Il blog di VeM

In viaggio nelle Marche tra arte contemporanea, gusto e paesaggi

Marche | In viaggio nelle Marche tra arte contemporanea, gusto e paesaggi

6 novembre 2017

Un viaggio nelle Marche, non frettoloso, porta a vedere meraviglie”, così il poeta Guido Piovene parlava di questa terra di mezzo in Italia, tra colline, mare e cultura.

Un modo per conoscerla al meglio è un viaggio tra arte, prodotti enogastronomici e paesaggi mozzafiato. Oggi vi facciamo conoscere il POPUP! Tour nelle Marche, un itinerario di quattro giorni con un fil rouge: il colore che esplode nelle opere d’arte a cielo aperto sparse in questa regione. Già, perché in questi luoghi, è stata creata una vera e propria galleria en plein air, grazie al Festival PopUp che ha portato artisti internazionali a misurarsi con architetture urbane, stazioni ferroviarie e luoghi non convenzionali come tele da dipingere.

Siete pronti per questa esperienza unica che appaga tutti i sensi? Si parte da Senigallia, città del divertimento per eccellenza dove ci accolgono due occhi intensi e colorati, sono quelli dell’opera Universe di Geometricbang che ci invitano a guardare le Marche da un altro punto di vista. Dalla costa all’entroterra il viaggio è breve e ci si immerge in un paesaggio fatto di armoniose colline che sembrano un quadro disegnato con una tavolozza di colori che vanno dal verde brillante al foliage dei toni caldi dorati d’autunno. L’odore del buon vino ci inebria e ci conduce alla scoperta dei borghi medievali delle Marche, disseminati in tutto il territorio.

Il nostro itinerario prosegue in una delle zone più suggestive, il Parco Naturale Regionale della Gola della Rossa, alla scoperta dei tesori naturalistici e architettonici: dal Foro degli Occhialoni al magnifico Tempio del Valadier, esempio di architettura unico nel suo genere incastonato nella roccia. Dopo esserci ricaricati in questi luoghi ameni, lontano dallo stress è il momento di proseguire il nostro percorso alla scoperta delle opere d’arte realizzate dagli artisti internazionali Zio Ziegler e Moneyless, rispettivamente alla Cava di Arcevia e in una Riserva Privata, tra il verde delle colline marchigiane dei Castelli di Arcevia, esempio di borghi medievali sospesi nel tempo.

Non c’è un minuto da perdere se si vogliono visitare questi luoghi e allora basta saltare in sella e percorrere le strade della Vallesina, dove tra una stazione ferroviaria e l’altra si trovano immerse nelle natura opere d’arte murale. Se il senso del viaggio e della scoperta, intesi come sorpresa ed esperienza, è quello che fa per voi, non vi tirate indietro perché il nostro itinerario prosegue con un tour in bicicletta nella poetica zona del porto di Ancona, dove il connubio tra il mondo dell’arte e della pesca è visibile ad occhio nudo.

Dopo aver camminato, pedalato e scattato fotografie, anche lo stomaco vuole la sua parte e le Marche, regione ricca di sapori genuini e tipici, non vi deluderanno…le vostre papille gustative faranno festa!

Da un viaggio così ricco di emozioni sensoriali, si ritorna a casa inevitabilmente arricchiti e se non ne avete abbastanza, vi consigliamo di racchiudere i ricordi in una Gluppa, un oggetto preso dalla tradizione marchigiana, un fazzoletto di stoffa utilizzato nelle campagne per portare oggetti e cibo, reinterpretato con disegni originali da artisti internazionali del Festival PopUp, che si trasforma in un tessuto da utilizzare come tovaglia o arazzo. Gli odori, i sapori e la tradizione delle Marche, si mescolano inevitabilmente ai colori vivaci dell’arte contemporanea che compongono questa food box innovativa da portare a casa per avere sempre un pezzettino di questa terra a portata di mano!