Il blog di VeM

I consigli di lettura dalle librerie indipendenti: LibrOsteria di Padova

I consigli di lettura dalle librerie indipendenti: LibrOsteria di Padova

18 Novembre 2022

Oggi si legge “A Venezia – da Brodskij a Bolaño” di Graziano Graziani. Recensione a cura di LibrOsteria libreria indipendente e piccola osteria di Padov

Immersa in una nebbia che racchiude fantasmi e dèi acquatici del tempo, oppure nella luce abbagliante che si riflette sull’acqua, Venezia ha mille volti e tutti arcinoti: città dell’amore, del turismo sfrenato, del Carnevale.

Per conoscere un’altra Venezia, allora, occorre osservarla attraverso le crepe della sua immagine da cartolina e lasciarsi guidare da chi è in grado di vedere l’invisibile.

Come i poeti.
Graziano Graziani segue, letteralmente, le orme degli autori che hanno amato Venezia, cercando i loro luoghi d’elezione e le tracce invisibili del loro passaggio.

Partendo dai più conosciuti come Iosif Brodskij ed Ezra Pound, passando per i contemporanei come Yang Lian o Ngũgĩ wa Thiong’o, si parte per un giro del mondo tra autori russi, cinesi, nigeriani, statunitensi, che approda fino in Sudamerica con Borges e Bolaño.

Senza scordarsi di fare tappa tra i poeti di casa e le loro sonorità legate alla lingua che si parla tra le calli, come Francesco Giusti e Aldo Vianello.
Una Venezia spesso invernale, provinciale, a volte vuota, che rovescia l’immagine dei souvenir e del lusso esclusivo, per parlare di esuli e di lotta, inclusa quella ingaggiata da chi vive la città e non vuole lasciarla morire.

Una guida di Venezia diversa dal solito, un viaggio sentimentale sulle tracce degli autori e dei poeti che l’hanno osservata, ascoltata, impressa tra le pagine per portarla con sé nel mondo, proteggendone il ricordo.