Viaggio in Sardegna, Carnevale tra Marmilla e Barbagia

Unica partenza: 22-26 febbraio

Un viaggio lento alla scoperta dei Carnevale sardo che dalle morbide colline della Marmilla ci porta nel cuore della Barbagia.

Accompagneremo i ritmi inebrianti e misteriosi dei Mamuthones e Issohadores che, con i suoni dei loro campanacci, danzano tra la folla in onore del dio Dionisio, dio bambino della fertilità e della vegetazione, che ogni anno muore e rinasce come la Natura.  Ci immergeremo nelle atmosfere magiche e adrenaliniche delle antiche giostre equestri “Sa Carrela ‘e Nanti” e la Sartiglia, una delle poche corse all’anello ancora presenti in Europa e, col fiato sospeso, seguiremo la “corsa alla stella” de Su Componidori e dei suoi cavalieri, dai quali dipenderà la buona o cattiva sorte della fecondità dei raccolti dell’anno.

Viaggio in Sardegna, Carnevale tra Marmilla e Barbagia
Foto di Stefano Pia
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTO SOLO VIA EMAIL A italia@viaggiemiraggi.org

Programma di viaggio in Sardegna

Prenotazioni devono essere effettuate entro e non oltre il 25 Gennaio 2020

1° giorno

Incontro in mattinata  con le referenti locali alla stazione di Uras-Mogoro e primo spostamento verso Mogoro, il più grande centro della Marmilla, eletto tra i primi cinque comuni più virtuosi d’Italia per l’impronta ecologica.

Pranzo condiviso con prodotti stagionali a km 0.

Nel pomeriggio ci sposteremo a Orgosolo, il paese più passionario della Sardegna, famoso in tutto il mondo per i celebri murales che decorano tutto il centro storico e le montagne del Supramonte che lo circondano.  

Sistemazione nella struttura ricettiva, cena libera e pernottamento.

2° giorno

Se vuoi un Carnevale che non c’è ne un altro su tutta la terra vattene a Mamoiada che lo inaugura il giorno di Sant’Antonio: vedrai l’armento con maschere di legno, l’armento muto e prigioniero, i vecchi vinti, i giovani vincitori. Un Carnevale triste, un Carnevale delle ceneri, storia nostra d’ogni giorno, gioia condita con un po’ di fiele e aceto, miele amaro.
S. Cambosu, Miele Amaro

Ritrovo in mattinata e passeggiata per le strade di Orgosolo alla scoperta dei murales: tinte sui muri che narrano le fatiche, le denunce e le grandi conquiste di una piccola comunità che s’intrecciano armonicamente agli eventi e alle lotte politiche di respiro mondiale. 

A seguire, spostamento a Mamoiada, pranzo conviviale.

Nel pomeriggio assisteremo alla sfilata delle maschere tradizionali di quello che può essere considerato “Il Carnevale Sardo” tradizionale per antonomasia, una grande festa in cui verremo travolti dalle danze ritmate e inebrianti dei Mamuthones e Issohadores

Possibilità di visitare in autonomia il Museo delle Maschere

Cena libera e pernottamento.

3° giorno

Ritrovo in mattinata e spostamento a Santu Lussurgiu, un affascinante borgo che sorge nella regione storica del Montiferru, incastonato in un anfiteatro di origine vulcanica e protetto da lussureggianti foreste, custodisce un tesoro: una miriade di sorgenti “ Le Siete Fuentes”.

Visiteremo il borgo fantasma di S. Leonardo di Siete Fuentes, il parco con le “sette fontane”, dalle proprietà curative, immerso in una natura incontaminata e con una affascinante storia,  collegata a filo diretto con i leggendari Cavalieri Templari. 

Spostamento nel centro storico del paese, check in nella struttura ricettiva e pranzo.

Nel pomeriggio  assisteremo al Carnevale lussurgese: “Sa Carrela ‘e Nanti”: una spericolata e scenografica corsa a pariglie nel centro storico del paese in una strada sterrata in terra battuta. Sa Carrela ‘e Nanti è una strada sterrata lunga circa 350 metri in discesa. I cavalieri, rigorosamente lussurgesi, devono indossare, secondo la tradizione, una maschera o avere il volto dipinto.  Sa Carrela ‘e Nanti rappresenta un momento unico di riconoscimento autentico della comunità locale, è una occasione di scambio, di conoscenza reciproca, una occasione unica per avvicinare i visitatori alla storia della comunità e alla sua anima più profonda.

