Viaggio in Piemonte, Torino all that jazz

Jazz, cinema e prelibatezze gastronomiche

Torino dall’anima intrigante niente affatto grande città… luogo da scoprire passeggiando rilassati immersi nell’atmosfera del Torino Jazz festival che celebra la libertà e la fusione tra le comunità e le culture accogliendo nei suoi grandi teatri e piccoli club, musicisti di fama internazionali ed emergenti.

Il tour offre l’opportunità di conoscere da vicino aspetti meno noti della città: i quartieri multietnici, i luoghi della solidarietà, un percorso nella storia del 900,

Una Torino che sa accogliere con i suoi tratti garbati e gentili e con il suo buon vino e la sua ricca offerta enogastronomica.

Viaggio in Piemonte, Torino all that jazz
Foto di nonmisvegliate da Pixabay
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio

1° giorno

Ritrovo a Torino in mattinata con i referenti locali di ViaggieMiraggi e partenza del tour da Porta Palazzo dove lo sguardo può spaziare dalla collina alla Mole, dalle montagne alla cupola del Duomo e al campanile. In questa piazza, sede del più ampio mercato d’Europa, si abbraccia tutto il senso di Torino.

Porta Palazzo è la “cucina di Torino”, come l’ha definita Giuseppe Culicchia, autore torinese innamorato della sua città. Tra le sue bancarelle si sprigionano i profumi intensi del Mediterraneo, dei formaggi delle valli alpine, della menta marocchina e delle spezie che fanno correre la mente verso paesi lontani. Passeggiando si incontrano l’Europa, l’Asia, le Americhe e l’Africa in un caleidoscopio di colori. Porta Palazzo è storia, è luogo caro ai torinesi che ancor oggi la chiamano Porta Pila. Da sempre è il fulcro del commercio cittadino e sede del Balon, il mercatino delle pulci e del brocantage.

Pranzo libero in zona dove è possibile gustare e sperimentare le cucine dal mondo nei diversi ristorantini adiacenti alla piazza del mercato o preferire lo street food.

Nel pomeriggio continua il tour di Porta Palazzo, famoso anche per essere il quartiere della solidarietà, con la visita ad un progetto sociale.

Porta Palazzo è anche il quartiere dei Santi Sociali di Torino dove la solidarietà è di casa. A fine Ottocento vi trovavano rifugio i poveri della città, ed è qui che si stabilì Don Giovanni Bosco, accogliendo i primi ragazzi di strada, e il Cottolengo.

Arrivo in hotel per il check-in, con sistemazione in camere doppie. Possibilità di camera singola con supplemento soggetta a disponibilità.

Segue cena tipica piemontese alla scoperta della gastronomia locale.

Rientro in hotel, sistemazione in camera doppia con bagno.

2° giorno

Dopo colazione si parte, con i mezzi pubblici, alla scoperta di San Salvario, lo storico quartiere dell’accoglienza per tradizione.

A Torino si dice: “A San Salvario c’è tutto”. Situato tra la stazione di Porta Nuova e il Parco del Valentino, questo quartiere, fin dai primi anni 50, è stato l’approdo per migliaia di migranti che dal Sud Italia venivano a cercare un futuro migliore attratti dalle operose fabbriche torinesi. Oggi continua ad essere un crocevia di culture provenienti dall’Europa dell’Est, dall’Oriente e dall’ Africa. Il dolce “garbo parigino” descritto nelle poesie di Gozzano lo si scorge nei palazzotti di fine ‘700, le botteghe di artigiani, di artisti e di brocante (mercato delle pulci) si trovano ancora nelle vie a fianco dei negozi con specialità provenienti da tutto il mondo.

Pranzo libero e siamo pronti per tuffarci nelle atmosfere del TJF:   Jazz per esperti e neofiti, alla scoperta delle sue diverse declinazioni, dal mainstream ai nuovi linguaggi celebrando uno stile musicale che ha sempre rappresentato la libertà e la fusione tra le comunità e le culture (trovi qui il programma  dei concerti della giornata Opuscolo-TJF2022.pdf  )

Cena libera e a seguire concerto serale.

Rientro in hotel, sistemazione in camera doppia con bagno.

3° giorno

Mattinata dedicata a una lenta passeggiata alla scoperta delle vie del Centro di Torino, perché no degustando per colazione un buon “bicerin”, dolce bevanda tipica torinese cha ha vantato tra i suoi celebri estimatori Cavour, Dumas, Nietzsche e Hemingway.

