Viaggio negli USA, nelle terre dei nativi

Arizona, New Mexico, Utah, Colorado

Nel nostro viaggio andremo a visitare alcune delle terre dei popoli Hualapai, Navajo, Hopi e Jicarilla Apache, e parteciperemo a un pow wow, un incontro delle Nazioni Indigene, manifestazione culturale dell’identità dei Nativi, dove arte, canti, balli, rituali, cerchi e cerimonie colorano un momento di rivendicazione e di appartenenza affascinante. Conosceremo le meraviglie delle loro terre, fatte di meravigliosi Canyon, formazioni rocciose strabilianti, paesaggi e panorami che ricorderemo per molto tempo.

Entreremo nelle terre dei nativi con uno spirito di viaggio aperto e flessibile in linea con la cultura dei nativi, che sa ispirarsi ai segnali dell’Universo e della Natura per cogliere indicazioni sulle scelte di vita quotidiana.

Viaggio negli USA, nelle terre dei nativi
Foto di JungesBlut da Pixabay
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio negli USA

1° giorno

Ritrovo in aeroporto in base all’operativo del volo, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza in direzione di Las Vegas. Incontro con il referente del viaggio e trasferimento in hotel per la sistemazione.

Possibilità di fare una passeggiata notturna per farsi ammaliare dalle luci e dagli eccessi di questa città incredibile, una cattedrale costruita nel deserto.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno privato.

2° giorno

Dopo colazione trasferimento alla riserva Hualapai (2 ore circa), fondata nel 1883.

Qui vivono circa un migliaio di membri della tribù. In quanto nazione indiana sovrana, la tribù è autosufficiente. Oggi conosceremo il Grand Canyon West, accompagnati dalle guide Hualapai dell’impresa tribale omonima, che offre un’alternativa al Grand Canyon National Park. Vivremo un’esperienza meravigliosa immersi in panorami mozzafiato conoscendo da vicino il patrimonio e le ricche tradizioni della Nazione Hualapai.

La giornata sarà dedicata alla visita del Grand Canyon creato dall’erosione causata dagli agenti atmosferici, 440 km di lunghezza e quasi 2 km di profondità. Tra le attrazioni del parco spicca lo Skywalk, un imponente ponte di vetro a forma di ferro di cavallo largo circa 3 metri che si estende per una ventina di metri sul bordo del Grand Canyon. Impossibile descrivere l’emozione di passeggiare su un ponte di vetro sospeso a migliaia di metri!!

Trasferimento in hotel e pernottamento.

3° giorno

In mattinata cercheremo di addentrarci nel mondo Hualapai cercando di capire il processo storico di questa tribù che ha prosperato per secoli nel Grand Canyon West Rim. Come un popolo unito, questi nativi americani fanno affidamento l’uno sull’altro per sopravvivere, usando le canzoni per condividere i loro viaggi attraverso la vita. Passeggeremo per un vecchio villaggio ormai abbandonato, ricordo di un epoca in cui gli Hualapai vivevano seminomadi muovendosi per questi aspri territori. Accompagnati da guide locali andremo tra abitazioni, forni e capanne di sudore costruite in modo tradizionale per vedere l’architettura, lo stile e la funzionalità unici di ogni struttura e caratteristica.

Nel pomeriggio trasferimento a Sedona (4 ore circa), cittadina circondata dalle suggestive formazioni rocciose rossastre, sfondo naturale di innumerevoli pellicole western.

Sedona è una celebre enclave di artisti, con molte gallerie aperte al pubblico.

All’arrivo sistemazione in hotel e pernottamento

4° giorno

In mattinata partenza per una visita della zona rocciosa attorno a Sedona alla scoperta delle testimonianze che hanno segnato lo sviluppo delle civiltà indigene della zona. Rientro a Sedona e proseguimento verso nord attraverso la Navajo Country sulla splendida strada panoramica che conduce a Lake Powell (3 ore circa), lago artificiale creato dalla costruzione della diga di Glen Canyon, che trasformò il Colorado River in un grande lago lungo più di 300 km. All’arrivo sistemazione in hotel e Pernottamento..

5° giorno

In mattinata partenza per l’escursione in barca sul Lake Powell, che ci condurrà attraverso gli straordinari paesaggi della Diga di Glen Canyon e il Navajo Canyon, con sosta per ammirare il Rainbow Bridge. Proseguimento per la visita di Antelope Canyon e le sue incredibili formazioni geologiche, accompagnati dai racconti di una guida Navajo. L’effetto della luce del giorno che penetra nel canyon crea uno degli effetti più fotografati di tutti gli USA. Nel pomeriggio proseguimento attraverso la Navajo Country per raggiungere Tuba City e la Hopi Nation (2 ore e mezza circa), alla scoperta di una delle tribù native americane più riservate e tradizionaliste, per cui é imprescindibile il rispetto delle ferree regole per un contatto diretto con i membri della tribù: i visitatori non possono scattare fotografie, riprendere in video e nemmeno fare disegni. All’arrivo sistemazione all’Hopi cultural center, se disponibile. In caso negativo in un motel all’interno della riserva.

