Viaggio in Piemonte, natura e storia a Torino

Storia, natura e prelibatezze gastronomiche tra città e colline

Abbracciata dalle Alpi disegnate alla perfezione scopriamo una Torino garbata e gentile immersi tra i profumi di oggi e di ieri, tra il sacro e l’operosità, Torino dall’anima complessa niente affatto grande città… luogo da scoprire con i piedi e gli occhi.
Il tour offre l’opportunità di conoscere da vicino aspetti meno noti della città di Torino: i quartieri multietnici, i luoghi della solidarietà, un percorso nella storia del 900 e, per finire, la natura urbana inaspettata, con l’Orto Botanico e la lussureggiante Collina.

“Come una stampa antica bavarese, vedo al tramonto il cielo subalpino.
Da Palazzo Madama al Valentino ardono l’Alpi tra le nubi accese…
È questa l’ora antica torinese”
Guido Gozzano

Viaggio in Piemonte, natura e storia a Torino
Foto di nonmisvegliate da Pixabay
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio a Torino e dintorni

1° giorno

Ritrovo a Torino in mattinata con i referenti locali di ViaggieMiraggi e partenza del tour da Porta Palazzo dove lo sguardo può spaziare dalla collina alla Mole, dalle montagne alla cupola del Duomo e al campanile. In questa piazza, sede del più ampio mercato d’Europa, si abbraccia tutto il senso di Torino.

Porta Palazzo è la “cucina di Torino”, come l’ha definita Giuseppe Culicchia, autore torinese innamorato della sua città. Tra le sue bancarelle si sprigionano i profumi intensi del Mediterraneo, dei formaggi delle valli alpine, della menta marocchina e delle spezie che fanno correre la mente verso paesi lontani. Passeggiando si incontrano l’Europa, l’Asia, le Americhe e l’Africa in un caleidoscopio di colori. Porta Palazzo è storia, è luogo caro ai torinesi che ancor oggi la chiamano Porta Pila. Da sempre è il fulcro del commercio cittadino e sede del Balon, il mercatino delle pulci e del brocantage.

Pranzo libero in zona dove è possibile gustare e sperimentare le cucine dal mondo nei diversi ristorantini adiacenti alla piazza del mercato o preferire lo street food.

Nel pomeriggio continua il tour di Porta Palazzo, famoso anche per essere il quartiere della solidarietà, con la visita ad un progetto sociale.

Porta Palazzo è anche il quartiere dei Santi Sociali di Torino dove la solidarietà è di casa. A fine Ottocento vi trovavano rifugio i poveri della città, ed è qui che si stabilì Don Giovanni Bosco, accogliendo i primi ragazzi di strada, e il Cottolengo.

Arrivo in hotel per il check-in, con sistemazione in camere doppie. Possibilità di camera singola con supplemento soggetta a disponibilità.

Segue cena tipica piemontese con serata libera e rientro in hotel in autonomia.

2° giorno

Dopo colazione si parte, con i mezzi pubblici, alla scoperta di San Salvario, lo storico quartiere dell’accoglienza per tradizione. Durante la passeggiata per le vie del quartiere è prevista una degustazione di prodotti tipici al mercato rionale con le prelibatezze dal Roero e dalle Langhe: i formaggi, le famose carni piemontesi e gli ortaggi biologici.

A Torino si dice: “A San Salvario c’è tutto”. Situato tra la stazione di Porta Nuova e il Parco del Valentino, questo quartiere, fin dai primi anni 50, è stato l’approdo per migliaia di migranti che dal Sud Italia venivano a cercare un futuro migliore attratti dalle operose fabbriche torinesi. Oggi continua ad essere un crocevia di culture provenienti dall’Europa dell’Est, dall’Oriente e dall’ Africa. Il dolce “garbo parigino” descritto nelle poesie di Gozzano lo si scorge nei palazzotti di fine ‘700, le botteghe di artigiani, di artisti e di brocante si trovano ancora nelle vie a fianco dei negozi con specialità provenienti da tutto il mondo.

Pranzo libero nel quartiere e, a seguire, quattro passi nel verde Parco del Valentino, luogo caro ai torinesi che costeggia il fiume Po, con il suo rigoroso castello famoso per gli stucchi gialli, per raggiungere l’Orto Botanico dell’Università. Nella visita all’Orto Botanico sarà possibile immergersi in un mondo incantato di piante e fiori che parlano di luoghi lontani.
Rientro in hotel con cena e serata libere.

3° giorno

Dopo la colazione ci prepariamo a vivere il terzo giorno, quello dedicato alla collina, dolce corona di Torino. Il percorso a piedi inizia da Piazza Vittorio per attraversare il Po e volgere lo sguardo alle montagne, tra cui il Monviso, che protegge Torino.

Dopo una breve sosta presso l’affascinante chiesa seicentesca della Madonna del Pilone e il Motovelodromo in stile liberty, dedicato a Fausto Coppi, e raggiungiamo la stazione della famosa “Dentera” di Superga per raggiungere  e visitare la Basilica di Superga, opera dell’architetto Filippo Juvarra.

La Dentiera di Superga, “Dentera” in piemontese, è una tranvia collinare a cremagliera che, in mezzo ad alberi di faggio, castagno e conifere, ci regala scorci mozzafiato sulla città e sulle Alpi. “Io ho dinnanzi il più bello spettacolo che possa colpire l’occhio umano” accompagnati da queste parole di Jacques Rousseau arriviamo sul piazzale e godiamo della vista su Torino e le Alpi. Superga è anche tristemente famosa per la tragedia avvenuta il 4 maggio 1949 quando, gli Invincibili del Grande Torino persero la vita per lo schianto dell’aereo proprio sulla basilica. Andremo a visitare questo luogo così carico di storia.

