Skip to main content

Viaggio in Tanzania, tour dei parchi del nord, Kilimanjaro e l’isola di Zanzibar

Volo incluso, 13 agosto completo, 19 dicembre disponibile

Viaggio in Tanzania, tour dei parchi del nord, Kilimanjaro e l’isola di Zanzibar

Un viaggio in Tanzania per scoprire alcuni angoli di natura tra i più belli del continente: il Parco Tarangire, il Parco nazionale del Serengeti, una delle più importanti e famose aree naturali protette dell’Africa Orientale, lo splendido cratere di Ngorongoro, la più grande caldera intatta del mondo, il Kilimanjaro e Zanzibar, paradiso delle spezie nell’Oceano Indiano.

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Tanzania

1° giorno

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione Kilimanjaro.

Pernottamento in volo.

Piano voli

CompagniaPartenzaOrarioArrivoOrario
Ethiopian AirlinesMilano Malpensa22:30Addis Ababa06:05+1
Ethiopian AirlinesAddis Ababa10:35Kilimanjaro13:10

2° giorno – mercoledì 14 agosto 2024

Arrivo in Tanzania e trasferimento privato a Mkuru (circa 2 ore) in un campo tendato gestito da un’impresa sociale che segue progetti ambientali e di sviluppo locale.

È un centro che promuove buone pratiche per lo sviluppo sostenibile, per cercare di riadattare strategie tradizionali alle nuove sfide che stanno minacciando l’area: scarsità d’acqua, erosione del suolo, impatto umano sull’ambiente e la fauna selvatica, inquinamento.

Sistemazione e pranzo presso il campo. Incontro con i responsabili del campo per conoscere le attività che svolgono.

Passeggiata nei dintorni insieme ad una guida maasai (bush experience).
Cena e storie intorno al fuoco.

La sistemazione sarà in eco-tenda doppie e singole con bagno in condivisione.

3° giorno – giovedì 15 agosto 2024

Prima colazione presto e partenza alle ore 7,30 per il Wildlife Spotting: si cammina con una guida per individuare le zebre, elefanti e talvolta anche giraffe!

Rientro per le ore 10 circa, riposo ed escursione con pranzo al sacco (Em Boley salty caves). Questa frase significa “il sale esce dalla grotta”: le capre vanno lì a mangiare il sale delle rocce. Pranzo picnic sotto la roccia!

Nel pomeriggio approfondimenti sul rito Orpul dei guerrieri maasai che si ritirano nelle grotte per diventare forti e sani.

Insieme ad un gruppo di giovani maasai si improvviseranno dei giochi di gruppo che fanno abitualmente tra di loro per divertirsi, ed anche suonare strumenti della loro tradizione.

Rientro al campo per il riposo, cena e pernottamento.

4° giorno – venerdì 16 agosto 2024

Per chi vuole svegliarsi prima dell’alba, alle ore 5:15 ci sarà l’esperienza dell’alba sulla savana (sunrise viewing).

Tra le 7 e le ore 8 colazione.

Alle ore 9 visita ed incontro con una famiglia maasai.

Rientro al campo per il pranzo.

Pomeriggio libero con possibilità di svolgere altre attività come ad esempio: laboratorio di perline nella tradizione maasai oppure di cuoio per creare insieme un portachiavi oppure laboratorio di cucina tradizionale.

Momento di condivisione con i giovani del villaggio che giocano a calcio (possibilità di unirsi al gioco).

Cena al campo e pernottamento.

5° giorno – sabato 17 agosto 2024

Prima colazione e visita (e chi vuole anche aiutare manualmente) al progetto del vivaio delle piante autoctone, che viene finanziato dalle quote progetto, per la riforestazione della zona.

Pranzo al campo ed alle 13,30 partenza per il mercato del sabato a Oldonyosambu (circa mezz’ora di tragitto).

Rientro al campo ed alle ore 17 trasferimento ad Arusha (circa 2 ore). Sistemazione in hotel, in camere doppie e singole con bagno privato. Passeggiata per la città, cena libera e pernottamento.

