Il blog di VeM

Il mondo nel piatto: viaggio virtuale negli stili alimentari tradizionali
Foto di Marco Bo

Il mondo nel piatto: viaggio virtuale negli stili alimentari tradizionali

22 Luglio 2019

Articolo di Marco Bo – Operatore Olistico della Nutrizione. Professionista disciplinato ai sensi delle legge 4/2013, iscritto a SIAF, Assoc. di Categoria Professionale, con CODICE PI2132T-OP

 

Proviamo a fare un viaggio virtuale nel tempo osservando lo stile alimentare delle antiche civiltà: dai Sumeri agli Egizi, dai Greci ai Romani, dai Maya agli Aztechi, dall’antica Cina, all’India si scopre che la loro alimentazione era basata su cereali integrali, legumi, tante verdure, frutta e pochi cibi animali e zuccheri/dolci.

Nel mondo occidentale invece per ritornare in forma spesso si scelgono diete all’ultimo minuto, in previsione della vacanze estive per esempio. Ma siamo proprio sicuri che sia il modo migliore, soprattutto il modo più sano? Seguendo i regimi dimagranti non si riesce a mantenere il peso forma negli anni, continuando a riprendere peso dopo aver concluso una dieta. Oltretutto diverse ricerche dimostrano che molte diete dimagranti moderne possono creare problemi di salute e danneggiare gli organi.

Chi ha già viaggiato per il mondo, magari con ViaggieMiraggi, avrà notato che nei paesi in via di sviluppo dove il modo di mangiare è ancora tradizionale, la loro dieta è proprio basata su un cereale integrale e un legume più tante verdure locali e stagionali.

In Sud America il mais ed i fagioli, in Cina il riso e la soia, in India il riso e grano e le lenticchie, in Africa il miglio e la tapioca con i fagioli, nel mediterraneo il grano e le lenticchie e ceci.

Viaggiare quindi in questi luoghi, riscoprendo il loro modo tradizionale di alimentarsi, può diventare quindi anche un’ottima occasione di educazione alimentare: può infatti esserci utile per osservare e comprendere quali siano gli alimenti più adeguati per l’essere umano, i cibi che più facilmente ci mantengono nel peso forma senza perdere in salute.

Oltretutto cereali, legumi, verdura e frutta, sono tutti alimenti facilmente reperibili localmente magari scegliendo proprio piccoli agricoltori, magari anche biologici per sostenere l’economia locale e ridurre l’inquinamento ambientale.

Ecco quindi un’ulteriore occasione per viaggiare, visitare aziende agricole, conoscere l’attenzione e l’impegno degli agricoltori locali.

Ecco quindi un modo di mangiare e mantenersi in forma che migliora la salute personale, dell’ambiente ed anche dei piccoli produttori locali!

Di tutto questo faremo esperienza in Valle Elvo durante il weekend di fine settembre Alimentazione Consapevole e Yoga in Piemonte per riscoprire come il nostro modo di alimentarci possa cambiare il mondo, interiore ed esteriore.