Viaggio in Tunisia, tour tra natura e archeologia con CEFA

Viaggio zaino in spalla

Viaggio in Tunisia per esplorare il Nord Ovest del paese e in particolare la Kroumirie-Mogods, i suoi paesaggi, la sua comunità e storia. Il percorso, realizzato in collaborazione con Cefa Onlus, è un’occasione di incontro con le realtà locali, nonché di scoperta di una zona forestiera sospesa tra mare e monti, ricca di siti archeologici e di sapori autentici. Attraverso le diverse tappe, il viaggiatore conoscerà giovani donne e uomini che lavorano per la conservazione e la valorizzazione delle risorse naturali e umane del proprio territorio attraverso la creazione e lo sviluppo di prodotti alimentari, artigianali e servizi di accoglienza ed escursione.

Viaggio in Tunisia, tour tra natura e archeologia con CEFA
Foto di Lorenzo Burlando
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Tunisia

1° giorno

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Tunisi. Arrivo, incontro con l’accompagnatrice, sistemazione in hotel e primo approccio con la città.

Crocevia di culture, Tunisi racconta attraverso la sua architettura le storie delle civiltà che l’hanno attraversata. Dapprima cartaginese, poi romana e araba, nel XII secolo fu scelta come capitale da una dinastia arabo-berbera che regnò in gran parte del nord Africa e nel sud della penisola Iberica, facendola diventare una delle città più belle e culturalmente avanzate del Maghreb. Nel XVI secolo, grazie agli andalusi, nacquero bei giardini, numerose ville ispano-moresche e ricchi palazzi. Durante il dominio francese nel XX secolo, intorno alla città vecchia si sviluppò la nuova città europea, con edifici in stile Liberty e chiese cristiane. Città mediterranea, oggi Tunisi offre al visitatore un percorso storico e antropologico di grande interesse che riunisce tradizione e modernità.

Nel pomeriggio breve incontro di presentazione con Cefa Onlus, che attraverso il progetto MaTerrE ed altre azioni nella zona nord occidentale della Tunisia, sta favorendo lo sviluppo di attività di valorizzazione del territorio come occasione di occupazione, specialmente per giovani donne e uomini.

Cena in città e pernottamento in hotel.

2° giorno

Al mattino dopo colazione partenza con un mezzo privato in direzione del villaggio di Sidi Mechreg (circa 3 ore di tragitto). Arrivo in mattinata e incontro con Imed Abbassi, guida locale e referente di EcoRand, centro di accoglienza e di organizzazione di attività di scoperta ecologica .

Questa attività vuole far conoscere la diversità dell’ambiente marino e terrestre, il suo funzionamento e la sua complessità, scoprendo le specificità dell’ambiente ed educando il pubblico a comportamenti e pratiche rispettose dell’ambiente e degli altri ospiti. Il ruolo principale che ha la start up è creare una consapevolezza di come la ricchezza naturale dell’area possa svolgere una leva per lo sviluppo locale.

Pranzo nella struttura, e a seconda della stagione, del clima e delle esigenze dei viaggiatori si potrà fare un’escursione a piedi nelle zone circostanti oppure snorkeling.

Nel tardo pomeriggio proseguimento verso Cap Serrat (circa 1 ora e mezza di tragitto) con tappa per incontrare le donne di Sejnane e le loro ceramiche prodotte con metodo tradizionale sia nella lavorazione che nei colori naturali. Da novembre 2018 le ceramiche di Sejnane sono ufficialmente iscritte nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

Cena e pernottamento in guesthouse a Cap Serrat.

3° giorno

Al mattino dopo colazione partenza in direzione di Tabarka (circa 2 ore e mezza di tragitto).

Tabarka è una cittadina in riva al mare, ricca di storia, con un forte genovese che si staglia nell’isoletta ora collegata alla terra ferma.
La cittadina, con salde radici agricole, è poi diventata un importante porto da cui partivano i prodotti dell’entroterra. E’ inoltre famosa per la lavorazione del sughero e del corallo, la cui raccolta formalmente è oggi controllata e dovrebbe essere limitata.

Arrivo in mattinata e incontro con Rania Mechergui, guida locale e coordinatrice di Dar el Ain, centro di turismo ecologico che ospita uno spazio espositivo e vendita di prodotti artigianali realizzati da giovani della regione. Visita del centro città e del forte.

Questo centro ha ben chiaro come la valorizzazione di Tabarka abbia enormi potenzialità valorizzando appieno le ricchezze ambientali, culturali e sociali del territorio.

