Viaggio a piedi nelle Marche, tra Pesaro e la Riviera del Conero

…di antiche falesie, di antichi mestieri, di antiche storie

Un viaggio alla scoperta di una regione dal mare alle colline piena di cultura e natura.

Scopriremo insieme angoli nascosti in tutta la regione, visitandone anche il sottosuolo. Lungo il percorso non mancheranno racconti dal passato e conoscenza con gli abitanti di questi luoghi, ancora autentici e accoglienti.

Viaggio a piedi nelle Marche, tra Pesaro e la Riviera del Conero
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio nelle Marchei

1° giorno

Appuntamento con il referente di ViaggieMiraggi presso la stazione ferroviaria di Pesaro FS. 

Sistemazione presso l’alloggio del bagaglio superfluo. Pranzo libero. Nel pomeriggio incontro con una shoemaker in Pesaro, visita alla bottega e laboratorio di calzoleria della durata di due ore circa. Resto del pomeriggio libero.

Nelle Marche da sempre la lavorazione delle pelli è un vanto dell’artigianato e, in tempi recenti, dell’industria. Si sperimenterà in prima persona l’arte della calzoleria mettendoci le mani, la vista, l’olfatto per davvero.

Ci sarà poi la possibilità di fare quattro passi per il rinascimentale centro storico di Pesaro, dal 2017 patrimonio UNESCO come Città Creativa per la Musica, con la possibilità, per chi lo vorrà, di visitare la casa natale di Gioacchino Rossini.

Cena. Serata libera. Pernottamento in camera doppia con bagno privato.

2° giorno

Dopo la colazione incontro con la guida naturalistica locale che condurrà alla scoperta del Parco del Monte San Bartolo e delle sue bellezze naturali ammirando i panorami sul mare. Si raggiungerà l’area paleontologica di Fiorenzuola di Focara per poi visitare il Museo Paleontologico (attualmente chiuso, probabile riapertura autunno 2021).

Pranzo al sacco durante l’escursione a cura dei partecipanti.

Nel pomeriggio rientro a Pesaro in bus di linea. 

Cena. Serata libera. Pernottamento in camera doppia con bagno privato.

Il Parco Naturale San Bartolo nasce nel 1994 e da allora tutela un ambiente particolare dove le attività antropiche, in primis la coltivazione del vino, hanno da sempre avuto un ruolo di primo piano. La creazione dell’area protetta tutela oggi l’equilibrio tra uomo e natura, in un ambiente dove sono tornati i caprioli, dove non sono mai mancate le volpi e altri animali, dove per dieci chilometri di falesie da un lato vedi il mare, dall’altro il paesaggio collinare. La roccia del parco, custode di una storia lunga milioni di anni, non manca di regalare occasionalmente fossili unici, custoditi al Museo Paleontologico di Fiorenzuola di Focara. 

Serata libera. Pernottamento in camera doppia con bagno privato.

CARATTERISTICHE DELLA TAPPA

MEZZI PUBBLICI: bus Fiorenzuola di Focara-Pesaro: 45 minuti

SVILUPPO e DURATA (soste escluse): 13 km – 4 ore 30

DISLIVELLO IN SALITA: 600 m (inclusi saliscendi)

DISLIVELLO IN DISCESA: 550 m (inclusi saliscendi)

FONDO STRADALE: sterrato, sentiero boschivo, strada asfaltata

DIFFICOLTA’: E

3° giorno 

Dopo colazione partenza alla scoperta dei borghi e della tradizione vitivinicola. Tappa a Mondolfo, uno dei borghi più belli d’Italia, con possibilità di visitare il borgo  e godere del panorama dal Belvedere, uno dei più suggestivi delle Marche. 

Pranzo libero.

Nel pomeriggio spostamento in località San Marcello per conoscere una famiglia di viticoltori, che guiderà alla scoperta dei vini locali di loro produzione, quali Lacrima di Morro d’Alba e Verdicchio dei Colli di Jesi.

A seguire degustazione. Rientro in alloggio. Cena. Pernottamento in camera doppia con bagno.

Castello di Mondolfo, ascritto alle città fortificate europee, vede le proprie origini nella probabile esistenza di un tempio dedicato a Marte. Il borgo fortificato comincia ad acquisire importanza dal IX-X sec, per poi ampliarsi dal XIII secolo. E’ oggi riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia.

Le terre di Morro d’Alba, celebri per il vino e l’omonimo vitigno Lacrima di Morro d’Alba, vedono nella coltivazione della vite una lunga tradizione di piccoli produttori a conduzione familiare.

Vitigno autoctono, a bacca rossa, coltivato in un ristretto areale di sei comuni, tra cui San Marcello, produce un vino morbido, delicato, leggermente tannico, riconosciuto dal disciplinare nelle tre varietà Base, Superiore e Passito.