6° giorno – domenica 18 agosto 2024

Al mattino, dopo colazione, partenza per il Parco Tarangire e giornata di Safari. Nel Parco Tarangire il paesaggio è più verdeggiante; attorno al fiume si trovano estese paludi e pianure alluvionali, ma anche boschi. Soprattutto durante la stagione secca, il parco ospita numerosi animali: zebre, gnu, alcelafi, kudu minori, dik-dik, numerose specie di gazzelle, bufali, giraffe, elefanti, felini quali ghepardi e leoni. Una delle specie arboree più caratteristiche è l’acacia ad ombrello; è il parco tanzaniano con la maggior concentrazione di baobab.

Pernottamento nei pressi del lago Manyara in hotel, in camere doppie e singole con bagno privato.

7° giorno – lunedì 19 agosto 2024

Al mattino molto presto, dopo colazione, partenza in direzione del Parco Serengeti. Ingresso nel parco e proseguimento del Safari fino al tramonto. Il Parco Nazionale del Serengeti è senza dubbio il santuario della fauna selvatica più famoso al mondo, senza eguali per la sua bellezza naturale e il suo valore scientifico, ha la più grande concentrazione di animali delle pianure in Africa.

Sistemazione nel camping, cena e pernottamento in tenda doppia o singola con bagni in condivisione.

8° giorno – martedì 20 agosto 2024

Intera giornata dedicata all’avvistamento degli animali al Serengeti. Occhi aperti per avvistare i Big Five (elefanti, leoni, leopardi, rinoceronti e bufali). Le pianure sconfinate del Serengeti sono abitate anche da migliaia di zebre e gnu, che nella stagione secca si concentrano lungo i corsi d’acqua.

Rientro al camping per cena e pernottamento.

9° giorno – mercoledì 21 agosto 2024

Dopo aver visitato il parco del Serengeti, ci sposteremo verso il cratere del Ngorongoro. Il cratere di Ngorongoro è una delle poche riserve naturali dove è possibile avvistare il rinoceronte nero, specie in via di estinzione, e i leoni dalla coda nera. Molti fenicotteri sono anche attratti dalle acque del Lago Magadi.

Sistemazione in camping, cena e pernottamento in tenda doppia o singola con bagni in condivisione.

10° giorno – giovedì 22 agosto 2024

Colazione e proseguimento del Safari nel cratere del Ngorongoro. Nel pomeriggio trasferimento al lago ManyaraIl lago Manyara è un lago lungo circa 50 km e largo 16. Il nome “Manyara” deriva dalla parola masai emanyara, che indica una specie di euforbia che viene usata nella zona come siepe per delimitare i recinti del bestiame. Il lago e la zona circostante, inclusa nel parco nazionale, costituiscono un ecosistema rinomato per la ricchezza di specie vegetali e animali: la vegetazione è molto varia, con zone di foresta primaria, foresta a galleria e savana, oltre alla vegetazione lacustre.

Sistemazione in hotel, cena e pernottamento in camere doppie e singole con bagno privato.

11° giorno – venerdì 23 agosto 2024

Safari presso il lago Manyara. La fauna del lago Manyara comprende numerosi elefanti, babbuini, gnu, zebre, giraffe, ippopotami e altre specie. L’abbondanza di avifauna rende il lago un vero paradiso per il bird watching. Particolarmente noti sono i leoni del Manyara, che hanno in questa zona l’abitudine di arrampicarsi sugli alberi (comportamento che si osserva molto raramente altrove), e i grandi stormi di fenicotteri rosa.

Nel pomeriggio trasferimento a Moshi, sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento in camere doppie o singole con bagno privato.