Pranzo in città con Madame Zaineb Aridhi, ottima cuoca le cui ricette sono alla base della “Guida gastronomica della Kroumirie”. La guida è stata realizzata grazie alla collaborazione tra Cefa, Atlas, ONTT (Ufficio Nazionale del Turismo Tunisino) e la Scuola Alberghiera di Ain Draham.
Nel pomeriggio visita ad un laboratorio artigianale di pipe da tre generazioni dove si potrà conoscere l’intero processo di trasformazione di quest’arte nobile, interamente attraverso risorse del territorio circostante, quindi a “Km 0”.

La sera cena e pernottamento a Tabarka.

4° giorno

La mattina dopo colazione incontro con i referenti locali di Cefa Onlus nella loro sede a Tabarka dove verrà presentato il lavoro di cooperazione e sviluppo di realtà locali svolto in questi anni.

Pranzo in città e nel pomeriggio visita di due start up accompagnate da Cefa, una che si occupa di lavorazione e trasformazione di formaggi e l’altra specializzata nell’estrazione di olii essenziali e nell’essicazione di piante aromatiche e medicinali.

Cena e pernottamento a Tabarka.

5° giorno

Dopo colazione partenza per Ain Draham (circa 1 ora di tragitto).

Arrivo in mattinata e incontro con Mohammed Azizi, guida locale, atleta e animatore di Base Nature, associazione locale che si occupa di esplorazione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale della regione di Kroumirie attraverso la pratica di sport di montagna, trekking, mountain bike e trekking con asino.

Da qui è possibile partire per un’escursione a piedi nella zona montagnosa circostante.

Pranzo ad Ain Draham, e nel pomeriggio visita a scelta tra:
– Centro di Ain Draham
– L’associazione di sostegno alle artigiane di Kroumirie (ASSAK)
– Azienda di ceramiche di Hadda Hizaoui

Ain Draham, città delle querce, è nota in tutto il Paese per la sua architettura d’epoca coloniale, per la sua produzione artigianale e per la ricca gastronomia locale. Ceramiche, vimini, falegnameria, tessitura tradizionale … Ain Draham conta molti punti di produzione e vendita di artigianato nonché numerosi ristoranti che offrono un menu sano e a chilometro zero.

L’associazione di sostegno alle artigiane di Kroumirie (ASSAK) ha il duplice obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle donne rurali e di riabilitare la tessitura berbera, patrimonio culturale di Kroumirie.
Hadda Hizaoui, insegnante, ha scelto di riattivare la vecchia azienda di famiglia dove prima lavoravano 40 operai, utilizzando i metodi tradizionali di lavorazione delle ceramiche.

Pernottamento in guest house.

6° giorno

Al mattino dopo colazione partenza in direzione di Bulla Regia (circa 45 minuti).
Arrivo e visita del sito archeologico con l’ausilio di Amel Ayedi, guida specializzata parlante italiano.

Città dalle antiche origini berbere, capitale della Numidia, finita sotto Cartagine e poi Roma.
La particolarità del sito sono le strutture con piani sotterranei, costruiti per rinfrescarsi nella stagione calda, un’architettura berbera ripresa dai romani. Questa vita sotterranea fa di Bulla Regia un posto unico e perciò imperdibile. Passeggiando tra case, terme, viali e teatri, il visitatore potrà ammirare i bellissimi mosaici ancora in sito.

Dopo la visita pranzo presso la sede dell’Associazione Rayhana per le donne di Jendouba.
L’Associazione Rayhana è nata nel 2013 dalla volontà di un gruppo di donne di creare uno spazio dove potersi esprimere liberamente e scambiarsi consigli e competenze. Oggi l’associazione svolge un ruolo di guida allo sviluppo e all’accompagnamento di iniziative economiche portate da donne di città e di campagna e promuove una rete solidale tra produttori, trasformatori, consumatori, artigiane e donne che lavorano nel campo dell’ecoturismo.

Nel pomeriggio visita a Moz’Art, impresa locale gestita da Leila Hleli che crea mosaici con pezzi di riciclo, da gioielli a decorazioni e tavole. Qui vengono organizzati laboratori per grandi e piccini: un modo innovativo per recuperare un’arte del passato.

Nel tardo pomeriggio ritorno ad Ain Draham e pernottamento in guest house.

7° giorno

Dopo colazione partenza in direzione di Borj Lella (circa 2 ore di tragitto). Una volta arrivati si farà una passeggiata nella zona circostante prima di conoscere Zied Ben Youssef, referente dell’azienda produttrice di formaggi.

