Viaggio nella Calabria dell’accoglienza, tra Magna Grecia e Riace

Profumo di bergamotto e storie di accoglienza

“Restanza denota non un pigro e inconsapevole stare fermi, un attendere muti e rassegnati.
Indica, al contrario, un movimento, una tensione, un’attenzione. Richiede pienezza di essere, persuasione, scelta, passione.
[…] per compiere, con gli altri, con i rimasti, con chi torna, con chi arriva, piccole utopie quotidiane di cambiamento […], per dare vita a una dialettica che parla di integrazione, d’incontro, di vite separate e di riconciliazione” (Vito Teti)

Un viaggio che parte da Reggio Calabria, sullo Stretto di Scilla e Cariddi, alla scoperta della storia millenaria della Calabria e della filoxenìa, l’amore spontaneo per il forestiero, fondamentale valore sacro dell’ospitalità nella cultura greca.
Tra i profumi delle coltivazioni di bergamotto e i sapori genuini della cucina locale, ci sposteremo poi verso la Costa dei Gelsomini nell’area ionica. Toccheremo con mano la passione di chi si occupa della cura degli abitanti del mare e respireremo le tracce del monachesimo bizantino nella Vallata dello Stilaro, proseguiremo verso Riace e Camini, paesi dell’accoglienza e dell’integrazione degli immigrati nelle comunità locali.
Radicata cultura dell’accoglienza dello straniero, chiunque esso sia, che si concretizza nell’invito che è usuale sentirsi rivolgere: “Trasiti, favorite!”

Viaggio nella Calabria dell’accoglienza, tra Magna Grecia e Riace
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio in Calabria

1° giorno

Arrivo a Reggio Calabria e nel pomeriggio accoglienza da parte dei referenti locali.

Visita guidata al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, uno dei Musei più rappresentativi della Magna Grecia con importanti collezioni, noto al mondo grazie all’esposizione permanente dei Bronzi di Riace.

Un’esposizione che racconta dal Paleolitico all’età romana, attraverso le meraviglie dell’età greca arcaica e classica, con le grandi architetture templari dei territori di Locri, Kaulonia e Crotone, in una continuità spaziale e logica che ha l’obiettivo di raccontare al visitatore la storia della Calabria.

Segue passeggiata in centro, tra il Corso Garibaldi e il Lungomare Falcomatà e la sua eccezionale posizione panoramica sullo Stretto. Possibilità di degustare i pregiati dolci e gelati al bergamotto di Reggio Calabria, prodotto identitario del territorio.

Cena e pernottamento in camera doppia, con colazione inclusa.

2° giorno

Dopo colazione, ci dirigeremo nel cuore dell’area grecanica alla scoperta della storia e della coltivazione del bergamotto. Visiteremo un agriturismo, un vecchio frantoio ristrutturato immerso tra ulivi secolari e distese di bergamotto, ai piedi dell’antico borgo di Amendolea e dei ruderi del suggestivo castello normanno dei Ruffo di Calabria. Accanto si può ammirare la grande fiumara dell’Amendolea che scorre verso il mar Ionio e le pendici delle montagne dell’Aspromonte meridionale.

Il bergamotto è un agrume tipico della provincia di Reggio Calabria, la cui produzione rappresenta il 90% della produzione mondiale di alta qualità. Indispensabile per fissare le fragranze nei migliori profumi, è usato anche nella farmaceutica e nella gastronomia.

Pranzo in agriturismo con i piatti della tradizione grecanica e locale, con prodotti stagionali molti dei quali coltivati dall’azienda stessa.

Nel pomeriggio a Brancaleone visiteremo il Centro di Recupero Tartarughe Marine che, dal 2006, si occupa del soccorso, cura e riabilitazione di tartarughe marine rinvenute in difficoltà, ferite dalla pesca e dall’inquinamento, in tutto il territorio regionale e nello stretto di Messina. La costa ionico-meridionale calabrese è, infatti, il principale sito di nidificazione italiano della tartaruga Caretta Caretta. La struttura si è rivelata di fondamentale importanza per la salvaguardia di questi animali, curando e restituendo al mare centinaia di esemplari e realizzando incontri di sensibilizzazione ed educazione ambientale.

A Brancaleone dall’agosto 1935 al marzo 1936 venne confinato dal regime fascista Cesare Pavese. Ancora intatta è la casa dove dimorò lo scrittore e su quella scrivania iniziò a scrivere “Il mestiere di vivere”. Per tutti diventò “u prufissuri”, sia per la passione per i libri sia perché impartiva, a chi glielo chiedeva, lezioni private di latino e letteratura italiana.

Rientro in struttura, cena libera e pernottamento.

3° giorno

Dopo colazione, lasceremo Reggio Calabria e visiteremo un parco museo laboratorio aperto agli artisti di tutto il mondo, nato nel 1969 attorno ai resti di un antico complesso monastico certosino del X secolo, dove arte e paesaggio mediterraneo si fondono in un presidio attivo nel territorio. Monumentali mosaici e coloratissime opere architettoniche immerse nel paesaggio ci stupiranno per il loro carattere visionario tra antico e moderno, in una ricerca legata alla storia della Calabria, terra di incontro e confronto tra popoli diversi per provenienza e tradizioni.

