Marocco: informazioni utili per chi parte in viaggio

Il Marocco è una monarchia costituzionale che si trova nel Nord Africa.

Marocco: un paese, molte lingue.

La lingua parlata in questo paese è l’arabo, ma anche il francese è molto diffuso. L’arabo parlato dai marocchini (‘darija’) è molto diverso da quello parlato in Medio Oriente. Nel nord del paese si parla anche lo spagnolo. Nelle campagne e nelle zone montuose è parlata la lingua amazigh (berbera) nelle sue diverse varianti.

Visto e passaporto

Per entrare in Marocco è sufficiente avere il passaporto in regola. Non serve il visto.

La valuta marocchina

In Marocco si utilizza il Dirham.
Il cambio con l’euro aggiornato è consultabile a questo indirizzo.

È vietato lasciare il paese con la valuta nazionale. È necessario convertirla in dollari o euro ai posti di frontiera.

Vaccinazioni e rischi sanitari

Per visitare il Marocco non sono richieste vaccinazioni obbligatorie. In alcune zone è presente una forma benigna di Malaria, quindi anche in questo caso non è necessario prendere accorgimenti eccezionali.

Fare acquisti in Marocco

Ovunque nel Paese la scelta di souvenir e prodotti tipici è vastissima, in particolare tra gli articoli di uso quotidiano. Le maroquinerie (articoli in pelle) erano molto apprezzate dai mercanti già nel XVI secolo. Molto importanti sono anche la produzione dei tappeti, delle ceramiche, dei gioielli, degli oggetti in ottone e la lavorazione del legno
Si consiglia vivamente di girare tra i suk dove la contrattazione dei prezzi fa parte dell’acquisto. E’ bene ricordare gli aspetti irrinunciabili della transazione: si parte da un prezzo in genere lanciato dal venditore a cui segue la proposta del compratore. In genere il prezzo di partenza è superiore all’effettivo valore della merce e spesso è anche caricato della commissione che ricevono le guide quando accompagnano i clienti nel negozio convenzionato. L’accordo sul prezzo si raggiunge in termini di soddisfazione da entrambe le parti. Non è corretto abbandonare la trattativa senza dare spiegazioni sull’eventuale rifiuto da parte del compratore.
Durante il viaggio si incontreranno associazioni di artigianato che garantiscono il giusto salario e la tutela dei diritti dei lavoratori, pertanto consigliamo di acquistare la maggior parte dei souvenirs presso questi progetti.

Misure di precauzione e prudenza

Durante il Ramadan è bene non mangiare, bere e fumare in pubblico durante le ore diurne.
Il Ramadan è un mese di purificazione e preghiera in cui i musulmani digiunano ed evitano rapporti sessuali dall’alba al tramonto. Le sere si trasformano in momenti di festa con cibo e convivialità in famiglia, per ringraziare Dio dei doni ricevuti.
Chiedere sempre il permesso prima di fotografare qualcuno, soprattutto le donne, e non fotografare potenziali obiettivi strategici.
In Marocco è vietato l’accesso alle moschee ai non musulmani ad eccezione della moschea Hassan II di Casablanca.
Non usare mai la mano sinistra per toccare il cibo, per accarezzare i bambini o per consegnare regali o denaro.
Per girare nelle Medine, veri labirinti, il consiglio è quello di avvalersi di una guida.
Considerato che, in quanto stranieri, sarete comunque circondati da una moltitudine di persone che vi offriranno i loro servigi il nostro consiglio è il seguente: scegliete la persona che vi da più affidamento e otterrete il duplice scopo di sbarazzarvi di tutte le altre (ci penserà lei stessa in modo molto convincente) e di girare tra i negozi senza paura di perdervi.

Marocco: informazioni utili per chi parte in viaggio