Cena libera.  

4° giorno

Vestitelo Massaieddas
a terra non deve toccare
un Dio ne dobbiamo fare
per tutto il giorno di carnevale.
Ha la maschera di luna
e il cavallo guarnito di fiori
deve sfidare la fortuna
per questo egli è il Componidori.
Vinicio Capossela, Componidori

In mattinata spostamento verso Oristano, dove vivremo la magica atmosfera della Sartiglia: cavalli e cavalieri mascherati per una giostra medioevale dalle tradizioni antichissime, per una sfida alla sorte in cui convivono usanze e culture tramandate nei secoli. 

Sistemazione nella struttura ricettiva e pranzo libero.

Nel primissimo pomeriggio, sorseggiando la tipica vernaccia locale, assisteremo alla corsa alla stella, momento clou della manifestazione e successivamente alle spettacolari pariglie.

Cena libera e saluti 

 Pernottamento.

5° giorno

Trasferimento in autonomia in treno fino all’aeroporto di partenza.

Note di viaggio

Per esigenze organizzative le prenotazioni devono essere effettuate entro e non oltre il 25 Gennaio. 

Date e eventuali variazioni sul programma possono essere concordate con l’agenzia.

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, alle festività e alle esigenze dei viaggiatori. I referenti locali segnaleranno ai partecipanti eventi culturali e festività nel territorio, di conseguenza le attività legate al programma potranno subire modifiche in accordo con il gruppo.

Si segnala che i prodotti eno-gastronomici offerti saranno esclusivamente stagionali e a Km 0, ove possibile biologici.

Il pacchetto è rimodulabile su più o meno giorni.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.
(L’agenzia non si assume la responsabilità qualora si verifichino problematiche relative ad allergie o intolleranze alimentari non dichiarate)

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti dell’associazione di promozione sociale Mariposas de Sardinia socia di ViaggieMiraggi ONLUS.

Livello di difficoltà

Il presente programma non presenta particolari difficoltà.

Quando

Il presente programma è valido per i giorni compresi da Sabato 22 Febbraio a Mercoledì 26 Febbraio 2019.

Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quota a persona per il viaggio di 5 giorni/4 notti

VoceQuota individuale
6-8 persone9-11 persone12-16 persone
Quota viaggio495,00475,00460,00
Bambini 4-10 anni270,00260,00250,00
Bambini 0-3 anniGratisGratisGratis

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • compensi di intermediazione
  • 4 pernottamenti in camera doppia con colazione
  • i pranzi del primo, secondo e terzo giorno
  • visita S.Bartolomeo
  • visita guidata ai Murales di Orgosolo
  • biglietto in tribuna corsa alla stella Sartiglia
  • quota associativa APS Mariposas de Sardinia – ViaggieMiraggi Sardegna e diritti di agenzia
  • spese e compenso accompagnatore
  • trasferimenti tranne quelli  in treno (da e per l’aeroporto)

Il costo totale espresso non comprende:

  • il viaggio di andata e ritorno per la Sardegna
  •  trasferimenti in treno da e per l’aeroporto
  • le cene e il pranzo del quarto giorno
  • supplemento camera singola ( € 20,00 a notte)
  • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di  6 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero di partecipanti.

Informazioni

Per maggiori informazioni scrivere una e-mail all’indirizzo: italia@viaggiemiraggi.org


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 22/02/20 26/02/20

Ti accompagnerà

Mariposas de Sardinia

L’Associazione Mariposas de Sardinia, che in dialetto campidanese significa Farfalle di Sardegna, nasce dall’incontro tra quattro giovani donne e soprattutto amiche: Angelica, Laura, Silvia e Viola.

Nonostante percorsi di studio, vita e lavoro differenti, si sono ritrovate a immaginare e realizzare un sogno comune: vivere e conoscere una Sardegna autentica e vitale, che stupisce ed emoziona di fronte alla sua natura selvaggia, alla potenza dei suoi antichi rituali, alle sue unicità artigianali e ai misteri della sua storia.

Promuovono un turismo sostenibile, lento, naturale ed esperienziale che immerge il viaggiatore nel vissuto e nella storia della comunità locale, toccandone tutti i sensi.

Dai magici incontri con luoghi e persone, come abili tessitrici, tessono i viaggi di VeM, ricchi di colore, passione, genuinità e poesia…

 

Mariposas de Sardinia
divisorio