Viaggio in Lombardia, profumi e colori dell’Oltrepò Pavese

Tra borghi antichi e vallate luminose, dove la vite è regina

Un susseguirsi di dolci rilievi collinari e di vallate ampie e luminose. L’Oltrepò è una terra di semplici e genuine tradizioni, i profumi dei piatti di antiche origini contadine inondano i viottoli dei borghi. La vite è regina, i vini dell’Oltrepò sono tra i più rinomati d’Italia: Barbera, Barbacarlo, Sangue di Giuda, Croatina, i Riesling e poi … gli spumanti! I profumi e i colori della lavanda all’inizio dell’estate tingono di sfumature viola le colline, tra le brume autunnali spuntano i fiori del prezioso zafferano. 

Antichi baluardi difensivi sorgono sui colli più alti a proteggere piccoli borghi dove, il camminare lento, ci riporta indietro nel tempo.

 

Viaggio in Lombardia, profumi e colori dell’Oltrepò Pavese
Foto di Silvana Fumagalli
divisorio

Il viaggio giorno per giorno

Programma di viaggio

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti a Varzi e sistemazione presso la struttura ricettiva.

Per chi utilizza l’auto propria chiedere la quotazione in agenzia.

Prima passeggiata di esplorazione.

Passeggiare nel centro di Varzi lungo le stradine è come compiere un salto nel Medioevo, otto secoli di storia si leggono nelle testimonianze architettoniche di chiese, torri e del suo castello. Gli occhi si posano sui muri e sulle porte in legno intagliate da abili artisti. Se ci mettiamo in ascolto pare di sentire le grida degli editti dei feudatari.

La piazza della Fiera è il centro della vita del paese, dove poter sostare all’ombra degli alberi dei giardini pubblici o in uno dei numerosi locali che si aprono sulla grande spianata; e chi ama assaggiare i prodotti tipici non deve perdersi il salame dop di Varzi, rinomato in tutto il mondo.

Si rientra a piedi attraverso i campi di lavanda per fare l’aperitivo e cena in agriturismo dove degusteremo il famoso salame e i formaggi locali accompagnati dall’ottimo vino e come sottofondo musicale il frinire dei grilli.

Sistemazione è prevista in camere doppie con bagno privato (su richiesta è possibile anche la singola). 

2° giorno

Dopo colazione saliamo a bordo del nostro mezzo privato in direzione del Tempio della Fraternità.

Nel silenzio della natura circostante scopriamo una chiesa diversa dalle altre. Per comprenderlo non bisogna fermarsi all’apparenza, altrimenti potrebbe sembrare una raccolta di cose strane, ma leggere le scritte e andare al significato di quanto appare, ed ascoltare il muto linguaggio. Il Tempio narra una storia legata alla guerra e al suo orrore. In molti oggetti, scritti e bandiere sono pietre vive che ci ricordano le guerre e noi ne siamo testimoni. Usciti dal Tempio ci sentiremo testimoni di Pace.

Pranzo al sacco o in trattoria.

Dopo una breve passeggiata nei dintorni, che ci fa immergere nella quiete del luogo, ritorniamo sul mezzo e ci dirigiamo a visitare un piccolo produttore di miele.

Nel pomeriggio visita di una cantina e un produttore di formaggi caprini.

Cena tipica in trattoria per degustare le specialità locali e rientro per il pernottamento.

3° giorno

Dopo una ricca colazione partiamo con un mezzo privato alla scoperta dei borghi medievali e dei castelli.

L’Appennino digrada verso il Po, le pietre millenarie son incastonate in un ambiente tra i più suggestivi dell’Oltrepò Pavese, che coi suoi filari di viti richiama alla mente panorami umbri o toscani. Zavattarello è un borgo con tradizione militare antica, strategicamente importante, come testimonia il castello del celebre capitano di ventura Jacopo Dal Verme. L’imponente rocca sovrasta il borgo antico abbarbicato alla collina. Dal castello si gode un panorama mozzafiato. Il borgo di case medioevali, in parte ancora circondato da mura, è attraversato da una via stretta e da numerosi passaggi a raggiera verso la rocca…siamo in uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Proseguimento delle visite nella romanica Pieve di San Paolo e alla volta di Fortunago.

