Il blog di VeM

Viaggio in Toscana, alla scoperta dell’agricoltura biodinamica

Toscana | Viaggio in Toscana, alla scoperta dell’agricoltura biodinamica

12 febbraio 2018

di Luca Martinelli

All’interno del Museo della Scienza e della tecnica di Milano c’è una foto del centro storico di Lucca, città murata e fortificata, considerata – al pari di Venezia – un esempio singolare di urbanistica nel nostro Paese.
Lucca rappresenta, fin dall’epoca romana, un mercato importante, al centro di una piana circondata da colline. Su quelle colline stanno da sempre orti, vigne ed oliveti. Che danno frutti, vini ed oli che raccontano profondamente il territorio.

Viaggio in Toscana

Qui, dove l’inverno è tutto un cesto di cavolo nero, e si sgrana un’infinita biodiversità di fagioli, ha preso piede da qualche anno l’esperienza più strutturata e riconosciuta in Italia di rete di contadini biodinamici.

Viaggio in Toscana

Sono 14, e le loro aziende producono ortaggi, verdure, frutta, cereali, olio, vino, legumi. Hanno sedi sparse, da Camaiore, in Versilia, all’Alta Garfagnana, lungo un itinerario che attraversa la Piana di Lucca e la Valle del fiume Serchio, e che pare scritto per diventare un viaggio di turismo responsabile. Ecco perché LuccaBioDinamica è la chiave di lettura di un territorio, è la storia che accompagnerà i viaggiatori che sceglieranno di conoscere la città toscana con ViaggieMiraggi.

Ci apriranno le porte di cascine e cantine, per spiegarci perché non è possibile fare agricoltura di qualità se non salvaguardando l’humus, senza sfruttare il suolo.

Viaggio in Toscana

I frutti di queste terre ci accompagneranno lungo tutto il viaggio, che non è un’unica lunga degustazione ma solo un intreccio tra cultura e colture.