Viaggio in Piemonte, sulle tracce di lupi e pastori fra i parchi Alpi Marittime e Mercantour

Un trekking ad anello di 5 giorni lungo le tracce della storia umana e naturale di un territorio, di incontri e scontri passati e presenti. Le Alpi rappresentano una barriera orografica e climatica, ma allo stesso tempo in questi luoghi sono sempre stati un territorio di passaggio e di scambio per tutte le specie, animali, compreso l’uomo, e vegetali.
I sentieri serpeggiano tra terreni coltivati, foreste, praterie ed alpeggi, toccano antiche fortificazioni in cresta ed estese aree ricche di incisioni rupestri, a testimoniare quanto sia stata profonda l’impronta umana sul paesaggio.
Un’esperienza all’insegna della sostenibilità per la facile accessibilità ai luoghi di partenza e arrivo con il treno da Vernante e Tenda, alloggiando in spartani rifugi e confortevoli lodge, accolti da pastori e produttori locali che amano e vivono il territorio intensamente, senza paura delle sfide che la montagna pone loro di fronte.

Viaggio in Piemonte, sulle tracce di lupi e pastori fra i parchi Alpi Marittime e Mercantour
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Piemonte

1° giorno

Ritrovo presso il parcheggio della Stazione ferroviaria di Vernante per le 13, dove è possibile lasciare l’auto, e spostamento (15’) attraverso il paese verso il punto di partenza del sentiero. Salita al Rifugio (1379 m) e chiacchierata con la famiglia proprietaria del caseificio locale, sulle sfide e opportunità presentate dalla vita di malgari in territori di lupi. Cena e serata informativa dedicata al lupo e al variegato territorio che si attraverserà: un viaggio per immagini, video e parole per trasferire informazioni scientifiche sulla specie e la sua difficile relazione con le popolazioni locali. Pernottamento in rifugio. 

CARATTERISTICHE PERCORSO
DISLIVELLO: 865 m circa in salita
DURATA: 5 ore circa
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistica)

La prima tappa del percorso tra Alpi Marittime e Mercantour ci condurrà nella storia antica delle comunità montane e un assaggio della natura selvaggia che caratterizza questi territori. Passeggiando tra le vie del piccolo borgo di Vernante, potremo ammirare decine di murales che fanno capolino dai muri, porte e finestre dedicati ai personaggi del famoso romanzo di Collodi, Pinocchio. Le scene che impreziosiscono vie e piazze del paese sono state realizzate a partire dal 1954 per rendere omaggio all’illustratore della prima edizione del romanzo (1910-1911), Attilio Mussino, che ha trascorso proprio a Vernante gli ultimi anni della sua vita.
Attraversato il paese, imboccheremo una strada sterrata che sale ripida a tornanti nel bosco per poi proseguire su sentiero verso Tetti Colletta (1226 m). L’itinerario percorre la “Via dî Tèit”, che collega molte frazioni abbandonate sul versante sinistro della Val Grande, ci permetterà di avere un assaggio della antica
architettura alpina tradizionale, la cosiddetta “civiltà dei monti”, che fino ad alcune decine di anni fa caratterizzava questi territori. Attraverso faggete e castagneti, passaggi in zone più rocciose e punti panoramici sul valloni ricchi di vegetazione, giungeremo tra le case di Palanfrè (1379 m), una suggestiva“balconata” sulla Val Grande. Presso l’azienda agricola della famiglia Giordano, avremo l’occasione di avere un primo contatto con il complesso mondo della pastorizia in territori montani, tra le molteplici difficoltà e opportunità legate alla natura dei luoghi.