Pranzo in autonomia.

Nel pomeriggio scopriremo l’antico borgo di Stilo, importante centro bizantino e città natale del filosofo Tommaso Campanella, e la Cattolica, gioiello d’arte bizantina datato tra X e XI secolo d.C., opera unica nella particolarità della sua costruzione e del suo meraviglioso equilibrio architettonico.
Questo territorio di Calabria, con i suoi boschi impenetrabili ricchi di sorgenti d’acqua e grotte, fu meta di monaci in fuga dall’iconoclastia e dalle minacce turche, diventando un affascinante luogo di meditazione e preghiera.

Spostamento a Riace per la cena e la sistemazione nelle camere dell’albergo diffuso del paese.

4° giorno

Dopo la colazione visiteremo il borgo di Riace, paese diventato il simbolo dell’accoglienza da quando, nel 1998, una barca di profughi curdi raggiunse la vicina costa di Riace Marina e la popolazione locale li accolse spontaneamente. Si coniugò così la sfida dell’ospitalità con il rilancio dell’economia del piccolo paese che si stava spopolando, il recupero delle case abbandonate e dei vecchi mestieri e attività artigianali, dando lavoro e nuove opportunità sia ai locali che ai migranti.

Pranzo in autonomia presso strutture del borgo.

Nel pomeriggio passeggeremo tra le sue caratteristiche viuzze con i colorati murales e gli antichi palazzi e, sulle vie delle antiche lavandaie e portatrici d’acqua, fino ai terrazzamenti ricoperti di vitigni, ulivi e agrumeti. Visiteremo i laboratori artigianali e ci sarà occasione per incontri e scambi con gli abitanti e gli animatori del borgo.

Cena libera e pernottamento.

5° giorno

In mattinata previsto il trasferimento a Camini, piccolo comune a 3 km da Riace. Saremo accolti dai ragazzi della cooperativa che, nata sull’esempio del progetto di accoglienza partito da Riace, gestisce progetti di integrazione per gli immigrati attraverso laboratori artigianali e alimentari, la ristrutturazione delle vecchie case, corsi di alfabetizzazione e diverse attività di impegno sociale e lavorativo che animano le vie del borgo. Visitando Camini scopriremo come l’esperienza umanitaria si coniuga perfettamente con la rivalutazione di un territorio destinato allo spopolamento: da paese di emigrazione a paese di immigrazione e integrazione.

Pranzo in autonomia.

Nel pomeriggio laboratorio sulle tradizioni artigianali o gastronomiche.

Cena presso una struttura della cooperativa e pernottamento a Camini.

6° giorno

Dopo la colazione la mattina sarà dedicata alla partecipazione a un laboratorio gastronomico o artigianale, accompagnati da abitanti del paese.

Pranzo in autonomia.

Nel pomeriggio visiteremo il caratteristico borgo di Gerace.

Gerace fu fondata intorno al secolo VIII dai profughi della vicina colonia greca di Locri Epizephiri, rifugiatisi nell’entroterra per sfuggire alle distruzioni operate dai Saraceni. Dall’elegante bellezza, è inserito nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia” e ha mantenuto l’originaria struttura bizantina, abbellita da signorili palazzi con portali in pietra lavorata da scalpellini locali.

Qui visiteremo l’imponente Cattedrale dell’XI secolo, il monumento più rappresentativo dell’architettura bizantino-romanico-normanna calabrese, e la trecentesca chiesa di San Francesco con il suo magnifico altare in marmi policromi intarsiati.

Rientro a Camini per la cena e il pernottamento.

7° giorno

Dopo colazione, giornata in autonomia da organizzare in base agli orari di partenza del gruppo.

È possibile, per chi lo desidera, prolungare il viaggio con un programma ad hoc da definire con l’agenzia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.

(L’agenzia non si assume la responsabilità qualora si verifichino problematiche relative ad allergie o intolleranze alimentari non dichiarate)

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di Trame solidali, partner di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta difficoltà e le escursioni sono di livello turistico, adatte anche a bambini, adulti fuori allenamento ed anziani in buono stato di salute.

Il presente programma non presenta particolari difficoltà. In caso di persone con difficoltà motorie si prega di verificare con l’agenzia eventuali limitazioni nel trasporto o barriere architettoniche.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 7 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
12 persone6 persone
Quota viaggio490,00580,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 6 pernottamenti in camera doppia, la colazione è inclusa nel 1°, 2° e 3° giorno.
  • 2 pranzo e 4 cene come segnalato da programma
  • Tutti gli ingressi ai musei e le visite ai progetti come da programma
  • Visita guidata al Museo Nazionale Archeologico di Reggio Calabria
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)   
  • Copertura spese e compenso del referente locale per 7 giorni di affiancamento

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R per Reggio Calabria
  • Supplemento camera singola, da verificare nel momento della conferma della prenotazione
  • Le colazioni del 4°, 5° e 6° giorno (che sarà possibile consumare nel bar locale)
  • I trasferimenti interni (in base al numero dei partecipanti si potrà prenotare un pulmino privato)
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance facoltativa, acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate.

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizione di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 6 persone, il numero massimo è di 12 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni:


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 11/09/20 17/09/20
divisorio