12° giorno – sabato 24 agosto 2024

La mattina presto dopo la colazione, partenza per il monte Kilimanjaroll Kilimangiaro è uno stratovulcano formato da tre crateri: il più antico, Shira, ad ovest, con un’altitudine di 3962 metri, il Mawenzi ad est, con un’altitudine di 5149 metri e, tra i primi due, Kibo, che è il più recente e mostra tuttora segnali di attività, in forma di fumarole. Tra il Kibo e il Mawenzi giace una piattaforma di circa 3600 ettari, chiamata “la sella dei venti”, che costituisce la maggiore area di tundra di altura in Africa. È il monte più alto del continente africano, la montagna singola più alta del mondo e uno dei vulcani più alti del pianeta oltre ad essere una delle Sette cime del pianeta.

Entreremo dalla porta di Marangu, dove si farà trekking fino alla “prima capanna”, partendo da 1700 metri fino a 2700 metri.

Il trekking prevede una prima parte di 4 ore di cammino, pausa pranzo e proseguimento 3 ore per la porta Marangu. Da qui si tornerà alla città di Moshi in pulmino.

Il trekking non è estremamente impegnativo, ma richiede un discreto allenamento di camminata in montagna.

Rientro a Moshi, cena libera e pernottamento in hotel.

PER CHI NON FA TREKKING: Safari al Momela Park, dove ci sono animali e paesaggi unici, differenti rispetto ai parchi precedenti.

13° giorno – domenica 25 agosto 2024

Al mattino trasferimento all’aeroporto di Kilimanjaro (circa 1 ora) per il proseguimento verso Zanzibar.

Piano voli

Compagnia Partenza Orario Arrivo Orario
Precision Air Kilimanjaro 09:50 Zanzibar 11:10

Arrivo a Zanzibar e trasferimento privato verso Jambiani dove incontreremo i referenti di un’associazione che si occupa di progetti formativi. L’associazione è stata registrata nel 2006 come ONG locale a Zanzibar, dove opera in collaborazione con i Ministeri dell’educazione e della sanità, con le comunità e ONG locali. Implementa progetti educativi e sanitari nelle zone rurali con scuole, asili e gruppi di donne. In particolare opera nei villaggi di Jambiani, Uzi, Kibuteni, Charawe, Unguja Ukuu, Makunduchi, Kitogani. Dal 2008 sostiene e promuove percorsi di turismo responsabile.

Incontro con lo staff e soci dell’associazione. L’associazione si occupa anche di attività di sensibilizzazione della popolazione locale sul tema della conservazione, protezione e pulizia dell’ecosistema marino e di tutta l’isola.

Sistemazione nella guesthouse in camere e bungalow con bagni privati.

Pranzo libero e pomeriggio di ambientamento con riepilogo del programma.

Cena e pernottamento in struttura. Tutti i pernottamenti saranno presso la guesthouse gestita dall’associazione. La struttura si trova sulla spiaggia e dispone di 2 camere triple e di 1 bungalow con 5 posti letto. Tutte le camere sono dotate di lenzuola, asciugamani e bagno privato. Le cene sono previste tutti insieme presso la guesthouse.

14° giorno – lunedì 26 agosto 2024

Dopo la prima colazione potrete visitare i luoghi tipici del villaggio di Jambiani, conoscerne usi e costumi, osservare alcune attività delle donne: la coltivazione delle alghe, la lavorazione delle fibre di cocco, la lavorazione delle materie prime per preparare i cibi locali.

Pranzo libero.

Nel pomeriggio laboratorio di cucina all’interno di una casa del villaggio di Jambiani e consumare la cena preparata insieme alla famiglia che ci ospita. Odori, sapori e quattro chiacchiere conviviali (col necessario mediatore culturale e linguistico) per avvicinarsi davvero per qualche ora alla realtà delle persone che abitano a Jambiani. Un’esperienza per conoscere, sperimentare, confrontarsi con diversità culturali e sociali e imparare con semplicità cose nuove. La popolazione di Jambiani viveva tradizionalmente soprattutto di pesca e agricoltura. A queste attività tradizionali si sono aggiunte negli ultimi decenni la coltivazione delle alghe rosse e, ovviamente, il turismo. Anche a Zanzibar il ruolo delle donne è di fondamentale importanza per l’economia domestica delle famiglie, e della comunità. Si occupano di curare i figli (propri, ma spesso anche di parenti e vicini), badano alla casa, procurano e preparano il cibo, spesso svolgendo anche lavori faticosi e sottopagati per contribuire alle entrate domestiche. Avremo modo di vedere le donne all’opera nelle fasi di coltivazione delle alghe, della lavorazione delle fibre di cocco e delle materie prime per preparare i piatti zanzibarini.