2° giorno

Dopo la colazione in rifugio, si segue la sterrata verso sud fino al primo tornante, poi si imbocca a sinistra una mulattiera che attraversa la faggeta. Risalendo il Vallone degli Albergh si sale verso l’omonimo Lago (2032 m). Il sentiero, con una ripida salita, prosegue attraverso rododendri e pietraie, raggiunge un pendio di rocce friabili (funi metalliche), supera un tratto ripido e un po’ esposto e raggiunge il Passo di Ciotto Mieu (2274 m), sullo spartiacque tra la Valle Grande di Vernante e la Valle Vermenagna. Il sentiero scende verso est per dolci pendii erbosi. Giunti a Pian Madoro (1766 m) si incontra una carrareccia che scende fino a quota 1410 m; passato il Ciabot di Pedù, si prende la diramazione per i Prati della Chiesa che conduce all’estremità sud dell’abitato di Limonetto.
Serata dedicata al naturale ritorno del lupo in questi territori e alle popolazioni locali, vecchie e nuove sfide per le comunità rurali. Cena e pernottamento. 

CARATTERISTICHE PERCORSO
DISLIVELLO: +860/-965 m
DURATA: 5 ore circa
DIFFICOLTÀ: EE

La prima vera tappa dell’anello tra Marittime e Mercantour, sul percorso storico della Grande Traversata delle Alpi, attraverso le dirupate pareti rocciose che chiudono la testata del vallone degli Alberghi e le ampie distese erbose dei pascoli che si incontrano dopo l’erto passo di Ciotto Mien.
Un’immersione totale della diversità dei paesaggi che questo territorio offre, a un passo dal confine tra Italia e Francia, terra di passaggio di popoli sin dai tempi preistorici e poi dei Romani, che lo chiamano Monte Cornio.
Lungo la discesa attraverso i pascoli di Pian Madoro si possono osservare diverse trune (ricoveri in pietra con volta a botte)

3° giorno

Dopo colazione, si risale la valle lungo il Rio Prati della Chiesa, percorrendo quindi un traverso nel bosco per raggiungere la dorsale a quota 2079 m che delimita il confine di Stato tra Italia e Francia. Risalendo a destra lungo il confine in direzione della Rocca dell’Abisso, il sentiero si ricongiunge alla rotabile ex militare, precedentemente abbandonata, proprio in corrispondenza dell’ultimo tornante prima del Fort de Giaure. Lasciato il forte si scende finalmente verso la Francia sotto Prà Giordan proseguendo a mezza costa. A seguire ancora discesa dalla testata del Vallone di Caramagna lungo una serie di tornanti verso la vecchia caserma di Peïrefique. In corrispondenza di Baisse de Peïrefique l’ex tracciato militare si snoda con moderata pendenza e raggiunge il fondo del Vallone di Casterino, raggiungendo l’omonimo abitato. Sistemazione in struttura, cena e pernottamento.

CARATTERISTICHE PERCORSO
DISLIVELLO: +1240/-860 m
DURATA: 7 ore circa
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistico)

Una terza tappa a cavallo tra Italia e Francia, tra passato e presente, tra ampie distese erbose, valloni rocciosi e creste panoramiche che spaziano dalle Alpi Marittime e Alpi Liguri fino al mare. Un percorso impegnativo ma ricco di storia, per la presenza di imponenti fortificazioni di fine Ottocento facenti parte del Campo trincerato di Tenda, costruite dall’allora neonato Regno d’Italia per difendere i propri confini.
Lungo il cammino infatti potremo approfondire la storia antica e recente che ha caratterizzato questo territorio di confine, con una sosta presso il pentagonale Fort de Giaure (2253 m) situato su un pianoro erboso da dove si gode di un panorama eccezionale sull’alta Val Roya e sulle Alpi Marittime. Con il terzo giorno ci addentreremo ulteriormente nella complessa questione della convivenza delle attività umane con la presenza del lupo, dalla percezione del problema a come viene affrontato.

4° giorno

Dopo la colazione partenza per il trekking che con la tappa di oggi collega Casterino con Fontanalba.

