Viaggio in Repubblica Ceca, tour di 4 giorni a Praga

tra memorie del ’68 e lotte contemporanee

Quattro giorni a Praga sulle tracce delle trasformazioni del secondo dopoguerra fino alla separazione tra Repubblica ceca e Slovacchia consumatasi alla fine del 1992, con uno sguardo sui movimenti locali dei nostri giorni che si battono per uno sviluppo equilibrato della città in grado di preservare il suo genius loci opponendosi alle alienazioni del turismo di massa che ha investito la capitale ceca negli ultimi vent’anni.
Gli incontri con un testimone dell’Invasione del 1968 e con un giovane giornalista free lance italo-ceco permetteranno di ripercorrere le vicende passate e di comprendere i mutamenti del presente, con un occhio attento alla critica situazione internazionale.
L’ultimo giorno è prevista una serata in compagnia di un’associazione locale che gestisce uno spazio socio-culturale presso sull’isola Kampa per riflettere sulle tensioni create da un incontrollato sviluppo turistico della città nonché sulle strategie locali per contrapporvisi mantenendo vivi legami sociali e spazi comunitari.

Viaggio in Repubblica Ceca, tour di 4 giorni a Praga
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Repubblica Ceca

1° giorno

Arrivo all’aeroporto di Praga e incontro con il nostro referente locale. Trasferimento con mezzi pubblici in hotel nel centro storico.

A seguire primo giro per la città:
La visita parte da Náměstí Republiky, davanti all’edificio del Municipio in stile Art nouveau, prosegue attraverso la Torre delle polveri nella Celetná fino al cuore della città vecchia tra Staroměstké náměstí e il Quartiere ebraico, piccolo mondo dove visse Franz Kafka. Procede sul Ponte Carlo, fino a Malá Strana per arrivare al Castello, da dove si apre un panorama quasi completo sulla città. Il complesso del Castello, sede del potere politico dai tempi del Regno di Boemia, attualmente è la residenza del presidente della Repubblica ceca.

In serata cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel. Camere doppie con bagno privato

2° giorno: la Praga storica e quella del Sessantotto

Prima colazione in hotel. Al mattino visita al centro storico con una guida locale. La visita approfondisce il percorso del pomeriggio precedente, ma offre anche uno sguardo sui luoghi che caratterizzarono il Sessantotto praghese: la Československý rozhlas, in Vinohradská 12, sede della Radio cecoslovacca, che fu attaccata dalle truppe occupanti insieme al Museo Nazionale, in piazza Venceslao; il monumento in memoria di Jan Palach che nel 1969 si diede fuoco di fronte al Museo; il balcone della Casa editrice Melantrich, in piazza Venceslao 36, dal quale, nel novembre 1989, si affacciarono Dubček e Havel a salutare la folla di cittadini venuti ad acclamarli nei giorni caldi della Rivoluzione di velluto; l’Hotel Unitas, in Bartolomějská 9, ex sede della polizia politica tra Piazza Venceslao e il fiume Vltava, dotata di celle di detenzione dove fu ripetutamente rinchiuso Havel.

Pranzo libero. Primo pomeriggio libero per visite a musei e gallerie.

Nel tardo pomeriggio verrà organizzato un incontro con un testimone del Sessantotto praghese.
Il 5 aprile 1968 fu approvato il Programma d’azione elaborato dai più stretti collaboratori di Dubček; prevedeva libertà di riunione e associazione (garantite formalmente dalla Costituzione, ma mai attuate), libertà di stampa e movimento; azioni di riparazione delle ingiustizie passate; federalizzazione della Repubblica e restaurazione delle istituzioni slovacche; legalizzazione delle piccole imprese oltre che decentramento e autonomia imprenditoriali per le direzioni aziendali. Sarà l’inizio di pochi mesi di riforme reali e di speranze, ma anche dell’ostilità di Mosca, che si tradurrà in pressioni prima e nell’invasione poi. La lunga normalizzazione, durata più di un ventennio, costituirà una ferita solo in parte rimarginata negli ultimi mesi del 1989.

Cena in centro e pernottamento in hotel.

3° giorno: la Praga di oggi tra politica e lotte per la città

Prima colazione in hotel.