In serata rientro nella struttura e pernottamento.

15° giorno – martedì 27 agosto 2024

Dopo la prima colazione, partenza per la visita alla città di Stone Town (circa 1 ora e mezza di tragitto). Dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, offre molte attrattive. Le architetture variano dall’arabo al coloniale, i quartieri sono multietnici dove si trovano la cattedrale anglicana, eretta sul sito dell’antico mercato degli schiavi, il tempio induista, la cattedrale cattolica e svariate moschee. Ci sono siti storici e culturali come il forte Portoghese, il Museo del Palazzo del Sultano, il vecchio dispensario o ancora quelli commerciali come il Darajani market, le viuzze centrali piene di botteghe e i Forodhani Garden che si animano al tramonto con un mercato gastronomico. Nascosti dietro a portoni di legno mirabilmente lavorati si nascondono ristoranti che offrono cucina swahili, europea, indiana e araba.

Pranzo e proseguimento per il tour delle spezieSarà possibile scoprire da dove vengono ricavate quelle “polveri” colorate che tutti noi conosciamo solo nella forma finale della lavorazione. Molte spezie sono frutti piccolissimi di alberi enormi, altre sono radici individuabili solo da un occhio attento ed esperto, altre ancora foglie o cortecce.

Rientro nel tardo pomeriggio per la cena e pernottamento in struttura.

16°-18° giorno – da mercoledì 28 agosto a venerdì 30 agosto 2024

Dopo la colazione giornate libere da trascorrere in base ai ritmi del villaggio e delle maree oppure provare un’escursione facoltativa, prenotando direttamente a Jambiani, tra cui:

  • Safari blu: spostamento nei mari del sud. Da Fumba si raggiungerà in barca l’isola di Kwale (traversata di 40 minuti circa). Le acque marine circostanti sono un hotspot ecologico che ha ospitato varie specie di tartarughe, squali balena, megattere migratorie. Sistemati su una splendida lingua di sabbia, si potrà fare snorkeling tra i coralli. Pranzo a base di pesce. Pomeriggio di relax prima di rientrare.
  • Baia di Kizimkazi. La splendida baia di Kizimkazi si trova all’estremità meridionale dell’isola ed è abitata da piccoli branchi residenti di tursiopi. L’incontro con i delfini non è sempre assicurato, sebbene molto frequente: sono loro che scelgono se farsi vedere o meno, per quanto tempo e quanto lasciarsi avvicinare. Contrariamente a quanto recitano molte brochure turistiche, l’uscita nel mare di Kizimkazi non offre la possibilità di nuotare e giocare con i delfini come si farebbe nei parchi acquatici, ma di osservarli liberi nel loro ambiente naturale, ricordandosi che si è ospiti a casa loro. Al termine dell’escursione, se effettuata al mattino per gli ospiti sarà preparata la colazione.
  • Foresta di Jozani. La foresta di Jozani si trova a 38 km a sud-est di Stone Town. Nel 1995 è stato istituito il Jozani Chwaka Bay Conservation Project per proteggere il più grande lembo rimanente di foresta freatica indigena che un tempo ricopriva Zanzibar. Le comunità locali sono coinvolte nel progetto e una parte del biglietto d’ingresso contribuisce a progetti di sviluppo e a risarcire gli agricoltori locali i cui raccolti sono spesso danneggiati dalle scimmie protette del parco: le Red Colobuses e le Blue Sky. Dopo la visita, si prosegue a piedi verso il Pete-Jozani Mangrove Boardwalk. Si cammina attraverso la foresta di mangrovie che è estremamente cruciale per gli ecosistemi di Zanzibar, in quanto fornisce l’habitat a molte lucertole, serpenti e uccelli, oltre a prevenire l’erosione costiera. Infine, è possibile visitare il vicino Buttefly Center gestito dalla comunità locale, dove è possibile sperimentare in prima persona tutte le fasi di vita di queste meravigliose creature (farfalle).
  • Laguna blu: escursione consigliata agli amanti dello snorkeling. Ci si sposta a nord di Jambiani nel villaggio di Dongwe per arrivare su una bella spiaggia, da cui si parte con barca a motore. La traversata è molto breve, circa 20 minuti, e costeggia la riva. Si arriva in un punto in cui il fondale si abbassa velocemente per formare una laguna corallina all’interno della quale si trova una fauna marina di infiniti colori, tra i luoghi più belli dell’isola per lo snorkeling. Al termine dell’escursione è servito agli ospiti uno snack a base di frutta.
  • Unguja Nord: al mattino si raggiunge l’atollo di Mnemba (1 ora e mezza di macchina e 30 minuti di traversata in barca). L’atollo è circondato da una barriera corallina meravigliosa, tra le migliori di Zanzibar dove si può praticare snorkeling. Purtroppo però è una meta molto ambita da tutti. Ci si sposta poi al villaggio di Nungwi dove si potrà visitare un cantiere di fabbricazione artigianale di dhow, le barche tradizionali in legno scavate nel tronco di mango. Si visita poi il santuario delle tartarughe marine dove per chi vuole si può pranzare. Ci si sposterà quindi sulla spiaggia di Kendwa per ammirare il tramonto prima di rientrare a Jambiani.
  • Unguja Sud: decisamente località meno affollata, al mattino si raggiunge la spiaggia di Mtende per ammirare questo gioiello incastonato tra le alte rocce e bagnato dall’oceano indiano che qui assume dei colori incredibili tra le piccole insenature che lasciano senza fiato. Il pranzo verrà servito sul promontorio di Mtende. Si raggiunge quindi la spiaggia di Kizimkazi, villaggio dove si trova una moschea shirazita che risale all’inizio del XII secolo e che è ritenuta uno dei più antichi edifici islamici della costa orientale africana. Qui si potrà fare il bagno e verso sera è prevista un’uscita in barca per ammirare il tramonto, con uno snack servito a base di frutta e soft drinks, prima di rientrare a Jambiani.
  • Isola Paradiso: giornata di sole, mare, snorkeling e pranzo a base di pesce e crostacei in un atollo disabitato e sconosciuto. Si parte dalla costa sud nel villaggio di Kizimkazi con barca a motore (la traversata è di un’ora e mezza circa) per approdare su una lingua di sabbia in mezzo all’oceano, abitata solo da gabbiani. Lì potrete pranzare, rilassarvi al sole, godere delle splendide acque cristalline e fare snorkeling per nuotare in mezzo ai moltissimi pesci colorati e alle altre creature che abitano la meravigliosa barriera corallina.

Contatta l’agenzia per l’elenco completo e le tariffe delle escursioni.

Cena in struttura e pernottamento.

19° giorno – sabato 31 agosto 2024

Dopo la colazione, mattinata libera.

Pranzo libero e trasferimento in aeroporto per il rientro in Italia.

 Piano voli

Compagnia Partenza Orario Arrivo Orario
Ethiopian Airlines Zanzibar 17:00 Addis Ababa 19:45
Ethiopian Airlines Addis Ababa 00:15 Milano Malpensa 05:50+1

20° giorno – domenica 1° settembre 2024

Arrivo in Italia.