Pranzo libero in un’accogliente trattoria tipica a Superga o, in base all’orario, a Pavarolo, la tappa successiva.

Segue spostamento con mini van a noleggio verso Pavarolo, caratteristico borgo collinare, con balconata panoramica, dove possiamo visitare lo Studio Museo del pittore Felice Casorati.

Pavarolo ha offerto al grande pittore del ‘900 qualcosa di più fu l’ispirazione per concetti immutabili pieni di valori. La transitorietà delle vicende umane paragonate alla solidità della terra, il gioco delle linee, dei solchi sulle colline… entrando in casa ci pare di scorgere il grande pittore intento a fissare sulla tela il paesaggio delle colline circostanti.

Ritorno in città, sempre in mini van, percorrendo a piedi la strada panoramica verso il Colle della Maddalena, tra ville e giardini.

Rientro in hotel e cena libera.

4° giorno

In mattinata, lasciato l’albergo, ci sposteremo a piedi per raggiungere il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà di Torino, per iniziare una giornata dedicata all’approfondimento di questo periodo importante della storia italiana. Qui ci aspetta una visita guidata.

Il Museo offre ai propri visitatori un patrimonio di documenti e memorie della società civile e politica. Un esempio unico nel panorama nazionale in un’azione mirata a coinvolgere e tenere strettamente legati la memoria e la documentazione di un passato tragico e glorioso con lo sguardo rivolto al futuro dei Diritti e delle Libertà. Dal 2009 il Palazzo ospita anche la sede del Centro Internazionale di Studi Primo Levi, grandissimo intellettuale e testimone del secolo scorso.

Segue pranzo libero e pomeriggio con l’altra visita guidata prevista al Museo del Carcere “Le Nuove”, dove ci aspetta un percorso molto emotivo nella Storia e tra le storie dell’Italia libera e democratica.

Il Museo è ospitato nel vecchio carcere cittadino, costruito nella seconda metà dell’Ottocento e rimasto in funzione sino agli anni ‘80. Nel ventennio fascista vi furono imprigionati gli oppositori del regime, negli anni successivi anche partigiani ed ebrei. Nello stesso periodo esisteva un “braccio tedesco”, ovvero la sezione gestita dalle SS del Terzo Reich, dove venivano torturati in particolare i partigiani e gli oppositori del nazi-fascismo.

Saluti e fine del viaggio. Ci lasciamo con un “Arvedse”, arrivederci in piemontese, convinti di ritrovarvi ancora nella nostra bella Torino.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: abbigliamento e scarpe comodi e nessun particolare equipaggiamento tecnico.

Si prega di comunicare per tempo eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari, specialmente legate all’alimentazione (es. vegetariana/vegana).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di Stefano e Valeria di Sole Onlus, referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta difficoltà e le escursioni sono di livello turistico, adatte anche a bambini, adulti fuori allenamento ed anziani in buono stato di salute.  Tuttavia la presenza di alcune barriere architettoniche può ostacolare la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 4 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone6 persone4 persone2 persone
Quota viaggio310,00345,00473,00515,00

Per gruppi diversi è possibile richiedere un preventivo personalizzato.
PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 3 pernottamenti in camera doppia con colazione
  • 1 degustazione e 1 cena di benvenuto, come indicato da programma
  • Tutti i trasferimenti interni previsti con mezzi pubblici o auto o minivan a noleggio
  • Biglietti di ingresso ai musei previsti nel programma (Orto Botanico, Museo della Resistenza, Museo del carcere “Le Nuove”)
  • Quota e contributo associativo Sole Onlus, referente VeM
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)   
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 4 giorni di affiancamento

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Torino
  • Supplemento camera singola (20 euro), da verificare in base alle disponibilità
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, i pasti identificati come liberi, gli extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 2 persone, il numero massimo è di 8 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 03/09/20 06/09/20
  • 24/09/20 27/09/20

Ti accompagnerà

Valeria

Valeria è accompagnatrice turistica, ha una profonda conoscenza del paese ed ha ricevuto dall’ente del turismo sudafricano la qualifica di South African Specialist, esperta di viaggi in Sudafrica. È anche esperta di Turismo Accessibile, con qualifica di Turismo Accessibile Advisor.

Valeria affianca all’attività di accompagnatrice turistica in Sudafrica anche l’attività di accompagnatrice turistica in Italia, specializzata nel turismo incoming per gli stranieri e fondatrice di Italian Steps, che offre soggiorni in italia con visite a località meno note del nostro Paese abbinate all’insegnamento della lingua italiana.

Valeria

Stefano e Paola

L’amore di Stefano e Paola per l’Africa è iniziato 20 anni fa quando si regalarono tre mesi di viaggio nella profondità dell’Africa. Nel 2003 hanno fondato SOLE, un’associazione di volontariato che promuove i valori della giustizia sociale impegnandosi in Mozambico, Sud Africa, Burkina Faso ed Italia. Stefano oltre ad essere il Presidente di SOLE è anche mediatore culturale ed appassionato allenatore di ciclismo. Paola ha una specializzazione in Management of Development ed è accompagnatrice turistica. Entrambi sono certificati dall’Ente per il turismo sudafricano come SA Specialist, Esperti di viaggi in Sud Africa.

Stefano e Paola
divisorio

250 Compagni di viaggio.

Partecipa alla Campagna Soci 2020 di ViaggieMiraggi!

Diventa anche tu un nostro compagno di viaggio e cammina insieme a noi! Scopri come diventare socio>>>