La sistemazione prevede camere doppie con bagno privato.

4° giorno 

Dopo la colazione trasferimento in località Poggio, all’interno del Parco Naturale Regionale del Conero, dove la guida naturalistica locale vi accompagnerà in un viaggio nel tempo attraverso il parco, tra panorami mozzafiato e evidenze geologico-naturalistiche. Si arriverà nei pressi di Sirolo, dove si potrà poi rientrare all’alloggio.

Il Parco Regionale del Conero dal 1987 tutela la seconda e ultima falesia, dopo quella di San Bartolo, della costa  adriatica tra Trieste e il Gargano. La traversata conduce attraverso il “Monte dei Corbezzoli”, per poi regalare stupendi panorami che si aprono nella suggestiva cornice della macchia mediterranea.

Sarà possibile osservare il punto dove i geologi “leggono” l’estinzione dei dinosauri, e vi si trovano delle incisioni rupestri, pezzo unico della regione.

Pranzo al sacco durante l’escursione a carico dei partecipanti.

Cena, serata libera, pernottamento in camera doppia con bagno privato.

CARATTERISTICHE DELLA TAPPA

SVILUPPO e DURATA (soste escluse): 12 km – 5 ore

DISLIVELLO IN SALITA: 550 m (inclusi saliscendi)

DISLIVELLO IN DISCESA: 650 m (inclusi saliscendi)

FONDO STRADALE: sterrato, sentiero boschivo, strada asfaltata

DIFFICOLTA’: E

5° giorno 

Dopo colazione trasferimento  al Parco Regionale Gole della Rossa, dove si visiteranno le bellezze dell’area, tra cui la possibilità di entrare alle suggestive Grotte di Frasassi.

Le cavità carsiche di Frasassi cominciarono ad essere scoperte nel 1948, ma è nel 1971 che furono scoperti ed esplorati i rami poi aperti al pubblico. La formazione della Grotte di Frasassi è strettamente legata all’orogenesi appenninica; le prime sale si sono verosimilmente formate un milione e quattrocentomila anni fa ed è il risultato di complesse e molteplici fasi di erosione e rideposizione di gesso e calcare, culminanti nella Sala delle Candeline, a dir poco un unicum carsico.

Pranzo libero a San Vittore alle Chiuse, dove l’omonima abbazia benedettina alle porte della gola. Possibilità di visitare il boro di Genga.

L’abitato di Genga, a poca distanza dalle Grotte di Frasassi, ha origini molto antiche e pressoché sconosciute. Si narra che una ragazza di nome Genga s’innamorò di un tedesco di nome Gallo, con il quale unitasi in matrimonio diede origine alla famiglia dei Conti della Genga.

Dopo pranzo trasferimento alla stazione ferroviaria di Pesaro FS. Saluti con i referenti locali e rientro a casa in autonomia.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Sono necessari: scarponcini da trekking, borraccia almeno 1 L, kway o poncho per sicurezza, zainetto per il trekking da 20/30 L, cappellino per il sole, crema protettiva, ricambi ed effetti personali.

Si prega di comunicare per tempo eventuali intolleranze alimentari, allergie ed esigenze particolari, specialmente legate all’alimentazione (es. vegetariana/vegana).

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio non presenta particolari difficoltà, le escursioni sono di livello escursionistico, richiedono perciò buona forma fisica e una pregressa esperienza di escursioni su sentiero.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org

È possibile concordare altre date rispetto a quelle proposte: per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quota a persona per il viaggio di 5 giorni:

VoceQuota individuale
8 persone10 persone12 persone
Quota viaggio470,00440,00430,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • Spostamenti con i mezzi pubblici 
  • Tutti i pernottamenti con colazione
  • Tutte le cene bevande incluse
  • Presenza del referente in loco, della  guida AIGAE per escursioni a San Bartolo e a Conero
  • Degustazione in cantina e Laboratorio con Shoemaker
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio A/R nelle Marche
  • Supplemento singola
  • Pranzi al sacco
  • Ingresso opzionale Grotte di Frasassi ( costo 18 € a persona)
  • Eventuale affitto pulmino 9 posti per trasferimenti locali (a partire da 100€ a persona)
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio.
  • Spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 07/12/22 11/12/22

Ti accompagnerà

Milena

Classe 1984, laureata in Scienze Geologiche e dal 2007 dentro il mondo del turismo responsabile sia come tour leader, sia  come operatore di backoffice e front-office che come operatore di progetti didattici. Attualmente opero come Guida presso la Grotta Remeron di Campo dei Fiori (Varese) e Guida ed Educatrice ambientale presso il Parco Regionale di Montevecchia e Valle del Curone.

Milena
divisorio