Tra boschi di roverella e castagno, immerso in una flora spontanea, questo piccolo borgo è da scoprire con calma, tutto avvolto da atmosfera di tempi passati. La nostra pazienza ci svela scorci di panorami collinari tra le facciate in pietra. In estate i campi color dell’oro e il sole che inonda le case in tinta pastello donano al paesaggio un che di fiabesco.

Tra colline e viti raggiungiamo Montasegale: ne scopriamo le bellezze passeggiando tra i vicoli all’ombra del castello.

Pranzo al sacco o in trattoria e ultima passeggiata per respirare l’aria tranquilla del borgo per poi dirigerci con il nostro mezzo privato tra verdi pascoli, castagni e querce alla volta dell’Abbazia di Sant’Alberto. Dall’alto di questa rupe nelle limpide giornate possiamo vedere l’intera pianura Padana. L’Abbazia venne costruita dallo stesso Sant’Alberto nel 1030. E’ un luogo di pace immerso nella natura e nella spiritualità.

Al termine della visita rientriamo alla struttura che ci ospita e ci prepariamo per la cena.

Pernottamento.

4° giorno

Dopo la colazione partenza con il mezzo privato alla scoperta di un’azienda agricola il cui proprietario è stato il primo nella zona a coltivare il prezioso zafferano. Veniamo accompagnati alla scoperta della coltivazione e trasformazione di questa preziosa spezia e nel suo giardino scoviamo anche altre curiosità. Assaggiamo alcune specialità allo zafferano.

Al termine ci dirigiamo a Oliva Gessi dove ci immergiamo nel medioevo, tra storie e leggende del castello. Nel borgo è presente una cantina dove ci attendono per una degustazione.

Pranzo al sacco o in trattoria e proseguimento a Santa Maria della Versa. E’ un paese di fondovalle abbracciato da colline coltivate a vitigni di Pinot. Siamo nella capitale dello spumante: qui, infatti, sorge la grande azienda produttrice di vini, che da oltre un secolo trasforma la qualità Pinot Nero in un vivace spumante dal gusto secco, fresco e superbo. Anche i distillati sono ottimi ed abbiamo sicuramente il tempo per una degustazione.

Ritorniamo a Varzi dove ci attende la cena accompagnata da ottimi vini.

Pernottamento.

5° giorno

Dopo la colazione partenza in auto verso l’Alto Oltrepò.

Saliamo fino ai 1149 metri del Passo Penice ci troviamo al confine tra il territorio dell’Oltrepò Pavese della valle Staffora ed il Piacentino della val Trebbia e val Tidone. A cavallo tra la Lombardia e l’Emilia Romagna. Uno scenario spettacolare e, se la giornata lo permette, si apre ai nostri occhi Bobbio adagiata sul fondovalle e sul fiume Trebbia e sull’arco delle Alpi; da una parte l’Appenino Ligure, dall’altra i contrafforti che scendono verso la Pianura Padana e le sue città.

Discendiamo di qualche chilometro e ci fermiamo alla Riserva Naturale Monte Alpe per una visita del parco.

Pranzo al sacco e proseguimento alla scoperta dei piccoli borghi di Menconico dove, passeggiando tra le viuzze medioevali scopriremo un’antica galleria, Brallo di Pregola, il comune più alto dell’Oltrepò con un clima invidiabile tra le montagne e la brezza del mare da cui dista solo 60 chilometri in linea d’aria, e Santa Maria di Staffora, famoso per aver dato i natali alla casata dei Malaspina.

Rientriamo alla struttura con gli occhi pieni di bellezza, tra montagne, colline e castelli.

Cena e pernottamento.

6° giorno

Dopo la colazione partenza per Godiasco, posta in posizione strategica sul percorso dell’antica Via del Sale in Oltrepò Pavese, che permetteva gli scambi commerciali tra la Liguria e la Lombardia. Sorseggiamo un caffè nella piazza principale prima di ripartire alla volta di Salice Terme, famosa località termale con centri termali e di benessere. Le sue acque sono ricchissime di minerali utili per la salute e la bellezza. Passeggiamo nel bel parco per respirare e godere dei brillanti colori degli alberi.

Pranzo al sacco o in trattoria e sconfinamento in Piemonte a Volpedo, famoso per aver dato i natali al pittore Pellizza; visiteremo il borgo attraverso un percorso ottocentesco scoprendo l’atelier dove il celebre pittore dipingeva, traendo ispirazione dall’ambiente circostante. Le sue opere sono riprodotte in gigantografia nelle vie cittadine. Una pausa per l’aperitivo e ci prepariamo per il ritorno.