Dopo pranzo in uno dei molti localini del centro la nostra passeggiata per il salotto buono della città ci conduce fino al Museo nazionale del cinema, un’eccellenza del patrimonio culturale di Torino. Ciò che lo rende davvero unico è la peculiarità dell’allestimento sviluppato a spirale verso l’alto dando vita a una presentazione spettacolare che ripercorre la storia del cinema dalle origini ai giorni nostri. Oltre al suggestivo itinerario interattivo dell’esposizione permanente, sarà possibile visitare DARIO ARGENTO – THE EXHIBIT  la prima grande mostra dedicata al maestro del cinema.

La nostra visita termina con la salita sull’ASCENSORE PANORAMICO che ci conduce sino alla Terrazza Panoramica posta a 85 metri d’altezza, da cui si gode la straordinaria vista sulla città e sull’arco alpino che la circonda.

E arrivato il momento del “cerea” l’arrivederci in piemontese che è anche un augurio di rivedersi presto.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: abbigliamento e scarpe comodi e nessun particolare equipaggiamento tecnico.

Si prega di comunicare per tempo eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari, specialmente legate all’alimentazione (es. vegetariana/vegana).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di Stefano e Valeria di Sole Onlus, referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta difficoltà e le escursioni sono di livello turistico, adatte anche a bambini, adulti fuori allenamento ed anziani in buono stato di salute.  Tuttavia la presenza di alcune barriere architettoniche può ostacolare la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

 

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 3 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone7-6 persone5 persone4 persone
Quota viaggio275,00285,00310,00335,00

 

Per gruppi diversi è possibile richiedere un preventivo personalizzato.
PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 2 pernottamenti in camera doppia con colazione
  • 1 cena di benvenuto
  • Biglietti di ingresso per eventi jazz giornata di sabato
  • Ingresso Museo del cinema + ascensore panoramico
  • 1 biglietto giornaliero mezzi pubblici
  • Quota sostegno progetto SOLE Odv, referente VeM
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni  
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 3 giorni di affiancamento

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Torino
  • Supplemento camera singola (a partire da 15 euro), da verificare in base alle disponibilità
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, i pasti identificati come liberi, gli extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone, il numero massimo è di 8 persone.


Richiedi un preventivo Stampa programma

Ti accompagnerà

Stefano

Stefano è nato con la bicicletta, ricorda ancora i primi slalom tra gli alberi dei giardini torinesi. La sua passione lo porta alle corse da giovanissimo e poi alle granfondo. La bicicletta per Stefano è sinonimo di libertà, di scoperta e di benessere. Per questo motivo ha compiuto cicloviaggi in Olanda, Danimarca e nel 2021 la Trieste Torino lungo l’argine del Po. Nelle lunghe ore in sella ama osservare il paesaggio e quando è possibile fermarsi in piccole osterie e sentire le chiacchere dei frequentatori. La bici è il mezzo per sentire il mondo circostante, il vento che cambia ad ogni curva, il sole che imperla la fronte, la pioggia che batte sulle braccia e sulle gambe, il canto di un gallo lontano… Dal 2018 anni segue i bambini di una società ciciclistica cercando di trasmettergli i valori di questo splendido sport che è il ciclismo.  Accompagnatore Cicloturistico abilitato dalla Regione Piemonte e accompagnatore e-bike SIEB Stefano è pronto per accompagnarvi alla scoperta di luoghi insoliti della sua città, Torino e delle Langhe dove ha le sue radici. Non solo ciclismo, Stefano ha fondato nel SOLE, un’associazione di volontariato che promuove i valori della giustizia sociale e dell’uguaglianza impegnandosi in Mozambico, Sud Africa, Kenya e Italia. Dal 2019 è Ability Advisor esperto di turismo accessibile. Fa parte di Italian Steps nodo della rete di ViaggieMiraggi in Piemonte ed è anche creatore e accompagnatore insieme a Paola e Valeria di tour in Sud Africa e Mozambico.

Stefano

Valeria

Valeria è accompagnatrice turistica abilitata. Nata a Torino, è innamorata della sua città e della sua Regione, che non si stanca mai di esplorare e guardare con gli occhi del viaggiatore, scoprendone in continuazione nuovi angoli e aspetti sorprendenti. È specializzata nel turismo incoming per gli stranieri e fondatrice di Italian Steps, che offre soggiorni e tour in Italia con visite a località meno note del nostro Paese, abbinate all’insegnamento della lingua italiana.
È esperta di Turismo Accessibile, con qualifica di Turismo Accessibile Advisor.

Insieme a Paola e Stefano è anche creatrice e accompagnatrice di tour in Sud Africa, per quali hanno ricevuto dall’Ente del Turismo Sudafricano la qualifica di South African Specialist, e Mozambico. Con Roberta, inoltre, è accompagnatrice in Irlanda dove, molti anni fa, ha iniziato le sue esplorazioni zaino in spalla e autostop, entrando in contatto con luoghi e persone con cui ha stabilito rapporti che permangono.

Valeria
divisorio