Il blog di VeM

Viaggio in Puglia, tra le tradizioni della Grecìa salentina

Puglia | Viaggio in Puglia, tra le tradizioni della Grecìa salentina

2 Maggio 2019

Un articolo a cura di Simona Barranca

Simona Barranca

Siamo stati invitati a scoprire Zollino, piccolo borgo di circa 2000 anime in provincia di Lecce, incastonato tra ulivi e mare nel cosiddetto Salento di Mezzo, meta del turismo lento e di scoperta delle tradizioni della Grecìa salentina. ll racconto di Simona ci accompagna in questo viaggio.

 

Come si riscopre un territorio attraverso le sue tradizioni

Viviamo in un paese meraviglioso, ma spesso non ce ne ricordiamo. L’Italia con i suoi mille volti, dal nord al sud, ha un grande patrimonio di storie da scoprire e raccontare: alcune di grande bellezza, famose nel mondo, altre un po’ nascoste tra le vie di un borgo fermo nel tempo o di un passo tra le creste di un monte. Niente di nuovo direte voi, esperti viaggiatori responsabili che con occhi aperti e passo lento e leggero avete visitato il mondo. Ma vi ricordate di quella bella sensazione di stupore e curiosità che avete provato quando avete scoperto qualcosa di inaspettato e semplice, che mai avreste pensato di conoscere anche solo un minuto prima? Scommettiamo che l’avete provata proprio in occasione di un viaggio.

Viaggio in Salento

Attraverso i tradizionali riti pasquali, abbiamo assaporato e riscoperto la terra salentina: terra di natura, castelli, masserie, chiese rupestri, resti preistorici, grandi bellezze messapiche e bizantine. In questi momenti così sentiti dell’anno, il territorio si veste a festa, i suoi abitanti fieri escono per le strade per raccontare e trasmettere le loro tradizioni.

In questo piccolo diario di viaggio, vi diamo alcuni consigli per prepararvi a conoscere (o a riscoprire) un territorio attraverso le sue usanze più tradizionali perché un viaggio è sempre un momento speciale in cui ascoltare, scoprire e assaporare.

 

Ascoltare con passione

Zollino è uno dei comuni della Grecìa Salentina, dove ancora si parla il griko, una lingua neo-greca risalente alla presenza ellenica in Puglia. Oggi utilizzata per lo più dagli anziani, che la affiancano all’utilizzo del dialetto, è diventata oggetto di recupero e valorizzazione da parte dei giovani locali per conservare la memoria.

Come vuole la tradizione in occasione della Domenica delle Palme, abbiamo ascoltato “I Passiuna tu Christù”, un canto popolare in lingua grica che racconta le pene del calvario di Cristo. Non solo un canto, ma una delle forme più antiche di teatro “sacro” popolare itinerante che, originariamente, veniva interpretato dai contadini, a marcare il rito di passaggio dall’inverno alla primavera, agli incroci delle strade dei paesi. Si componeva di circa 66 strofe, cantate da due cantanti accompagnati da una fisarmonica. Ancora oggi a Zollino e negli altri comuni della Grecìa Salentina, i canti della Passione sono una tradizione molto sentita ma, solo a Zollino, è tramandato di generazione in generazione in griko, grazie al cantore storico, Antimo Pellegrino, all’età di 92 anni, di cui circa la metà dedicati a mantenere questa tradizione

Viaggio in Puglia

e all’impegno dei suoi giovani abitanti e dell’associazione La Bottega del Teatro che organizza anche laboratori a scuola per insegnare La Passione.

È stato davvero toccante seguire la carovana di bambini ad intonare le contagiose note di questo canto in giro nelle case dei più anziani del paese 

Viaggio in Puglia

ed ascoltare i cantori ufficiali, dopo la Messa della domenica, di fronte ad una piazza gremita ed emozionata.

Viaggio in Puglia

[to be continued…]

250 Compagni di viaggio.

Partecipa alla Campagna Soci 2020 di ViaggieMiraggi!

Diventa anche tu un nostro compagno di viaggio e cammina insieme a noi! Scopri come diventare socio>>>