Cena e rientro nella struttura per il pernottamento.

7 giorno

Dopo la colazione tempo libero per le ultime visite e saluti prima di tornare a casa. La valigia è piena di colori, profumi, vini e specialità locali di questo spicchio di Lombardia a forma di grappolo d’uva.

Fine del viaggio.

Note di viaggio

Il presente programma può essere soggetto a variazioni, sia prima che in corso di viaggio, in base al clima, le festività, alle esigenze dei viaggiatori e delle persone che ospitano il gruppo di viaggiatori.

I programmi, i trasporti e le sistemazioni nelle strutture ricettive potranno essere modificati in base alle norme nazionali e regionali per la prevenzione da contagio Covid-19.

Si prega di comunicare tempestivamente eventuali intolleranze, allergie ed altre esigenze alimentari.

Referente locale

Durante il soggiorno ci sarà l’affiancamento dei referenti di ViaggieMiraggi, per introdurre i visitatori nel “vissuto” del territorio e favorire l’incontro con gli operatori locali e con le specificità dei luoghi.

Livello di difficoltà

Il viaggio e le escursioni previste dal programma non presentano difficoltà particolari, è particolarmente indicato per le famiglie ed è accessibile a viaggiatori di tutte le età in buono stato di salute. Tuttavia la presenza di alcune barriere architettoniche può ostacolare la partecipazione di persone con difficoltà motorie.

Quando

Il presente programma è valido per le date indicate nel sito www.viaggiemiraggi.org
Per maggiori informazioni vedere il documento Come viaggiamo, consultabile sul sito internet o richiedibile direttamente in agenzia.

Quanto

Quote a persona per il viaggio di 7 giorni per un gruppo di:

VoceQuota individuale
8 persone6 persone4 persone
Quota viaggio715,00790,00965,00

PER I DETTAGLI SULLA SCHEDA PREZZO TRASPARENTE CONTATTARE L’AGENZIA

Il costo totale espresso comprende:

  • Compensi di intermediazione
  • 6 pernottamenti in camera doppia con colazione
  • 1 cena di benvenuto e 2 degustazioni/cene di prodotti locali
  • Noleggio del trasporto privato come da programma dal 2° giorno
  • Assicurazione medico bagaglio Filodirettoassistance (copre anche costi di cancellazione pernottamenti e spese da sostenere in caso di ricovero per Covid19 – leggi qui le condizioni)
  • Ingresso al Castello di Zavattarello 7 euro
  • Copertura spese e compenso del referente locale per tutti i giorni di affiancamento

Il costo totale espresso non comprende:

  • Viaggio a/r per Varzi o Voghera per chi arriva coi mezzi pubblici
  • Supplemento camera singola (25 euro totali)
  • Pranzi al sacco (a partire da 15 euro in su)o in trattoria a seconda delle esigenze
  • Le cene presso l’agriturismo che ospita il gruppo o altre strutture della zona (a partire da 20 euro a persona)
  • Assicurazione annullamento Filo diretto Assistance acquistabile in agenzia entro 32 giorni prima della partenza o in concomitanza con l’iscrizione al viaggio
  • Extra personali e tutto ciò che non è specificato alla voce “Il costo totale comprende”

Le quote sono soggette a riconferma al momento della prenotazione

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 4 persone.

Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.


Richiedi un preventivo Stampa programma

Prossime partenze

  • 27/06/21 03/07/21
  • 05/07/21 11/07/21
  • 09/10/21 15/10/21
  • 17/10/21 23/10/21

Ti accompagnerà

Valeria

Valeria è accompagnatrice turistica, ha una profonda conoscenza del paese ed ha ricevuto dall’ente del turismo sudafricano la qualifica di South African Specialist, esperta di viaggi in Sudafrica. È anche esperta di Turismo Accessibile, con qualifica di Turismo Accessibile Advisor.

Valeria affianca all’attività di accompagnatrice turistica in Sudafrica anche l’attività di accompagnatrice turistica in Italia, specializzata nel turismo incoming per gli stranieri e fondatrice di Italian Steps, che offre soggiorni in italia con visite a località meno note del nostro Paese abbinate all’insegnamento della lingua italiana.

Valeria
divisorio