In mattinata indagheremo la storia degli “Uomini ex”, come recita il pregnante titolo del libro di Giuseppe Fiori: i circa cinquecento partigiani comunisti italiani – provenienti dal triangolo rosso emiliano e alcuni dalla “Volante rossa” milanese – i quali scelsero di sfuggire ai processi che li vedevano come imputati per non aver deposto le armi al termine del conflitto e, con famiglie al seguito, si rifugiarono in Cecoslovacchia, considerata nazione “amica”. Qui forse si può ridurre dato che le stesse cose sono dette nella presentazione iniziale!

A seguire è previsto un incontro con Andreas Pieralli, giornalista e traduttore free-lance ceco-italiano, da anni residente a Praga, che illustrerà la situazione politica attuale in Repubblica ceca.

A partire da un breve excursus storico sul dissenso inaugurato da Havel negli anni settanta, Pieralli conduce alla storia dei tre mandati presidenziali dell’ ex drammaturgo e analista politico. Il discorso di concentrerà nella seconda parte sulla poliedricità del quadro politico attuale, dall’ingresso della Repubblica ceca nell’Unione europea nel 2004 fino ai giorni nostri.

Pranzo libero.

Nel tardo pomeriggio ci ritroveremo sull’isola Kampa. Qui incontreremo i responsabili di un’associazione locale impegnata nella lotta contro i progetti di speculazione edilizia e massificazione del turismo cittadino. Da anni l’associazione si pone infatti come punto di riferimento per la cittadinanza locale attraverso laboratori teatrali per bambini; un orto botanico; un caffè sociale dove vengono organizzate serate di musica tradizionale ceca e altre iniziative culturali tese a mantenere vivo il tessuto sociale del centro storico.

A seguire cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel.

4° giorno

Colazione in hotel. In tarda mattinata trasferimento con mezzi pubblici in aeroporto in tempo utile per il ritorno in Italia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Nessuna vaccinazione o visto di ingresso obbligatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti. Obbligatorio documento di identità valido. Tutti i minori devono essere in possesso di documento di identità individuale.

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento di un membro di di “Confluenze. Nel sud-est Europa con lentezza”, realtà socia di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi. “Confluenze. Nel sud-est Europa con lentezza” coinvolge diversi ricercatori, cooperanti, giornalisti e artisti tra Italia e Balcani impegnati nella valorizzazione di queste terre attraverso attività di divulgazione storico-culturale e promozione di percorsi di turismo responsabile.

 

Livello di difficoltà 

Il viaggio non presenta difficoltà e le escursioni sono di livello turistico, adatte anche a bambini, adulti fuori allenamento ed anziani in buono stato di salute.

Il presente programma presenta barriere architettoniche e limitazioni nel trsasporto pertanto non adatto a persone con difficoltà motorie. Saranno utilizzati mezzi pubblici e privati. 

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia. 

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 4 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
10 persone8 persone6 persone
Quota viaggio530,00570,00625,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • materiale informativo, incontro pre viaggio e verifica post – viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia con bagno privato
  • spese vive e compenso delle guide locali
  • compenso per i relatori del giorno 2 e 3
  • 3 cene (acqua e 1 alcolico/analcolico incluso per pasto)
  • contributo realtà associative locali
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 4 giorni di affiancamento
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Praga (a partire da 200,00 euro a persona)
  • Supplemento camera singola (75 € a persona) 
  • Spostamenti con i mezzi pubblici
  • 3 pranzi non inclusi nel programma (costi indicativi di 15 euro a pasto a persona)
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone, il numero massimo è di 10 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 02/06/22 05/06/22

In via di conferma

Ti accompagnerà

Donatella

Donatella Sasso è ricercatrice di storia contemporanea presso l’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, ente partner del Polo del ’900 di Torino. Svolge attività didattiche nelle scuole primarie e secondarie sui temi della storia contemporanea, dei diritti, dei conflitti. Ha accompagnato classi in viaggi di istruzione in Polonia, Repubblica ceca, Bosnia. Giornalista pubblicista dal 2011, ha scritto per «L’indice dei libri del mese», «Pagine ebraiche», «L’incontro», «Keshet», «Prometeo», «Most» e «East Journal». È autrice di diversi saggi tra cui Milena, la terribile ragazza di Praga, Effatà Editrice, Cantalupa (Torino) 2014. Le sue ultime pubblicazioni sono La caduta 1953-1989. Dalla morte di Stalin al crollo del Muro, Edizioni del Capricorno 2020 e il romanzo Un’inconsueta felicità, Golem edizioni, Torino 2021.

Donatella