Borj Lella è un caseificio, dove si può vedere la lavorazione dei formaggi.
In quest’azienda, oltre a mangiare divinamente, vengono organizzati dei progetti di formazione per i giovani, che così possono imparare l’arte dei formaggi, della cucina, della preparazione e del servizio dei piatti.
Il proprietario, che ha viaggiato spesso all’estero, ha scelto di aprire Borj Lella per “amore verso la sua terra”, per offrire ai giovani un’opportunità, per valorizzare i produttori e le ricchezze naturali locali.

Pranzo a Borj Lella e verso le 16 partenza in direzione di Tunisi (circa 2 ore di viaggio).

Arrivo a Tunisi, serata libera e pernottamento in hotel.

8° giorno

Dopo colazione spostamento in taxi in direzione di Cartagine (30 minuti) e visita ai siti archeologici.

Cartagine è una città ricca di contrasti. La pietra antica e friabile dei siti romani e punici sembra quasi scontrarsi con la solidità della città nuova, un tratto di ordinatissimi edifici coloniali e palazzi moderni, costruiti intorno ai diversi siti. Imponenti filari di palme costeggiano il viale principale, su cui si affacciano caffetterie in cui gustare un bicchiere del tradizionale tè alla menta, magari accompagnato dai tipici dolci al miele.

Successivamente continuazione per Sidi Bou Said a circa 1 km da Cartagine in direzione della costa.

La città si trova in cima ad una scogliera che si affaccia sul mar Mediterraneo. A Sidi Bou Said si respira un’atmosfera artistica e artigianale, molti scrittori, pittori e musicisti contemporanei e del passato si sono trasferiti qui per trovare rifugio e ispirazione.

Pranzo, e nel pomeriggio ritorno a Tunisi per una passeggiata nella medina prima della cena in città.

Pernottamento in hotel a Tunisi.

9° giorno

Dopo colazione, in base agli operativi del volo di ritorno trasferimento in aeroporto. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza in direzione dell’Italia.

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori. Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti.

Il visto non è necessario, ma è obbligatorio avere il passaporto con validità minima di almeno 6 mesi dalla data di partenza.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie e neanche consigliate, per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl, per i documenti necessari, clima, abbigliamento ecc. richiedere all’agenzia il documento Prima di partire.

Referente locale

Il viaggio è accompagnato dall’Italia da un collaboratore di ViaggieMiraggi, in Tunisia ci sarà il supporto di alcuni membri del Cefa e di mediatori locali.

Livello di difficoltà

In questo viaggio saranno utilizzati per gli spostamenti un minivan privato e taxi per gli spostamenti a Tunisi. Gli spostamenti sono di massimo 3-4 ore.
La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie.
Si dorme, a seconda della città presso piccoli hotel a gestione locale e in guest house, è richiesto uno spirito d’adattamento medio.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 9 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone6 persone4 persone
Quota viaggio760,00840,00970,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • assicurazione medico-bagaglio Filo diretto Assistance (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano)
  • materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post – viaggio
  • tutti i pernottamenti in camera doppia o tripla con prima colazione
  • trasporti interni come da programma con minivan e taxi
  • copertura spese e compenso dell’accompagnatore per 9gg di affiancamento
  • ingressi ai siti e musei da programma
  • pasti come indicati da programma

Il costo totale espresso non comprende:

  • il volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (quota indicativa a partire da 150,00 euro)
  • supplemento singola a partire da 110,00 euro (soggetta a disponibilità)
  • assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese
  • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio dinaro/euro
  • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • pasti liberi come indicati nel programma per circa 30/40 euro
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

* il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone.
Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 09/04/20 17/04/20

Ti accompagnerà

Vilma

Nata in un altro millennio, nel lontano 1960, tra i tanti lavori che ha fatto è anche giornalista.

Le strade della vita l’hanno portata a girare per il mondo con la voglia non solo di conoscere ma di condividere con altri la possibilità di costruire un mondo diverso. Si è appassionata in particolare alle esperienze sociali nate nelle comunità indigene zapatiste del Chiapas e dell’America Latina e alle realtà di base della società civile in Medio Oriente e dintorni.

È presidente dell’Associazione Ya Basta – Caminantes di Padova, che collabora in Tunisia insieme a Cefa in progetti a sostegno di realtà giovanili e femminili. Il suo motto è “Caminantes ho hay camino, se hace camino al andar”.

Vilma
divisorio