, e breve escursione nel Wadi Darbat con il suo splendido lago e la cascata. Il Wadi Darbat è un’oasi verdeggiante alle porte del deserto dove regnano pace e tranquillità e si trovano specchi d’acqua, cascate e animali che pascolano allo stato brado.

Successivamente attraversata in auto del Jebel Samhan e il Sink Hole. Il Jabel Samhan è un’area protetta dove la presenza dell’uomo non è così diffusa, e questo permette la conservazione, in alcune zone remote della riserva e inaccessibili senza speciali permessi, di animali a rischio estinzione come il leopardo d’arabia e la gazzella d’arabia.

In seguito visita del villaggio peschereccio di Mirbat. Antica città di pescatori e strategico punto per gli antichi commerci dell’incenso, Mirbat ospita ancora oggi uno dei porti più importanti della regione. Passeggiando per le stradine ci si addentra tra le case dei quartieri vecchi, dove si possono ammirare le facciate segnate dalla guerra con fori di proiettili e scritte arabe inneggianti alla rivoluzione. Arrivando al porto si possono ammirare i Dhow, le barche tipiche omanite, che danzano ormeggiate, in attesa di tuffarsi nuovamente tra le acque.

Il pranzo verrà consumato a Mirbat e nel pomeriggio rientro a Salalah.

Cena libera e pernottamento in guest house.

5° giorno

Dopo colazione partenza in fuoristrada e con la guida verso la parte ovest della regione in direzione dello Yemen. Lungo il tragitto sosta al mausoleo di Giobbe, profeta presente sia nella Bibbia che nel Corano, e quindi luogo di pellegrinaggio sia per cristiani che per musulmani. Si attraverserà la montagna che porta nello Yemen con uno scenario mozzafiato, con visita del Wadi dell’incenso, per scoprire i segreti di questo albero miracoloso venerato dagli omaniti. Questa resina estratta dall’albero boswellia, è stata sempre preziosa merce di scambio, lungo la “via dell’incenso” attraverso la penisola arabica sino al Mediterraneo.

Si proseguirà, poi, verso sud ovest fino a giungere nelle splendide baie sabbiose della spiaggia di Fazayah, un litorale di sabbia bianca lungo circa 5km. Pranzo al sacco e relax in spiaggia.

Nel pomeriggio rientro a Salalah, cena libera e pernottamento in guest house.

6° giorno

Al mattino tempo libero per rilassarsi in spiaggia o passeggiare per le vie della città, pranzo libero a Salalah, e nel primo pomeriggio partenza in fuoristrada con la guida in direzione del Rub al Khali. Questo enorme deserto è composto da circa 650.000 km quadrati di sabbia, e secondo la tradizione islamica chiamato il quarto vuoto perché quando Allah divise l’universo in quattro parti, fece il cielo, la terra, il mare e la quarta parte rimase vuota. Qui si passerà il pomeriggio, con una sosta per attendere il magico tramonto che illumina tutto di rosa.

La sera cena tradizionale omanita nel deserto e pernottamento in un campo tendato.

7° giorno

Al mattino sveglia all’alba e colazione al campo. Alle 7 del mattino partenza per Salalah per evitare le ore più calde nel deserto, con sosta del Wadi Dawkah, conosciuta come valle dell’incenso. Il Wadi Dawkah è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio dell’umanità, non solo per la bellezza paesaggistica ma perché è qui che venivano a contatto mondi lontani e diversi come l’Europa, l’India, l’Africa e l’Asia. È qui che si miscelavano culture e scienza e fiorivano ricchissimi commerci.

Arrivo in guest house verso l’una del pomeriggio. Pomeriggio e serata liberi.

8° giorno

Ultima giornata di viaggio dedicata al relax in spiaggia e al tempo libero per passeggiare tra le vie di Salalah. Durante la giornata ci potranno essere degli incontri informali con alcune persone omanite che potranno introdurre il viaggiatore ad alcune pratiche quotidiane locali, oppure con un’azienda agricola produttrice di banane e cocco e allevamento di cammelli, mucche e capre, o ancora se si sarà fortunati si potrà osservare la pratica della pesca di sardine in spiaggia a Salalah.

Ci potranno essere diversi momenti ludici per conoscere la cultura omanita.

Pranzo e cena liberi e pernottamento in guest house.

9° giorno

Al mattino dopo colazione trasferimento in aeroporto e rientro in Italia con scalo a Muscat.

Note di viaggio

Si tratta di un viaggio sperimentale, quindi il presente programma può essere maggiormente soggetto a variazioni rispetto agli itinerari già consolidati, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Nessuna vaccinazione obbligatoria. Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi e il visto di ingresso da ottenere prima della partenza accedendo a questo link https://evisa.rop.gov.om/en/home. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, mentre per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Si consiglia abbigliamento comodo e sportivo all’interno dei parametri di rispetto della cultura islamica. Capi d’abbigliamento importanti da portare sono: scarpe comode, ciabatte, costume da bagno, sandali, cappello e crema solare.

Referente locale

Il viaggio sarà accompagnato dall’Italia da un referente ViaggieMiraggi, e in loco ci sarà il supporto di una guida locale parlante inglese per 4 giorni di escursioni.

Livello di difficoltà

Il viaggio richiede un buon livello di adattamento. Si starà sempre nella stessa struttura ricettiva a Salalah gestita da una donna italiana. Ci sono camere doppie o triple e i bagni saranno privati o in comune. Una notte si dormirà nel deserto in campo tendato con bagno in comune. Si useranno mezzi privati (pulmino e jeep) per le escursioni con la guida e ci si immergerà in situazioni di vita quotidiana spesso informali a Salalah.

La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org.

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 9 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone6 persone
Quota viaggio870,001040,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • copertura spese dell’accompagnatore per tutta la durata del viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia o tripla e le colazioni
  • trasferimento da e per l’aeroporto di Salalah
  • guida locale per le escursioni da programma
  • tutte le escursioni menzionate come incluse e trasporto per le escursioni
  • pranzi e cene come da programma

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (a partire da 500,00 euro)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • visto d’ingresso da fare on line prima di partire per circa 12 euro collegandosi a questo link https://evisa.rop.gov.om/en/home
  • supplemento singola a partire da 15,00 euro al giorno
  • trasferimenti in taxi per visitare Salalah in autonomia
  • 4 pranzi e 5 cene non comprese nel programma per circa 90 euro
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone, il massimo di 8. Il viaggiatore sarà informato al più tardi 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Versione stampabile

Prossime partenze

  • 20/09/19 28/09/19
  • 11/10/19 19/10/19

In via di conferma

Ti accompagnerà

Filippo

Veneto di origine ma persiano di adozione. Dal 2012 per studio, lavoro o svago timbra almeno una volta all’anno il suo passaporto con il visto iraniano, ormai una seconda casa! Appassionato di conoscenza e curioso per natura appena ha l’occasione parte: che siano luoghi lontani o vicini l’importante è scoprire qualcosa di nuovo.

Filippo