6° giorno

Mattinata dedicata alla conoscenza e approfondimento della cultura Hopi, una popolazione Amerindina la cui economia si basava essenzialmente sulla coltivazione del mais, della zucca, dei fagioli e del melone. Una guida Hopi – indispensabile per conoscere questa riserva – ci accompagnerà a conoscere la grande e travagliata storia della tribù: potremmo vedere alcuni degli oltre 15.000 antichi petroglifi del sito di Dawaki, scopriremo le tecniche di agricoltura, e assisteremo alla dimostrazione delle tecniche dei ceramisti locale. Visiteremo Old Oraibi, fondata nel 1145, dove entreremo nelle case di alcuni artisti Hopi, artigiani che lavorano oro, argento e turchese, ceramiche e sculture, come le tipiche sculture Katsinam (Kachinas). Pernottamento all’Hopi cultural center, se disponibile. In caso negativo in un motel all’interno della riserva.

7° giorno

All’alba, partenza per Canyon De Chelly (un’ora e mezza), che si trova nel nord dell’Arizona, nella riserva indiana Navajo.

È uno dei paesaggi del Nord America che è stato abitato più a lungo senza interruzioni. Qui non solo rimarremo estasiati da paesaggi spettacolari, ma rispetto al resto dei parchi nazionali della costa occidentale, questo é il luogo ideale per incontrare e parlare con il popolo Navajo. L’area offre un’affascinante visione attuale di questa comunità indiana, poiché 40 famiglie vivono ancora lì, allevando pecore durante i mesi estivi. In più il fondo del canyon è costellato di rovine di edifici un tempo abitati dai nativi “Pueblo”, detti anche Anasazi, oltre che decine di pittogrammi incisi nella roccia. Oltre all’incontro con la cultura indiana attuale, ci troveremo pertanto dentro ad un sito storico.

Pernottamento in hotel dentro la riserva

8° giorno

In mattinata trasferimento alla Monument Valley (Un’ora e mezza), luogo d’incredibile bellezza, visto molte volte in foto o nei film western.

Questa terra, quasi esclusivamente pianeggiante, ad eccezione delle particolari torri naturali di roccia e sabbia (dette “mesas”) di cui è costellata, è abitata e gestita dal popolo Dinè, meglio conosciuto come Navajo, che vive in questo territorio che gli è stato assegnato dal governo statunitense dopo le grandi battaglie e stermini di fine ’800 e del secolo scorso. Qui ci sistemeremo in un hogan, caratteristica abitazione Navajo di adobe (fango essiccato e paglia).

Giornata dedicata alla visita della Monument Valley: ci faremo trasportare dai suggestivi racconti di una guida Navajo ammirando le fantasiose architetture naturali, le sculture di roccia dotate di una loro inquietante aura spirituale, i paesaggi da film di Sergio Leone, l’inconfondibile terra rossa che ne fanno un luogo caratteristico ed emblematico dell’imprevedibilità della natura americana.

Pernottamento in hogan, dove trascorreremo una notte speciale ascoltando le storie dei Navajo attorno a un falò

9° giorno

In mattinata trasferimento al Gooseneck Park, una terrazza naturale dalla quale potremo ammirare in tutta tranquillità quello che è riuscito a fare il San Juan River (che scorre placido 300 metri al di sotto) nel corso di migliaia di anni. Da qui ci sposteremo alla Valley of Gods, una autentica perla nascosta dello Utah: si tratta di una strada sterrata lunga 27 km che si snoda nel cuore di un territorio desertico dove sono ben visibili formazioni rocciose come mesas, pinnacoli, monoliti e rocce modellate dall’azione dell’acqua e degli eventi atmosferici nel corso dei millenni, in un processo geologico iniziato 250 milioni di anni fa. Lungo questa strada è possibile fermarsi in corrispondenza di vari point of view, che offrono panorami molto suggestivi. E ci potremo inoltrare a piedi nella valle e avvicinarsi alle varie formazioni rocciose. Da qui continueremo il nostro percorso fino a imboccare una delle strade più incredibili del South West americano, la Monkey Dugway.

Realizzata nel 1958, la Monkey Dugway ha un dislivello di circa 365m in 5 Km, e ad ogni curva la vista spazia in maniera sempre più ampia sulla vallata sottostante, con panorami mozzafiato, come quelli che potremmo vedere anche da Muley Point.

Trasferimento finale a Mancos (Colorado) nei pressi di Mesa Verde. Sistemazione in hotel.

10° giorno

Visita del parco storico di Mesa Verde (Colorado), antichissimo insediamento indiano, che offre uno spaccato affascinante della vita del popolo degli Ancestral Pueblo, che visse nel sud-ovest del Colorado per più di 700 anni.

Il parco contiene più di 4.000 siti archeologici noti, come abitazioni rupestri, villaggi e torri in muratura, che sono alcuni dei siti meglio conservati degli Stati Uniti. Le popolazioni che vivevano qui sono misteriosamente scomparse, lasciando però i loro insediamenti pressoché intatti. E’ possibile poi camminare lungo il percorso dei Petroglifi per vedere le incisioni nelle rocce e raggiungere il belvedere del Sole per apprezzare un panorama incomparabile sul canyon.