CARATTERISTICHE PERCORSO
DISLIVELLO: 690 m
DURATA: 5 ore circa
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistico)

Una intera giornata dedicata a uno dei maggiori monumento archeologici di Francia: la Valle delle Meraviglie. Sulle rocce levigate dai ghiacciai, le popolazioni agro pastorali hanno segnato con migliaia di incisioni il loro passaggio, testimonianze di credenze ancora oggi nascoste nella religiosità popolare agricola. È uno straordinario sito naturale e archeologico protetto, dominato dal monte Bego, una montagna sacra fin dal neolitico. Entreremo nel sito archeologico alla scoperta delle incisioni rupestri accompagnati dalla nostra guida, autorizzata a condurci all’interno dell’area più interessante e ricca di reperti.

5° giorno

Da Casterino si sale per lariceti luminosi fino alla Baisse dell’Ourn da cui si gode una impareggiabile vista sul Bego e sulla Valle di Fontanalba. Scenderemo lungo una strada militare che ci porterà direttamente al paesino di Tenda. Giunti in città sarà possibile visitare l’interessante Museo dipartimentale delle Meraviglie, ed attraverso i suoi allestimenti potremo comprendere a fondo la storia naturale e umana di questo territorio.
Dopo una merenda libera in un dei caratteristici locali di Tenda, il treno delle ore 20.15 permetterà a chi ne avrà necessità di tornare alle autovetture parcheggiate presso il parcheggio di Vernante in circa 45 minuti.

CARATTERISTICHE PERCORSO
DISLIVELLO: + 760 m / – 1500 m
DURATA: 6 ore circa
DIFFICOLTÀ: E (Escursionistico)

Il comune di Tenda il più grande delle Alpi Marittime, ed importante tappa dell’Alta via del Sale, alternativamente provenzale, savoiardo, francese, italiano, poi di nuovo francese. La “Strada Reale”, sviluppatasi sotto il duca Carlo Emanuele di Savoia, ha fatto la fortuna dei mulattieri tendaschi che offrivano i loro servizi di trasporto ai mercanti.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari:

  • obbligatorio abbigliamento da trekking in montagna (pantaloncini/pantaloni comodi per la camminata; scarponcini/scarpe da trekking alte alla caviglia; maglietta; maglia pesante; guanti; berretto; mantella / guscio impermeabile)
  • uno zaino comodo da 20/30 l che terrete sulla schiena tutto il giorno (circa 2 L di acqua + macchina fotografica + cappello + tubo di crema solare + sacchetto pranzo).
  • una borsa o uno zaino per i vestiti da caricare sull’auto messa a disposizione dall’Ente (massimo 8 kg di peso). Ricordate di mettere i vestiti in sacchetti di plastica: in caso di pioggia tutto resterà asciutto.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari. (L’agenzia non si assume la responsabilità qualora si verifichino problematiche relative ad allergie o intolleranze alimentari non dichiarate)

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di una Guida locale abilitata.

Livello di difficoltà

Il viaggio è adatto a persone con un buon allenamento fisico e in grado di portare sulle spalle uno zaino da escursione del peso di ca. 10 kg. L’itinerario è classificato come EE per il passaggio del passo del Ciotto Mien e la lunghezza della tappa del terzo giorno.

Quando

Il programma è realizzabile nel periodo dal 25 giugno al 15 settembre 2022.

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia. 

Quanto

TARIFFE 2022 IN VIA DI DEFINIZIONE

Quote a persona per il viaggio di 5 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
 8 persone6 persone
Quota viaggio

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • Tutti i pernottamenti con colazione
  • Tutte le cene e i pranzi al sacco
  • Degustazioni previste da programma
  • Incontri serali o lungo il percorso come da programma
  • Attività previste da programma
  • Spese e compenso per la guida abilitata
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)   

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Vernante
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate
  • Visita al Museo dipartimentale delle Meraviglie
  • Tassa di soggiorno
  • Assicurazione infortuni attivabile su richiesta

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone, il numero massimo è di 10 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 22/06/22 26/06/22
  • 21/09/22 25/09/22
divisorio