 

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. La vaccinazione contro la febbre gialla non è obbligatoria. Prima del viaggio in Tanzania si consiglia di rivolgersi o alla propria ASL o al reparto malattie tropicali più vicino per avere maggiori informazioni sulle profilissi/vaccinazioni più indicate, oltre ad avere l’aggiornamento sui Paesi a rischio febbre gialla (nel caso sopra indicato). Per maggiori informazioni consultare il sito Viaggiaresicuri  E’ necessario il visto d’ingresso. Obbligatorio il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl; per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio sarà accompagnato da una guida locale parlante italiano che incontrerete all’aeroporto di Kilimanjaro e sarà con voi fino alla fine del tour dei Parchi. Durante il volo interno sarete in autonomia ed incontrerete un altro referente parlante italiano a Jambiani, dopo il trasferimento privato dall’aeroporto alla struttura. Le escursioni di Zanzibar si faranno con una guida parlante italiano.

Livello di difficoltà

Il viaggio richiede un buon livello di adattamento. Le strutture di pernottamento sono di diversa tipologia: quando si dormirà in hotel è prevista la camera doppia o twin o singola con bagno privato, mentre nei camping si dormirà in tende doppie o twin o singole con bagni in condivisione. Per i pernottamenti nei parchi vengono forniti i materassini, sarà necessario portarsi il sacco a pelo. La camera/tenda singola è su richiesta e soggetta a disponibilità. A Zanzibar si avrà il proprio bungalow/camera sulla spiaggia, con bagno privato.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 20 giorni, per un gruppo di:

Voce Quota individuale
 10 persone
Quota viaggio 3730,00 *

*volo aereo compreso, tasse escluse

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • volo aereo intercontinentale tariffa fissa di gruppo con compagnia aerea Ethiopian Airlines, bagagli inclusi
  • assicurazione medico-bagaglio Filodiretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • tutti i pernottamenti con prima colazione
  • ingressi ai parchi ed escursioni come da programma
  • pensione completa a Mkuru e durante la visita ai parchi con 1 bottiglia di acqua al giorno a persona
  • mezza pensione a Zanzibar e 1 pranzo nell’escursione a Stone Town e spezie
  • transfer aeroporto Kilimanajaro – Mkuru / Moshi – aeroporto Kilimanjaro
  • transfert aeroporto Zanzibar – guesthouse andata e ritorno
  • tour del villaggio, dei mestieri e lezioni di cucina a Zanzibar
  • escursioni come da programma con accompagnamento in italiano e trasporto
  • attività a Mkuru tranne il pomeriggio del 16 agosto che sarà libero con eventuali attività che si pagheranno in loco
  • quota progetto

Il costo totale espresso non comprende:

  • tasse aeroportuali * (circa 490 euro a persona)
  • volo interno Kilimanjaro-Zanzibar (circa 220 euro a persona tasse e bagagli inclusi)
  • visto di ingresso (50 dollari con procedura in lingua inglese, 79 euro procedura in lingua italiana; da richiedere almeno 15 giorni prima della data di partenza)
  • eventuali spese di gestione dei visti se fatti tramite agenzia
  • assicurazione annullamento acquistabile entro 3 giorni dalla conferma/invio acconto (230 euro a persona)
  • 1 cena ad Arusha, 2 cene a Moshi e 6 pranzi a Zanzibar (media di circa 10 euro a pasto a persona, totale circa 90 euro a persona)
  • supplemento singola (solo per prima parte del tour Tanzania) totale 240 euro (soggetta a disponibilità); non disponibile a Zanzibar
  • attività del pomeriggio del 16 agosto a Mkuru
  • escursioni facoltative del tempo libero a Zanzibar, prenotabili sul posto assieme ai referenti (da 45 a 60 euro a persona per escursioni di mezza giornata, e da 80 a 120 euro a persona per escursioni di una giornata intera incluso il pranzo)
  • trasporti extra in taxi per visite libere
  • bevande alcoliche
  • eventuali supplementi di carburante
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio scellino tanzaniano/euro
  • spese personali, mance, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

*le tasse aeroportuali saranno definite al momento dell’emissione dei biglietti, circa 20 giorni prima della partenza

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 10 persone.

 


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 13/08/24 01/09/24
  • 19/12/24 04/01/05

Partenze confermate
Completo con lista d’attesa

Viaggi di nozze // Tutti i viaggi

Viaggi di turismo esperienziale // Tutti i viaggi