Rientro a Mancos per il pernottamento.

11° giorno

Partenza in mattinata verso Dulce (2 ore mezza). Attraversamento della riserva degli indiani Jicarilla Apaches, sosta a Dulce, capitale della riserva e visita al Cultural center, costruito perché i Jicarilla Apache possano condividere la propria cultura e coinvolgere la comunità di Dulce attraverso una serie di nuove proposte comunitarie.
Dopo pranzo proseguimento per Taos (2 ore e mezza), una piccola cittadina accogliente nota da tempo come colonia di artisti e centro di attività all’aperto.

All’arrivo sistemazione in hotel.

12° giorno

Visita di Taos pueblo, l’unica comunità nativa americana vivente designata sia come patrimonio mondiale dall’UNESCO che come punto di riferimento storico nazionale.

Taos Pueblo è un villaggio costituito da edifici costruiti in terra cruda (adobe) a più piani, case abitate per oltre 1000 anni.

Dopo aver visitato questa meraviglia dell’architettura Pueblo, avremo tempo per conoscere i dintorni, dalla gola del Rio Grande, che è attraversata da un ponte progettato in modo audace che sovrasta incredibilmente il fiume; al centro storico di Taos, con la piazza storica che funge da centro della vita culturale in questa piccola città.

Nel pomeriggio trasferimento a Santa Fe (un’ora e mezza circa) e sistemazione in hotel.

13° giorno

Visita di Santa Fe, una adorabile cittadina che ha ben poco a che fare con le architetture moderne o i grattacieli e che quindi non rappresenta certamente il classico stereotipo di città americana, è piuttosto una splendida realtà che conquista con il suo stile, il suo background culturale, i suoi edifici dal caldo colore rosato e il suo centro che si gusta passo dopo passo.

14° giorno

In mattinata, dopo la colazione trasferimento all’aeroporto di Albuquerque (un’ora circa) e volo di ritorno. Pernottamento in volo.

15° giorno

Arrivo in Italia e fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

Delle attività previste durante il viaggio non sono da considerarsi facoltative le visite alle comunità e ai progetti.

Obbligatorio il passaporto elettronico con validità minima 6 mesi. Prima di partire bisogna richiedere l’ESTA.

Se dopo il 2011 ci si è recati in uno dei seguenti paesi: Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Siria, Iran o Iraq, per ottenere il visto bisognerà presentarsi al consolato a Milano per un colloquio.

Per i viaggi negli Stati Uniti è obbligatorio essere in possesso dei un certificato di Vaccinazione Covid completa (almeno 2 dosi). dal 12 giugno non è più  necessario effettuare un tampone 1 giorno prima della partenza. Per maggiori informazioni visita il sito Viaggiare Sicuri

Referente locale

Il viaggio è completamente accompagnato da una referente della Rete ViaggieMiraggi
Accompagna gruppi e coppie da molto tempo e ha ideato l’itinerario.
Parla italiano, spagnolo e inglese.

Livello di difficoltà

In questo viaggio saranno utilizzati mezzi privati, ci sono diversi spostamenti alcuni abbastanza lunghi.
La presenza di barriere architettoniche ostacola la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Si dorme presso piccoli hotel e Motel in camere doppie con bagno privato. In base alle disponibilità è prevista una notte in Hogan, in questo caso sarà necessario uno spirito d’adattamento maggiore.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 15 giorni, per un gruppo di:

VoceQuota individuale
12-15 persone11 persone10 persone9 persone8 persone
Quota viaggio2.050,002.130,002.210,002.320,002.440,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • Materiale informativo, incontro pre-viaggio e verifica post-viaggio
  • Tutti i pernottamenti in camera doppia con bagno privato
  • 1 pernottamento in Hogan (abitazione Navajo)
  • Trasporti interni in pulmino privato come da programma
  • Copertura spese e compenso dell’accompagnatore per 14 gg di affiancamento
  • Ingressi ai parchi e musei da programma
  • Compensi per le guide locali

Il costo totale espresso non comprende:

  • Volo aereo* di A/R, prenotabile presso l’agenzia ViaggieMiraggi (quota indicativa a partire da 1000 €)
  • Supplemento singola
  • Pasti (circa 500,00 euro a persona)
  • Assicurazione medico-bagaglio (solo per viaggiatori con partenza da territorio italiano, a partire da 100,00 euro)
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Eventuali supplementi di carburante o tasse di ingresso/uscita dal paese (modulo ESTA costa 14$. In caso di intervista al consolato)
  • Eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio dollaro/euro
  • Trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
  • Bevande alcoliche
  • Mance
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

*il costo del volo aereo dipende dalla quotazione del biglietto al momento della prenotazione ed è soggetto a riconferma al momento dell’emissione.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione 

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 8 persone; il numero massimo è di 15 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma
divisorio