Racconti di viaggio e di migrazione con ago e filo al festival IT.A.CÀ Napoli

Evento all’interno di IT.A.CÀ Napoli – Festival del turismo responsabile – I°edizione

Quanti modi ci sono per viaggiare? Cosa conserviamo di quel viaggio? Si viaggia macinando chilometri, aggrappandosi a carte, permessi e visti, superando confini. Si viaggia per incontrare e a volte per dimenticare. Ma si viaggia anche restando nello stesso posto: mettendo in gioco se stessi sfidando limiti personali, ricominciando da capo.

Un laboratorio che sarà occasione di incontro tra i viaggi della migrazione e altre tipologie di viaggio: viaggi dai valori responsabili, viaggi emotivi, percorsi della memoria. Emozioni, ricordi, memorie di viaggi e di migrazioni prendono forma in una grossa tela. Storie di viaggiatori e di migranti che si intrecciano. Mani che si incontrano. Il tempo del racconto scandito dal ritmo della cucitura con ago e filo.

La tela sarà realizzata da singoli cittadini/ o membri di associazioni impegnate nel sociale. Ciascuno contribuirà alla realizzazione portando un pezzo di stoffa significativo di un’esperienza di viaggio: fisico, emotivo, della migrazione.

La tela che verrà realizzata assume un valore simbolico: la rappresentazione dell’unione di tante storie e culture che si intrecciano. La tela sarà esposta per la durata del festival e dopo, in un luogo significativo della città di Napoli come simbolo di accoglienza e integrazione.

PER INFORMAZIONI >>

Dettagli Evento

  • Dove? Largo Baracche. Napoli, Vico Figurella a Montecalvario, 6
  • Quando? sabato 13 ottobre 2018
  • Ore? 10 - 13:30
  • Costa?